Domande e risposte - Presentazione delle domande voucher scuola 2022/23

Rivolto a
Cittadini

Prima di procedere con la presentazione della domanda, il Richiedente deve:

  1. accedere alla pagina dedicata sul portale PiemonteTU utilizzando la funzione “Accedi”
  2. procedere alla compilazione dei dati di contatto mediante la funzione “Attiva notifiche” dell’Area Personale.

Questo passaggio è NECESSARIO e OBBLIGATORIO per poter proseguire con la compilazione della domanda di voucher.

Solo qui sarà possibile indicare i dati di contatto (e-mail e numero di cellulare), che saranno utilizzati per tutte le comunicazioni relative alla domanda di voucher.

Nella sezione “Contatti” occorre indicare:

a) una casella di posta elettronica valida

b) un numero di telefono cellulare valido.

Poiché per tutte le comunicazioni inerenti alla domanda di voucher verranno utilizzati esclusivamente i contatti indicati sul portale PiemonteTU, è necessario verificare di avere registrato dei contatti validi e utilizzati normalmente.

Non saranno quindi presi in considerazione contatti comunicati con altre modalità.

Dopo avere registrato i propri dati di contatto, è NECESSARIO attivare le notifiche SMS (nella sezione Notifiche) sul servizioVoucher scuola”.

Sarà inoltre possibile configurare le notifiche da attivare (sms, e-mail o notifiche push del browser) anche sugli altri servizi presenti sul portale PiemonteTU.

L’attivazione delle notifiche è un servizio GRATUITO.

Poiché per tutte le comunicazioni inerenti alla domanda di voucher verranno utilizzati esclusivamente i contatti indicati sul portale PiemonteTU, è necessario verificare di avere registrato dei contatti validi e utilizzati normalmente.

Non saranno quindi presi in considerazione contatti comunicati con altre modalità.

Per modificare i dati di contatto, il Richiedente deve:

  • accedere con credenziale al portale PiemonteTU utilizzando la funzione “Accedi”;

  • accedere alle “Impostazioni profili” e procedere alla modifica dei dati di contatto che si trovano già registrati;

  • salvare le modifiche effettuate.

Questo passaggio è NECESSARIO e OBBLIGATORIO per poter proseguire con la compilazione della domanda di voucher. Solo qui sarà, infatti, possibile indicare i dati di contatto (e-mail e numero di cellulare), che saranno utilizzati per tutte le comunicazioni relative alla domanda di voucher.

Dopo avere modificato i propri dati di contatto, ricordiamo di verificare che siano ATTIVE le notifiche SMS (nella sezione Notifiche) sul servizioVoucher scuola”.

I cittadini dovranno munirsi di credenziali SPID/TS-CNS/CIE.

L’accesso al portale Piemonte TU avviene mediante l’utilizzo delle seguenti credenziali di accesso valide:

  • credenziali SPID rilasciate dagli Identity Provider accreditati da AgID. L’elenco di tali Provider è consultabile sul sito AgID. Per maggiori informazioni sulla richiesta dell'identità SPID, consultare la pagina dedicata sul sito AgID “Richiedi SPID” ;
  • CIE (Carta d'identità elettronica), il nuovo documento d'identità in Italia, viene rilasciato sia ai cittadini italiani, sia stranieri (UE o extra-UE). Le CIE valide per l'accesso sono solo quelle rilasciate a partire da luglio 2016 con numero seriale, presente in alto a destra sulla carta, che inizia con la sigla "CA". L'accesso può avvenire tramite tre diverse modalità:
  1. "Desktop con smartphone" – l'accesso al servizio avviene da computer e per la lettura della CIE, in luogo del lettore di smart card contactless, l'utente utilizza il proprio smartphone dotato di interfaccia NFC e dell'app "CIE ID" per poi proseguire sul proprio computer desktop;
  2. "Mobile" – l'utente accede al servizio mediante uno smartphone dotato di interfaccia NFC e dell'app "CIE ID" e con lo stesso effettua la lettura della CIE;
  3. "Desktop" – l'accesso al servizio avviene mediante un computer a cui è collegato un lettore di smart card contactless per la lettura della CIE. Per abilitare il funzionamento della CIE sul proprio computer è necessario installare prima il "Software CIE".

Nei primi due casi, la prima volta che si accede occorre registrare la propria CIE con l'app “CIE ID”, dopodiché per gli accessi successivi basta inserire, sul desktop, il numero della carta, scansionare il QR-Code che appare sullo schermo, digitare il PIN (4 cifre), appoggiare la CIE sullo smartphone, si riceve a video su smartphone un codice da digitare sul browser del computer, e si entra nel servizio.

