La Torino-Lione non serve per trasportare le tome della Valsusa

Tema
Mobilità e trasporti
Autore
Gianni Gennaro
Creato il
11 Febbraio 2019

l presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, ha commentato con ironia le ultime dichiarazioni del ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, secondo cui la Torino-Lione “è un grandissimo disastro” e "un’opera d'interesse principalmente regionale; se riusciranno ad andare avanti senza di noi andranno avanti”.

“In effetti, se si approfondisce - ha dichiarato Chiamparino - si scopre che l’Unione Europea l’ha inserita nel Corridoio mediterraneo che collega la penisola iberica con l’Est Europa per portare più velocemente oltralpe la toma della Valsusa”.

Per quanto riguarda le modifiche del progetto, il presidente consiglia a Toninelli di ricordarsi che “sono avvenute grazie all’Osservatorio e a un confronto con i sindaci interessati per migliorare il tracciato, per ridurre drasticamente le risorse impegnate e per tutelare ancora di più l’ambiente”.

Infine, suggerisce che “ora che le elezioni abruzzesi si sono svolte, il Governo decida una volta per tutte. Così sarà chiaro chi vuole mettere il Piemonte in un angolo e chi invece lavora per la crescita, la sicurezza, l’ambiente".  Infatti, "più passa il tempo, più c'è il rischio di perdere i contributi europei che sono disponibili per proseguire l'opera, già avviata. Ci sono i soldi, basta far partire le gare e quindi i lavori. Interromperli vuol dire interrompere una grande opportunità di crescita. Se si sospende la Tav la vocazione del Piemonte e di Torino viene tradita".

 

Tag
#tav
#torino-lione
#presidente-sergio-chiamparino