Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Bando 2018 dell'Operazione 8.1.1 - PSR 2014-20

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti

Istruttoria domande di sostegno e termine domande di pagamento

L’introduzione dell’obbligo delle verifiche relative agli aiuti di stato ha comportato un rallentamento nella definizione delle procedure e un allungamento dei tempi di istruttoria delle domande di sostegno e dei relativi progetti per l’ammissione a finanziamento degli interventi, che si prevede comunque siano completate entro il prossimo mese di settembre.

In ogni caso, con Determinazione Dirigenziale del Settore Foreste n. 2584 del 25 luglio 2019, il termine per la trasmissione della domanda di pagamento è stato portato al 30 giugno 2021.

Con la medesima DD. sono state integrate e modificate le Norme di attuazione del bando 2018, approvate con n. D.D. 1149 del 23 aprile 2018 e già integrate con D.D. n. 1555 del 28 maggio 2018.

Interventi non ammissibili

Oltre a quanto specificato al par. 7.7 delle Norme di attuazione, si ricordano:

  • il RD 523/1904, che vieta qualunque impianto con specie arborea a meno di 4 m. dal ciglio di sponda;
  • i regolamenti comunali di polizia rurale, che possono stabilire una distanza minima degli alberi dai confini di proprietà superiore a quanto previsto dall'art. 892 del C.C: la verifica va esplicitata nella relazione tecnica finale all’interno del CREL.

Rendicontazione delle spese tramite costi standard o prezzario

In riferimento a quanto indicato al par. 10.1, si sottolinea che:

  • per l'azione 1 – pioppicoltura – vanno utilizzati esclusivamente i costi standard, comprensivi di tutte le voci di costo, dalle operazioni di preparazione del terreno, preliminari all’impianto, fino all’acquisto del materiale vivaistico;
  • per le azioni 2 e 3: per le operazioni di preparazione del terreno e per la messa a dimora del materiale vivaistico vanno utilizzati esclusivamente i costi standard. Per tutte le altre operazioni devono essere prodotti documenti giustificativi, confrontati con il prezzario regionale di riferimento;
  • per tutte le azioni, le operazioni effettuate direttamente dall’azienda con propria manodopera ed attrezzatura (nel bando 2016 rendicontate come “lavori in economia”), vanno rendicontate tramite i costi standard;
  • i costi standard non sono applicabili nei casi in cui la realizzazione dell’impianto sia oggetto di appalto pubblico.

Domande di pagamento

L'elenco completo della documentazione da presentare insieme alla domanda di pagamento è indicato al par. 11.2 delle Norme di attuazione. Si precisa in particolare che:

1) la superficie liquidabile è pari all’area effettiva di impianto, calcolata dalla linea che unisce i fusti perimetrali e maggiorata di una fascia esterna di larghezza pari a 4 metri. Non è possibile riconoscere il costo di eventuali lavorazioni su fasce di rispetto più ampie dei 4 m;

2) nel caso di pioppeti costituiti da blocchi monoclonali: a) dovranno essere contrassegnati in campo elementi di separazione tra un blocco e l’altro; b) ogni singolo blocco monoclonale dovrà essere perimetrato e georiferito come singolo poligono shape file.

3) per la tracciabilità dei pagamenti, oltre alla copia delle fatture con la frase apposta dal fornitore "PSR 2014-2020 Misura 8 operazione 8.1.1", è sufficiente allegare la seguente documentazione: estratto conto o ricevuta bancaria o disposizione attestante il pagamento;

4) in allegato sono riportati i modelli di Certificato regolare esecuzione lavori (CREL), elenco materiali vivaistici, elenco fatture.

Domande di variante

Come specificato al cap. 17 delle Norme di attuazione, si ricorda che:

- l’acquisto dei beni o la realizzazione delle opere oggetto di variante è ammissibile soltanto dopo la presentazione su SIAP della domanda di variante;

- il beneficiario che esegua le varianti preventivamente richieste senza attendere l’autorizzazione si assume il rischio che le spese sostenute non siano riconosciute a consuntivo, nel caso in cui la variante non sia autorizzata.

Contatti

Riferimento
Lorenzo Camoriano
Email
lorenzo.camoriano@regione.piemonte.it