  • credenziali attive sulla nuova Tessera Sanitaria con funzionalità di Carta Nazionale dei Servizi (TS-CNS). I cittadini dovranno recarsi presso la propria ASL per la procedura di attivazione della carta, previo riconoscimento dell’identità de visu (di persona). Le credenziali potranno essere utilizzate solo se in possesso di lettore di Smart Card (opportunamente configurato);

  • certificati digitali di tipo Carta nazionale dei Servizi (CNS) emessi da certificatori accreditati presso l’Agenzia Digitale (AgID). Anche in questo caso sarà necessario seguire le indicazioni del proprio provider per la corretta configurazione (installazione di software ad hoc, o configurazione di dispositivi per l’utilizzo della CNS, quali ad es. i lettori di smat card);

Per verificare la validità delle proprie credenziali si consiglia di consultare la sezione “Come accedere ai servizi” del sito .

E’ possibile consultare l’Indirizzario scolastico selezionando i parametri “Non statale” e “Paritaria” cliccando qui:

Indirizzario delle scuole piemontesi

In fase di compilazione della domanda viene comunque proposto l’elenco completo delle scuole per le quali è possibile richiedere i Voucher, incluse quelle paritarie.

No, non è possibile richiedere il voucher "retta di iscrizione e frequenza" per la frequenza a scuole pubbliche o Centri di Formazione Professionale. Chi è iscritto a tali istituti può comunque richiedere Voucher libri di testo, materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali all'istruzione, attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa, trasporti.

Se lo studente è residente in Piemonte, ma è iscritto a una scuola che non ha sede nella Regione Piemonte, è possibile richiedere l’assegnazione del voucher 2022/2023 solo se lo studente pendolare, al termine delle lezioni, rientra quotidianamente alla propria residenza in Piemonte.

Con l’invio del modulo il Richiedente autorizza la Regione Piemonte ad acquisire direttamente l’attestazione I.S.E.E. 2021 in corso di validità. (I.S.E.E. ORDINARIO o I.S.E.E. MINORENNI, nel caso in cui lo studente minorenne per cui è richiesto il voucher sia figlio di genitori non coniugati tra loro e non conviventi). La Regione Piemonte acquisirà l’I.S.E.E. dalla banca dati INPS in corso di validità e presente nella banca dati INPS alla data di chiusura del Bando.

E’ possibile presentare la domanda anche nel caso in cui non si sia sicuri che il proprio I.S.E.E. rientri nei limiti previsti.

Qualora il valore I.S.E.E. del nucleo familiare dello studente superi i limiti, la domanda non sarà ammissibile.

Ai fini dell’ammissione della domanda alla fase di istruttoria, è comunque obbligatorio ottenere un I.S.E.E. valido entro la data di chiusura del Bando, pena la non ammissione della domanda a istruttoria.

Il nucleo familiare di riferimento è quello di appartenenza dello studente per il quale viene presentata la domanda di Voucher Scuola, così come definito dal D.P.C.M. n. 159 del 5 dicembre 2013.

In particolare, si segnala che, in caso di figli minorenni, il genitore non convivente nel nucleo familiare/non coniugato con l'altro genitore, se ha riconosciuto il figlio, fa parte del nucleo familiare del figlio stesso, a meno che non si verifichi una delle seguenti condizioni:

  1. quando il genitore risulti coniugato con persona diversa dall'altro genitore;

  2. quando il genitore risulti avere figli con persona diversa dall'altro genitore;

  3. quando con provvedimento dell'autorità giudiziaria sia stato stabilito il versamento di assegni periodici destinato al mantenimento dei figli;

  4. quando sussiste esclusione dalla potestà sui figli o è stato adottato, ai sensi dell'articolo 333 del Codice Civile, il provvedimento di allontanamento dalla residenza familiare;

  5. quando risulti accertato in sede giurisdizionale o dalla pubblica autorità competente in materia di servizi sociali la estraneità in termini di rapporti affettivi ed economici;

Nei casi di cui alle lettere a) e b), l'ISEE è integrato di una componente aggiuntiva, calcolata sulla base della situazione economica del genitore non convivente.

