Rifiuti: aumenta in Piemonte la raccolta differenziata

Tema
Ambiente e Territorio
Autore
Redazione
Creato il
18 Novembre 2019

E' sempre Novara la provincia più virtuosa del Piemonte nella raccolta differenziata dei rifiuti, con il 76%. Ma la quota è cresciuta a livello complessivo, passando al 61.2% con un +1.6% nel 2018 sul 2017, e c'è fiducia che il completamento del servizio 'porta a porta' a Torino, previsto nel 2021, possa portare al 65% complessivo indicato dall'Unione Europea.

A fornire l'aggiornamento dei dati è stato l'assessore regionale all'Ambiente, Matteo Marnati, nel corso di una conferenza stampa svoltasi il 18 novembre a Torino.

Nel 2018 sono stati destinate alla raccolta differenziata 1.328.000 tonnellate di rifiuti, mentre nell'indifferenziata ne sono finite 842.000. Dopo Novara si collocano Asti (71%) e il VCO (70%), agli ultimi posti Torino (57%) e Alessandria (53%). Il consorzio più performante è Chieri (81%), seguito da Medio Novarese (78%) e Basso Novarese (74%).

La carta è il rifiuto con la raccolta più corposa, 64 kg pro capite, seguita da organico (61), il vetro (39) e la plastica (29). I Comuni con 'tariffa puntuale', legata all'effettiva produzione dei cittadini, sono 68.

Tag
#rifiuti
#raccolta-differenziata
#assessore-matteo-marnati