Tav: per Chiamparino “consumato il grande imbroglio”

Tema
Mobilità e trasporti
Autore
Gianni Gennaro
Creato il
11 Marzo 2019

Dopo aver appreso che il consiglio di amministrazione della società Telt ha deliberato la pubblicazione degli inviti a presentare candidatura per realizzare gli interventi dei lotti francesi del tunnel di base della Torino-Lione, il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, ha rilasciato una dichiarazione con la quale sostiene che “il Governo Conte-Salvini-Di Maio ha consumato il grande imbroglio: dall’estate scorsa hanno un unico obiettivo, scavallare le elezioni europee senza decidere. Ci sono riusciti, facendo credere che non si perdono i contributi europei quando è evidente, come ricorda l’UE, che ove ci fossero ulteriori ritardi sul cronoprogramma dei lavori i contributi salterebbero lo stesso. Basta leggere le dichiarazioni di stamattina per capire che lo stallo si ripresenterà tale e quale appena passate le elezioni”.

Pertanto, secondo Chiamparino, “a rischio è tutta l’opera: con una nuova Commissione europea chi si sente di escludere che con la contrarietà del Governo italiano qualcuno possa proporre che il Corridoio mediterraneo venga realizzato al di sopra delle Alpi con i contributi previsti per la tratta italiana?”

Ma il presidente non demorde: fa presente che “il Piemonte non ci sta a farsi prendere in giro da tre uomini in fuga elettorale dalla Tav” e annuncia che “reagiremo con ogni strumento democratico concesso: domani formalizzeremo la richiesta al Ministero degli Interni di poter tenere la consultazione popolare sul blocco della Tav con le elezioni del 26 maggio, in modo che sia chiaro chi è per la crescita, l’ambiente, la sicurezza, e chi è contro”.

Tag
#tav
#torino-lione
#telt
#presidente-sergio-chiamparino