Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Centri di Consulenza tecnica accreditati per servizi alle cooperative

Rivolto a
Imprese e liberi professionisti
Terzo settore

Avviso 19 dicembre 2023

E' aperta la procedura di manifestazione di interesse "Incentivazione dei Centri di consulenza tecnica accreditati per progetti finalizzati a sostenere i processi di sviluppo, il consolidamento, la riqualificazione e la riconversione delle società cooperative e dei loro Consorzi. Contenuti, modalita' e termini di presentazione del pre-progetto di attività per la fase iniziale anno 2023".

Bando e modulistica per la presentazione dell’istanza di contributo e del modello di pre-progetto

 

Che cosa sono i Centri di consulenza tecnica

La legge regionale 23/2004 "Interventi per lo sviluppo e la promozione della cooperazione" all'articolo 3 prevede l’incentivazione di Centri di consulenza tecnica (di seguito denominati CCT) costituiti e accreditati per sostenere i processi di sviluppo, il consolidamento, la riqualificazione e la riconversione delle società cooperative sul territorio piemontese.
I soggetti costituenti e partecipanti dei CCT possono essere:

    • le sezioni regionali delle associazioni nazionali, giuridicamente riconosciute, di rappresentanza e tutela del movimento cooperativo;

    • altri soggetti interessati rappresentativi di almeno il 30% delle società cooperative operanti sul territorio regionale secondo i dati rilevati al 31 dicembre dell’anno precedente dalle C.C.I.A.A.

 

Requisiti per l'accreditamento

Per essere accreditati dalla Direzione regionale i CCT devono avere una struttura articolata e funzionante e disporre di almeno cinque sportelli funzionanti, di cui almeno uno per quadrante del territorio regionale. Devono inoltre possedere uno statuto che preveda lo svolgimento delle attività a favore di tutte le società cooperative che richiedano le prestazioni.

Servizi erogati 

I CCT prestano i seguenti servizi di consulenza in materia di:

a) innovazione tecnologica e organizzativa;

b) gestione economica e finanziaria d’impresa;

c) consulenza societaria e fiscale;

d) marketing;

e) accesso ai finanziamenti, anche europei;

f) sicurezza e tutela dei fruitori;

g) tutela dell’ambiente;

h) igiene e sicurezza sul lavoro;

i) interventi finalizzati all’introduzione di sistemi di qualità, loro certificazione e rintracciabilità dei

prodotti;

j) altri servizi previsti dallo statuto del CCT e previsti dalla Giunta regionale.

Procedimento di accreditamento

Con Deliberazione della Giunta Regionale 31.07.2023, n. 68-7366  sono stati approvati i requisiti e le modalità per l'accreditamento dei Centri di Consulenza Tecnica regionali istituiti per sostenere i processi di sviluppo, consolidamento, riqualificazione e riconversione delle società cooperative.

Con successiva determinazione n. 521 del 11.10.2023 è stato approvato l’Avviso pubblico per la presentazione delle domande e delle conferme per l’accreditamento dei centri di consulenza tecnica regionali istituiti per sostenere i processi di sviluppo, consolidamento, riqualificazione e riconversione delle società cooperative, aggiornato secondo i criteri di cui alla D.G.R. n. 68 – 7366 del 31.07.2023.

Alla scadenza dell'avviso sono pervenute:

  • una dichiarazione di conferma dell’accreditamento
  • due nuove domande di accreditamento

Espletate le istruttorie dai funzionari del Settore Politiche del Lavoro, è stato accertato il possesso dei requisiti soggettivi e oggettivi da parte dei Centri di consulenza tecnica che hanno presentato domanda e conferma di accreditamento in conformità con i criteri di cui alla deliberazione n. 68- 7366 del 31.07.2023.

Con determinazione n. 692 del 07.12.2023 è stato approvare l’Elenco regionale dei Centri di consulenza tecnica accreditati in attuazione della D.G.R. n. 68-7366 del 31.07.2023 considerati idonei a svolgere attività di assistenza e consulenza a norma di quanto previsto dall’art. 3 della legge regionale n. 23/2004.