La domanda può essere presentata solamente da:

  • Genitore dello studente, appartenente al nucleo familiare dello studente (art. 7 D.P.C.M. 5 dicembre 2013 n. 159, Circolare INPS n. 171 del 18.12.2014);

  • Studente/ssa maggiorenne (solo se lo studente/ssa maggiorenne compila la richiesta per se stesso/a)

  • Legale rappresentante dello studente minorenne;

  • Altro soggetto maggiorenne appartenente al nucleo familiare

Il soggetto che presenta la domanda viene definito “richiedente”.

Nel caso di “Altro soggetto maggiorenne appartenente al nucleo familiare”, il richiedente dichiara di:

1) essere stato delegato dal genitore, i cui dati sono di seguito riportati;

2) di essere a conoscenza che il voucher sarà erogato sul codice fiscale del predetto genitore, solo se presente nel medesimo nucleo familiare individuato con DSU ISEE 2022;

3) di essere a conoscenza che in nessun caso il voucher sarà attribuito sul proprio codice fiscale, o su quello dello studente;

4) di essere a conoscenza che la compilazione è effettuata sotto la propria responsabilità e che eventuali errori di trascrizione non sono imputabili a terzi.

Dovrà inoltre indicare i dati anagrafici del genitore delegante e allegare copia del documento di identità del genitore.

I Bandi, che stabiliscono i requisiti e le informazioni in merito all’assegnazione dei voucher per l’anno scolastico 2022/2023, sono pubblicati al sito internet della Regione Piemonte: https://www.regione.piemonte.it/web/temi/istruzione-formazione-lavoro/istruzione/voucher-scuola/voucher-scuola-2022-2023

  • Bando per l’assegnazione del voucher iscrizione e frequenza (anno scolastico 2022/2023);

  • Bando per l’assegnazione del voucher libri di testo, materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali all’istruzione, attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa, trasporti (anno scolastico 2022/2023).

Se il Richiedente, o Richiedenti differenti (ad esempio entrambi i genitori), inviano più domande per il medesimo studente, verrà presa in considerazione soltanto quella correttamente trasmessa per ultima; la domanda già trasmessa verrà automaticamente annullata per rettifica.

No, la domanda può essere presentata solo dal Richiedente, per il proprio figlio/figlia o per un componente del proprio nucleo familiare, utilizzando le proprie credenziali di accesso per accedere al portale “PiemonteTU”, sezione “TUIstruzione” – “Presenta domanda voucher scuola”.

Non è quindi possibile compilare la domanda, accedendo con la propria credenziale personale, per conoscenti o familiari non facenti parte del proprio nucleo familiare. La domanda viene infatti precompilata con i dati anagrafici del Richiedente presenti nel certificato digitale (e/o nelle credenziali di accesso) e con i dati di contatto che il Richiedente ha registrato sul portale PiemonteTU. La domanda compilata con l’utilizzo di una credenziale di accesso equivale a una domanda firmata dal Richiedente che autocertifica, sotto la propria responsabilità anche penale, la correttezza dei dati inseriti.

Il richiedente deve presentare una domanda di assegnazione del voucher per ciascun figlio/studente.

Non è possibile richiedere per lo stesso figlio/studente entrambi i voucher, neppure nel caso in cui vengano presentati due moduli distinti: in tale ipotesi verrà presa in considerazione esclusivamente l’ultima domanda correttamente inviata.

La domanda può essere compilata esclusivamente accedendo all’applicazione disponibile sul portale “PiemonteTU”, sezione “TUIstruzione” - “Domanda Voucher Scuola”.

Dopo l’accesso, il richiedente può compilare e inviare il modulo di presentazione della domanda. L’invio del modulo è permesso solo in presenza di tutti i campi obbligatori compilati correttamente.

Non è necessario né possibile richiedere l’annullamento di una domanda inviata.

Nel caso il richiedente si accorga di aver commesso errori su una domanda già trasmessa, nel periodo di apertura del Bando, è possibile presentare per lo stesso studente una nuova domanda contenente le informazioni corrette.

Per il medesimo studente verrà presa in considerazione soltanto la domanda correttamente trasmessa per ultima; la domanda già trasmessa verrà automaticamente annullata per rettifica.

Nel momento dell’invio della domanda, viene inviata all’indirizzo di posta associato alla domanda presentata, una conferma via mail (del tipo “no-reply”) di corretto caricamento e invio della domanda. In questa mail viene riportato il numero della domanda.

