Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Piano d'azione nazionale per il sostegno del sistema integrato da 0 a 6 anni

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici

Il Piano nazionale per il sostegno ai servizi rivolti ai bambini da 0 a 6 anni

Il 31 maggio 2017 è entrato in vigore il Decreto legislativo  65 del 13/04/2017 “istituzione del sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita sino a sei anni, a norma dell’articolo 1, commi 180, 181, lettera e), della legge 13 luglio 2015, n. 107”, che unifica le disposizioni su scala nazionale riguardanti il sistema educativo “0-6 anni”.

Applicando il Decreto, il Consiglio dei Ministri, l'11 dicembre 2017, ha approvato il Piano nazionale per il sostegno del sistema integrato per l’infanzia, che riguarda gli anni 2017, 2018 e 2019.

La Regione si occupa di programmare gli interventi per ogni anno.

Programmazione 2018

Per l’annualità 2018, la Regione, con DGR n. 45-7618 del 28/09/2018, ha definito, come priorità della propria programmazione, il sostegno al sistema dei servizi educativi per l’infanzia da 0 a 3 anni. Come previsto dal piano d’azione nazionale, ha emanato un avviso pubblico di raccolta delle candidature (approvato con DD. n. 1092 del 2/10/2018) proposte dai Comuni interessati. Hanno risposto all'avviso i Comuni singoli o associati, sede di almeno un’unità di offerta, autorizzata al funzionamento ai sensi degli articoli 26, 27 e 54 della L.R.1/2004, di servizi educativi quali:

  • asili nido
  • micro-nido
  • sezioni primavera
  • centri di custodia oraria
  • nidi in famiglia

Le risorse ottenute devono essere spese per il sostegno gestionale dei servizi a titolarità comunale e/o - attraverso opportune convenzioni - per il sostegno gestionale dei servizi a titolarità privata.

299 i Comuni piemontesi che hanno presentato domanda: la Regione, con Determinazione Dirigenziale 1342 del 26/11/2018 ha approvato i risultati delle istruttorie.

E' stato disposto il riparto delle risorse regionali (3.145.000) e simulato il riparto delle risorse ministeriali (15.671.503) a favore di ciascun comune partecipante; successivamente, con Determinazione Dirigenziale n. 1479 del 14/12/2018 la Regione ha disposto una seconda assegnazione di contributi a favore dei comuni partecipanti.

Con due provvedimenti, n. 12261 del 05/12/2018 e n. 14104 del 17/12/2018, il Settore Politiche dell'istruzione, programmazione e monitoraggio strutture scolastiche, ha disposto le liquidazioni delle due quote di compartecipazione regionale, per tutti i Comuni elencati nella tabella di riparto 2018.

Le risorse ottenute devono essere spese per il sostegno gestionale dei servizi a titolarità comunale e/o - attraverso opportune convenzioni - per il sostegno gestionale dei servizi a titolarità privata.

Programmazione 2017

Per il 2017 la Regione, con D.G.R. n. 27-5940 del 17/11/2017, ha definito le priorità della programmazione regionale, elencando tutti i comuni che, alla data del 31 maggio 2017, avevano sul proprio territorio dei servizi educativi per l’infanzia (0/3 anni).

Sono stati compresi nel programma tutti i posti esistenti il 31 maggio 2017, dedicati agli asili nido, micro-nidi, sezioni primavera, centri di custodia oraria e nidi in famiglia. Elenco dei Comuni fruitori

L’annualità 2017 è stata interamente erogata dal MIUR ai Comuni piemontesi in data 30/03/2018 per una somma complessiva di euro 15.671.503.