Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Sottomisura 4.4 "Investimenti non produttivi connessi agli obiettivi agroclimatico-ambientali"

Rivolto a
Imprese e liberi professionisti

PSR 2014-2020

Operazione 4.4.1 "Elementi naturaliformi dell’agroecosistema"

L'operazione sostiene investimenti non produttivi che comprendono l'introduzione, il ripristino o l'ampliamento di formazioni arbustive e arboree quali siepi, filari e fasce boscate, di aree umide e di altri elementi atti a favorire la conservazione della biodiversità, il miglioramento della qualità del paesaggio agrario e il conseguimento di obiettivi agro-climatico-ambientali, anche nella prospettiva di una fruizione pubblica del territorio secondo modalità compatibili con la tutela dell'ambiente.

Al fine di contrastare la semplificazione del territorio rurale, la riduzione della sua diversità biologica e il deterioramento del paesaggio, dovuti all’agricoltura intensiva e alla diffusione di infrastrutture e insediamenti commerciali, industriali e abitativi, è necessario sostenere la realizzazione e il ripristino di elementi naturaliformi che in passato caratterizzavano con maggiore frequenza l'agroecosistema.

    Operazione 4.4.2 "Difesa del bestiame dalla predazione da canidi nei pascoli"

    L'operazione sostiene investimenti non produttivi (acquisto di cani da guardiania e di reti di protezione) atti a contenere la predazione degli animali allevati da parte di canidi. Essa trova la sua giustificazione nel fatto che gli attacchi predatori nel corso degli ultimi anni sono in costante aumento, a causa della rinaturalizzazione di ampie parti del territorio rurale piemontese, specialmente di montagna e di collina. In aggiunta, l'intensificarsi dei casi di ibridazione di cani randagi o vaganti con i lupi è ritenuto uno degli elementi chiave per spiegare il maggior avvicinamento di tali canidi agli insediamenti umani e agli allevamenti, con il verificarsi di maggior aggressività nei confronti del bestiame.

    L'operazione prevede il sostegno a investimenti che, utilizzando gli strumenti più antichi di prevenzione degli attacchi di predazione, aiutino gli agricoltori a convivere con la fauna selvatica, anche in aree non oggetto di specifici vincoli. L’utilizzo del cane da guardiania recupera un’antica tradizione e rinsalda il rapporto tra l’uomo e le specie animali, in un contesto di tutela del benessere di tutti i soggetti coinvolti.
    L'operazione è orientata, inoltre, a svolgere una contestuale azione di tutela ambientale, attraverso il finanziamento di interventi che fungono da deterrente a comportamenti lesivi nei confronti della fauna selvatica.

      Operazione 4.4.3 "Salvaguardia, ripristino e miglioramento della biodiversità"

      L'operazione sostiene investimenti non produttivi di pubblica utilità effettuati dagli enti gestori delle aree protette finalizzati alla protezione e e all'incremento del potenziale di biodiversità nonché alla tutela, conservazione e valorizzazione degli habitat e delle specie elencate nelle direttive 92/43/CEE e 2009/147/CE.

      L’operazione sostiene investimenti di:

      • ripristino di ecosistemi d'elevato valore per la biodiversità, di habitat favorevoli alla flora e alla fauna selvatiche, di corridoi ecologici;
      • costituzione, protezione, recupero e miglioramento di ambienti naturali e seminaturali e di aree umide, opportunamente associati a biotopi capaci di fornire alla fauna selvatica rifugio, nutrimento e siti di riproduzione. Particolare attenzione sarà riservata alle specie e agli habitat di cui alla direttive Uccelli e Habitat e alle liste rosse locali, dell'Unione internazionale per la conservazione della natura e dell'Unione europea;
      • acquisto di terreni per realizzare gli investimenti suddetti nei limiti del 10% del contributo concesso. E’ esclusa la compravendita di terreni comunali e provinciali.

         

        Allegati

        Testo M04 da PSR vigente
        File pdf - 1.83 MB

        Contatti

        Riferimento
        Mariarosaria Romano, Giovanni Scanabissi (Op. 4.4.1)
        Email
        mariarosaria.romano@regione.piemonte.it
        Riferimento
        Paola Rasetto, Emanuele Parzanese (Op. 4.4.2)
        Email
        paola.rasetto@regione.piemonte.it
        Riferimento
        Simona Gaido - Settore Biodiversità e aree naturali (Op. 4.4.3)
        PEC
        territorio-ambiente@cert.regione.piemonte.it