Transizione industriale: in Piemonte azione pilota in ambito europeo

Tema
Fondi e progetti europei
Autore
Gianni Gennaro
Creato il
06 Marzo 2019

Transizione industriale e politiche regionali tra presente e futuro” è stato il tema del convegno svoltosi il 6 marzo presso il Politecnico di Torino quale appuntamento principale dell’evento annuale del programma operativo del Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) 2014-2020 della Regione Piemonte, organizzato nell’ambito della Settimana europea dell’Industria.

L’assessore alle Attività produttive, Innovazione e Ricerca, Giuseppina De Santis, e i rappresentanti della Commissione Europea e dell’Ocse hanno analizzato le politiche regionali già in atto e le direttrici che dovranno seguire quelle future politiche per affrontare tali sfide, con un focus specifico sul ruolo dei Poli di innovazione.

La Regione Piemonte è stata selezionata, insieme a Hauts-de-France (FR), Norra Mellansverige (SE), Sassonia (DE), Vallonia (BE), Cantabria (ES), Centre Val de Loire (FR), East-North (FI), Grand-Est (FR), Greater Manchester (UK), Lithuania e Slovenia, nell’ambito dell’Azione pilota della Commissione Europea a favore delle Regioni che stanno affrontando le sfide della transizione industriale. L’obiettivo è aiutare i territori a reagire più efficacemente alle sfide che tale transizione comporta rispetto ai propri specifici contesti economici e sociali, accompagnandoli in un percorso di riorientamento e rafforzamento delle proprie strategie e strumenti regionali. La Commissione Europea intende utilizzare questa iniziativa per testare nuovi approcci e acquisire elementi utili all’impostazione della futura programmazione europea post 2020.

Collaborazione con JRC

Il convegno è stata inoltre l’occasione per presentare il protocollo d’intesa che Regione Piemonte e il Centro di Ricerche della Commissione Europea JRC hanno siglato per attuare una stabile attività di collaborazione, a cui potranno far seguito accordi bilaterali separati tra JRC e gli istituti e le infrastrutture di ricerca pertinenti che fanno parte del sistema scientifico del Piemonte. Tale collaborazione si concentrerà in particolare sul rafforzamento dell’ecosistema dell’innovazione e comprenderà tutti i settori scientifici necessari al supporto al processo decisionale. Energia, trasporti, clima, spazio, sicurezza, nanomateriali sono alcuni fra gli ambiti attuali e futuri delle possibili partnership tra il JRC e le istituzioni scientifiche, di ricerca e di innovazione piemontesi. Tra le attività più concrete vi sarannola mobilità dei ricercatori verso le direzioni scientifiche del JRC, i programmi congiunti di dottorato e di ricerca post-dottorato, lo scambio e l'uso reciproco di piattaforme digitali, l’accesso agevolato alle infrastrutture di ricerca.

Come ha ricordato l’assessore De Santis. “la Regione Piemonte è impegnata attivamente per promuovere partenariati e collaborazioni del sistema di innovazione con le realtà europee, attraverso le numerose partecipazioni a reti, piattaforme e partenariati interregionali. L'accordo con JRC contribuirà ad un dialogo ancora più strutturato, allo scambio reciproco di informazioni e all'organizzazione di attività comuni, a beneficio di tutto il sistema piemontese in ottica presente e futura”.

Gli altri appuntamenti

Nella giornata del 5 marzo i rappresentanti della Commissione europea e delle autorità nazionali hanno avuto l’occasione di visitare il Polo regionale di Innovazione Clever (Cleantech&Energy innoVation clustER), che ha sede nell’Environment Park, con testimonianze dirette di utilizzo dei fondi europei per il sostegno a progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale.

 

Tag
#fesr
#regione-piemonte
#assessore-giuseppina-de-santis
#evento-annuale