Un bando da 2 milioni per rimuovere l’amianto dagli edifici pubblici

Tema
Ambiente e Territorio
Autore
Gianni Gennaro
Creato il
07 Marzo 2019

Un segnale importante soprattutto nei confronti dei ragazzi che frequentano le scuole pubbliche, i principali edifici su cui si vuole intervenire”: l’assessore all’Ambiente della Regione Piemonte, Alberto Valmaggia, evidenzia così la priorità del bando per la presentazione delle domande di contributo per la bonifica dall’amianto.

Il bando è aperto fino al 15 maggio 2019, è rivolto ai Comuni e prevede una disponibilità di oltre 2 milioni di euro, che saranno assegnati per sostenere la rimozione di manufatti contenenti amianto da edifici e strutture di loro proprietà. Gli interventi dovranno essere realizzati entro il 30 novembre 2020. Il finanziamento regionale coprirà il 100% dell’importo netto dei costi di bonifica e dei costi per il ripristino, strettamente conseguenti alla rimozione dei manufatti contenenti amianto, oltre all’importo netto degli oneri per la sicurezza. L’importo massimo assegnabile per singola istanza è di 250.000 euro.

“Con questo ultimo bando - annota Valmaggia - la Regione avrà assegnato oltre 8 milioni di euro sulla legge 30 del 2008”.

Tag
#amianto
#scuole
#bando
#regione-piemonte
#assessore-alberto-valmaggia