Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Carta delle Forme associative del Piemonte (legge regionale 28 settembre 2012, n. 11)

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici

In questa sezione si intende fornire tutta la documentazione utile relativamente alla legge regionale n. 11/2012: il testo della legge, la normativa nazionale di riferimento, la classificazione dei Comuni attualmente in vigore e gli stralci della Carta delle Forme associative del Piemonte.

La legge regionale n. 11/2012 di riordino del sistema degli Enti locali rappresenta un passo molto importante per il Piemonte. Oggi i Comuni hanno a disposizione un testo organico, che fissa regole certe, ma che allo stesso tempo lascia ai Comuni libertà di azione nel dare attuzione, relativamente alle esigenze del proprio territorio, alla gestione associata obbligatoria delle funzioni comunali.

Adozione della Carta delle Forme associative del Piemonte - Nono stralcio

 

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 1-461 dell’8.11.2019, ha adottato, ai sensi dell’art. 8, comma 8, della L.R. 28/9/2012, n. 11, la Carta delle Forme associative del Piemonte – nono stralcio, nella quale sono inserite le 105 Unioni, di cui 55 Unioni montane e 50 Unioni di Comuni. 

Adozione della Carta delle forme associative del Piemonte - Ottavo stralcio

La Giunta regionale, con la D.G.R. n. 2-7495 del 7.9.2018, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 38 del 20.9.2018, ha adottato la Carta delle Forme associative del Piemonte – ottavo stralcio, ai sensi dell’art. 8, comma 8, della L.R. 28/9/2012, n. 11.

E’ stata inserita l’Unione Riviera del Monferrato, di cui all’elenco allegato sub A), nell’ambito della Carta. E’ stata quindi attestata la rispondenza di tale Unione ai requisiti di aggregazione richiesti dalle Leggi regionali n. 11 del 28/9/2012 e n. 3 del 14/3/2014.

La Giunta regionale ha verificato lo scioglimento dell’Unione Comuni del Cusio.

E’ stato preso atto che è modificata la composizione di alcune Unioni già inserite nei precedenti stralci della Carta e che la nuova composizione delle stesse è quella identificata nella tabella costituente allegato sub B).
E’ stata attuata una ricognizione di tutte le Unioni che risultano essere inserite nella Carta, ivi comprese quelle oggetto del presente provvedimento, che risultano complessivamente 107, di cui 56 Unioni montane e 51 Unioni di comuni, formalizzate nell’allegato sub C) che pertanto, allo stato attuale, costituisce la Carta.

Al presente provvedimento è stata riconosciuta la valenza di ottavo stralcio della Carta.

La Carta potrà essere delineata attraverso l’approvazione di successivi provvedimenti della Giunta regionale adottati nel rispetto delle leggi nazionali e regionali richiamate, che ne costituiscono stralcio, e sarà rinnovata nella sua interezza con cadenza almeno triennale, come stabilito dall’art. 9 della L.R. 11/2012.

Adozione della Carta delle Forme associative del Piemonte - Settimo stralcio

La Giunta regionale, con la D.G.R. n. 9-5543 del 29 agosto 2017, pubblicata sul Supplemento ordinario n. 1 al Bollettino Ufficiale n. 36 del 7.9.2017, ha:

1) adottato la Carta delle Forme associative del Piemonte - settimo stralcio, ai sensi dell’art. 8, comma 8, della L.R. 28/9/2012, n. 11.

2) proceduto all’inserimento delle Unioni, che risultano complessivamente due, di cui all’elenco allegato sub A) nell’ambito della Carta.

3) attestato la rispondenza delle Unioni in argomento ai requisiti di aggregazione richiesti dalle Leggi regionali n. 11 del 28/9/2012 e n. 3 del 14/3/2014 in applicazione dei criteri metodologici indicati nelle premesse del presente provvedimento e richiamati quale parte integrante e sostanziale.

4) dato atto che si è verificato lo scioglimento delle seguenti Unioni:

- Unione dei comuni Betlemme

- Comunità collinare Colline Alfieri

5) escluso dalla Carta le seguenti Unioni:

- Unione comuni Basso Monferrato

- Unione dei comuni tra Sture e Po.
 