Inoltre, allegato a questa mail, viene trasmesso un file .pdf in cui vengono riportati tutti i dati caricati sul modulo on line compilato per la presentazione della domanda. Il numero della domanda è reperibile nel pié di pagina del documento .pdf: VOUCHER.2022.1234567, dove le ultime 7 cifre costituisco il numero della domanda.

In ogni caso, il numero della domanda è sempre recuperabile on line attraverso la seguente modalità:

  • accesso al portale PiemonteTU, sezione “TUIstruzione”, servizio “Domande Voucher Scuola”: accedendo al servizio sarà possibile consultare la sezione “Le mie istanze – Domande inviate”.

Sì, in presenza dei requisiti richiesti, per gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado la domanda di assegnazione del voucher si considererà presentata anche per l’accesso alle borse di studio statali previste dall’art. 9 del D. Lgs. 63/2017.

La borsa di studio statale "Io Studio" è destinata a tutti gli studenti frequentanti le scuole secondarie di secondo grado statali con ISEE non superiore a 15.748,78 ammessi e non finanziati del bando voucher B (POF, libri di testo, trasporti).

La borsa di studio “Io Studio” è assegnata richiedendo il voucher ed è riferita all'anno scolastico precedente (2021/2022).

IV e V ginnasio corrispondono al primo biennio del liceo, pertanto, deve essere inserito il 1° anno per il IV ginnasio ed il 2° anno per il V ginnasio.

Se il bando è ancora aperto, il richiedente deve trasmettere un nuovo modulo di domanda che riporti i dati anagrafici aggiornati. Per il medesimo studente verrà presa in considerazione soltanto la domanda correttamente trasmessa per ultima; la domanda già trasmessa verrà automaticamente annullata per rettifica.

Dopo la chiusura del Bando, non sono ammesse eventuali variazioni di dati anagrafici. 

Nel periodo di apertura del Bando, occorre aggiornare l’indirizzo e-mail nelle impostazioni del profilo dell’Area personale sul portale “Portale PiemonteTU” e dopo inviare una nuova domanda attraverso il servizio “Presenta domanda voucher scuola” nella sezione “TUIstruzione”. Per ciascuno studente, verrà presa in considerazione soltanto la domanda correttamente trasmessa per ultima; la domanda già trasmessa verrà automaticamente annullata per rettifica.

Dopo la chiusura del bando occorre comunicare il cambio di e-mail all’indirizzo bandovoucher2023@regione.piemonte.it.

Nel periodo di apertura del Bando, occorre presentare una nuova domanda con l’indicazione della nuova scuola attraverso il servizio “Domanda voucher scuola” nella sezione “TUIstruzione” del portale “PiemonteTU”. Per ciascuno studente verrà preso in considerazione soltanto il modulo correttamente trasmesso per ultimo; la domanda già trasmessa verrà automaticamente annullata per rettifica.

Dopo la chiusura del bando è necessario comunicare il cambio della scuola all’indirizzo bandovoucher2023@regione.piemonte.it.

 

Se la classe o la scuola effettivamente frequentate dallo studente nell’anno scolastico 2022/2023 sono diverse da quelle dichiarate nella domanda di assegnazione del voucher, il Richiedente ha l’onere di comunicarlo immediatamente alla Regione Piemonte – Direzione Istruzione, Formazione e Lavoro – Settore Politiche dell’Istruzione, programmazione e monitoraggio strutture scolastiche:

  • a mezzo fax al numero 011.4325121

oppure

Anche l’interruzione della frequenza scolastica deve essere comunicata immediatamente.

Nella comunicazione è indispensabile indicare i dati del Richiedente (Nome, Cognome e Codice Fiscale), cioè del soggetto titolare delle credenziali di accesso utilizzate per presentare la domanda di assegnazione del voucher, e quelli dello studente per cui è stato richiesto il voucher (Nome, Cognome e Codice Fiscale).

Nel caso in cui la Regione Piemonte riscontri che, in mancanza di una comunicazione da parte del Richiedente, lo studente sta frequentando una scuola di grado inferiore rispetto a quella dichiarata o che non sta frequentando alcuna scuola, il Richiedente sarà tenuto alla restituzione delle somme eventualmente già spese, ferme restando le ulteriori responsabilità (penali).

No. Il beneficiario non avrebbe dovuto fare la domanda, occorre quindi avvisare subito la Regione Piemonte.

Il Richiedente deve inviare mail a bandovoucher2023@regione.piemonte.it.

Nel caso in cui il voucher fosse stato già caricato sulla tessera sanitaria, non va assolutamente speso in quanto il diritto al voucher è decaduto.