Sostegno ai soggetti fragili

Tema
Politiche sociali
Autore
Redazione
Creato il
13 Maggio 2019

La Giunta regionale, come proposto dall’assessore alle Politiche sociali, ha stabilito i criteri per il riparto delle risorse agli enti gestori delle funzioni socio-assstenziali riferiti all’esercizio 2019 nei seguenti ambiti di intervento:

- sostegno delle prestazioni di lungoassistenza nella fase di cronicità per persone non autosufficienti (assistenza familiare e professionale, servizi domiciliari finalizzati ad alleviare gli oneri di cura della famiglia, affidamento diurno, telesoccorso, fornitura di pasti, interventi di lavanderia, pulizia e igiene, piccole manutenzioni dell’abitazione);

- mantenimento a domicilio degli anziani non autosufficienti e l’integrazione della retta per ricoveri definitivi;

- assistenza alle persone disabili, che consentiranno la continuazione degli interventi di assistenza domiciliare, sostegno socio-educativo alla persona, affidamento diurno o residenziale, assistenza residenziale e semiresidenziale, progetti di vita indipendente.

Restano inoltre invariati i criteri di riparto delle risorse del Fondo indistinto regionale, che verranno ripartite agli enti gestori delle funzioni socio-assistenziali in misura proporzionale alle quote attribuite nel 2018 e sulla base dell’effettivo assetto territoriale degli stessi.