6) dato atto che si è modificata la composizione di alcune Unioni già inserite nei precedenti stralci della Carta e che la nuova composizione delle stesse è quella identificata nella tabella costituente allegato sub B) del presente provvedimento per formarne parte integrante e sostanziale.
 

7) effettuato una ricognizione di tutte le Unioni che risultano essere inserite nella Carta, ivi comprese quelle oggetto del presente provvedimento, che risultano complessivamente 107, di cui 56 Unioni montane e 51 Unioni di comuni, formalizzate nell’allegato sub C) che pertanto, allo stato attuale, costituisce la Carta.

8) riconosciuto al presente provvedimento la valenza di settimo stralcio della Carta.
9) dato atto che la Carta potrà essere delineata attraverso l’approvazione di successivi provvedimenti della Giunta regionale adottati nel rispetto delle leggi nazionali e regionali richiamate, che ne costituiscono stralcio, e sarà rinnovata nella sua interezza con cadenza almeno triennale, come stabilito dall’art. 9 della L.R. 11/2012.

Adozione della Carta delle Forme associative del Piemonte - Sesto stralcio

La Giunta regionale, con  D.G.R. n. 53-3791 del 4.8.2016, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 32 del 11.8.2016, ha adottato la Carta delle Forme associative del Piemonte - sesto stralcio, ai sensi dell’art. 8, comma 8, della L.R. 28/9/2012, n. 11, procedendo all’inserimento delle Unioni di cui agli elenchi allegati sub A) e sub B) nell’ambito della Carta.

E’ stata attestata la rispondenza delle Unioni in argomento ai requisiti di aggregazione richiesti dalle Leggi regionali n. 11 del 28/9/2012 e n. 3 del 14/3/2014, dando atto che si è modificata la composizione di alcune Unioni già inserite nei precedenti stralci della Carta e che la nuova composizione delle stesse è quella identificata nella tabella costituente allegato sub C) del provvedimento. La ricognizione di tutte le Unioni che risultano essere inserite nella Carta, ivi comprese quelle oggetto del presente provvedimento, che risultano complessivamente 109, di cui 56 Unioni montane e 53 Unioni di Comuni, è rappresentata nell’allegato sub D) che pertanto, allo stato attuale, costituisce la Carta.

Adozione della Carta delle Forme associative del Piemonte - Quinto stralcio

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 9-3077 del 29.3.2016, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 14 del 7.4.2016, ha adottato la Carta delle Forme associative del Piemonte - quinto stralcio, ai sensi dell’art. 8, comma 8, della L.R. 28/9/2012, n. 11, procedendo all’inserimento delle Unioni di cui agli elenchi allegati sub A) e sub B) nell’ambito della Carta.

E' stata attestata la rispondenza delle Unioni in argomento ai requisiti di aggregazione richiesti dalle Leggi regionali n. 11 del 28/9/2012 e n. 3 del 14/3/2014, dando atto inoltre che si è modificata la composizione di alcune Unioni già inserite nei precedenti stralci della Carta e che la nuova composizione delle stesse è quella identificata nella tabella costituente allegato sub C) del provvedimento.

La Carta potrà essere delineata attraverso l’approvazione di successivi provvedimenti della Giunta regionale adottati nel rispetto delle leggi nazionali e regionali richiamate, che ne costituiscono stralcio, e sarà rinnovata nella sua interezza con cadenza almeno triennale, come stabilito dall’art. 9 della L.R. 11/2012.

Adozione della Carta delle forme associative del Piemonte - Quarto stralcio

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 14-2551 del 9.12.2015, pubblicata sul Supplemento ordinario n. 1 al Bollettino Ufficiale n. 51 del 24.12.2015, ha adottato la Carta delle forme associative del Piemonte – quarto stralcio, ai sensi dell’art. 8, comma 8, della L.R. 28/9/2012, n. 11, procedendo all’inserimento delle Unioni di cui agli elenchi allegati sub A) e sub B) nell’ambito della Carta.

E' stata attestata la rispondenza delle Unioni in argomento ai requisiti di aggregazione richiesti dalle Leggi regionali n. 11 del 28/9/2012 e n. 3 del 14/3/2014.

