Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Metropolitana automatica Collegno-Cascine Vica

Rivolto a
Cittadini

Prolungamento Ovest della Linea 1 della Metropolitana di Torino

La terza tratta funzionale Collegno-Cascine Vica, che costituisce il prolungamento Ovest della Linea 1 della Metropolitana di Torino realizzata in occasione dei Giochi Olimpici invernali Torino 2006, ha una lunghezza di 3.400 metri, prevede 4 stazioni (Certosa, Collegno Centro, Leumann e Cascine Vica) e si aggiunge ai 13,2 km della linea 1 ed ai 1,9 km della Lingotto-Bengasi.

Il sistema di trasporto adottato è il VAL, Veicolo Automatico Leggero, utilizzato per la prima volta in Italia a Torino. E’ stato progettato in modo da garantire la massima sicurezza attraverso un sistema di Controllo Automatico dei Treni (ATC) progettato specificatamente per questo tipo di veicoli. Il sistema è stato scelto, oltre che per l’affidabilità e la sicurezza anche perché è stato ritenuto particolarmente adatto alle caratteristiche e ai requisiti della Metropolitana Automatica di Torino in termini di capacità di trasporto: con una portata massima per direzione, prevista in 15.000 passeggeri/ora, facilità di integrazione nell’ambiente urbano grazie alle contenute dimensioni del treno: largo 2,08 m, flessibilità ed economicità dell’esercizio.

Il sistema, completamente automatizzato (cioè senza conducente), è controllato per mezzo di telecomandi e telemisure dal Posto di Controllo e di Comando in remoto. Gli operatori possono intervenire per modificare lo stato del sistema, il numero di treni in linea, i parametri di funzionamento, ecc. Il Posto di Controllo e Comando è situato nel Comprensorio tecnico di Collegno dove sono situati anche il Deposito, l’Officina e la pista di prova.

La Società INFRATRASPORTI.TO S.r.l. interamente partecipata dal Comune di Torino e Concessionaria per la progettazione, costruzione e gestione della Linea 1 della Metropolitana Automatica di Torino, ha svolto la Progettazione Definitiva delle Opere Civili a seguito delle indicazioni pervenute dalla Città di Torino (proprietaria dell’opera e soggetto aggiudicatore) nel 2014, mentre la progettazione delle Opere di Sistema è stata eseguita dal Detentore del Sistema – GEIE Transfima. Il progetto definitivo dell’intera tratta è stata trasmessa al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in data 13/02/2015. Nell’ottobre 2015 il MIT ha concluso la Conferenza dei Servizi con esito positivo.

I principali provvedimenti autorizzativi della regione Piemonte ai fini della realizzazione delle opere sono stati i seguenti: In data 06/03/2006, con D.G.R. n. 8-2287, la Regione Piemonte si è espressa ai sensi delle procedure della Legge Obiettivo sul progetto preliminare (sussistenza dei presupposti per l'Intesa sulla localizzazione). In data 27/10/2008, con D.G.R. n. 18-9900, la Regione Piemonte si è espressa ai sensi delle procedure della Legge Obiettivo sul nuovo progetto preliminare (esclusione dalla fase di VIA e conferma della precedente D.G.R. n. 8-2287 del 06/03/2006 sulla sussistenza dei presupposti per l'Intesa sulla localizzazione). In data 08/09/2009, con D.G.C. n. 03567, la Città di Torino ha approvato in linea tecnica il nuovo progetto preliminare già oggetto della suddetta D.G.R. In data 19.10.2015 con DGR n. 22-2277 Regione Piemonte ha espresso le proprie valutazione sul progetto definitivo nell’ambito della Conferenza di Servizi del Ministero delle Infrastrutture.