E' stato altresì accordato alle Unioni che non hanno ottemperato alle condizioni poste con la DGR n. 13-1179 del 10/3/2015, un ulteriore termine di 60 giorni per uniformarsi alle condizioni richieste; in caso contrario l’Unione sarà automaticamente estromessa dalla Carta.

Con il provvedimento si dà atto che si è modificata la composizione di alcune Unioni già inserite nei precedenti stralci della Carta e che la nuova composizione delle stesse è quella identificata nella tabella costituente allegato sub C); l'allegato sub D) riporta la ricognizione di tutte le Unioni che, allo stato attuale, fanno parte della Carta, la quale potrà essere delineata attraverso l’approvazione di successivi provvedimenti della Giunta regionale adottati nel rispetto delle leggi nazionali e regionali richiamate, che ne costituiscono stralcio, e sarà rinnovata nella sua interezza con cadenza almeno triennale, come stabilito dall’art. 9 della L.R. 11/2012.

Adozione della Carta delle forme associative del Piemonte - Terzo stralcio

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 1947 del 31.7.2015, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 32 del 13.8.2015, ha adottato la Carta delle forme associative del Piemonte - terzo stralcio, ai sensi dell’art. 8, comma 8, della L.R. 28/9/2012, n. 11, procedendo all’inserimento delle Unioni di cui agli elenchi allegati sub A) e sub B) nell’ambito della Carta delle forme associative del Piemonte.

E' stata attestata la rispondenza delle Unioni in argomento ai requisiti di aggregazione richiesti dalle Leggi regionali n. 11 del 28/9/2012 e n. 3 del 14/3/2014; alle Unioni di comuni che non hanno ottemperato alle condizioni poste con la DGR n. 13-1179 del 10/3/2015, è stato accordato un ulteriore termine di 60 giorni dalla data di approvazione del presente provvedimento per uniformarsi alle condizioni richieste. In mancanza si procederà automaticamente ad eliminare l’Unione dalla Carta delle forme associative.

La composizione di alcune Unioni di Comuni già inserite nei precedenti stralci della Carta delle Forme associative ha subito variazioni; la nuova composizione di tali unioni è quella identificata nella tabella costituente allegato C) del provvedimento.

Adozione della Carta delle forme associative del Piemonte - Secondo stralcio

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 13-1179 del 16.3.2015, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 11, Supplemento ordinario n. 1 del 19.3.2015, ha adottato la Carta delle forme associative del Piemonte - secondo stralcio, ai sensi dell’art. 8, comma 8, della L.R. 28/9/2012, n. 11, procedendo all’inserimento delle Unioni di cui agli elenchi allegati sub A) e sub B) al provvedimento nell’ambito della Carta delle forme associative del Piemonte. Dette Unioni rispondono ai requisiti di aggregazione richiesti dalle Leggi regionali n. 11 del 28/9/2012 e n. 3 del 14/3/2014.

Adozione della Carta delle forme associative del Piemonte - Primo stralcio

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 1-568 del 18.11.2014, pubblicata sul Supplemento ordinario n. 2 al Bollettino Ufficiale n. 47 del 20.11.2014, ha adottato la Carta delle forme associative del Piemonte - primo stralcio, ai sensi dell’art. 8, comma 8, della L.R. 28/9/2012, n. 11,sancendo l’istituzione delle Unioni di Comuni suddivise rispettivamente in Unioni montane e Unioni di comuni, riportate negli elenchi sub A) e sub B), allegati al provvedimento, ai sensi del D.L. 95/2012, art. 19, comma 2 convertito in L. 135/2012 e delle LL.RR. n. 11/2012, art. 8, comma 8 e n. 3/2014, art. 8, comma 4.

 

Contatti

Riferimento
Assessore al Bilancio, Finanze, Programmazione economico-finanziaria, Patrimonio, Affari legali e contenzioso, Rapporti con il Consiglio regionale, Enti locali, Post olimpico - Aldo Reschigna
Telefono
0114321650
Email
vicepresidenza@regione.piemonte.it
Riferimento
Responsabile del Settore Rapporti con le Autonomie locali e Polizia locale - dr.ssa Laura Di Domenico
Telefono
0114321327
Email
autonomie.locali@regione.piemonte.it