Qualità dell’aria: rapporti interrotti tra Regione e Città metropolitana

Tema
Ambiente e Territorio
Autore
Redazione
Creato il
13 Novembre 2019

L’assessore regionale all’Ambiente, Matteo Marnati, interrompe i rapporti istituzionali con il tavolo sulla qualità dell’aria della Città metropolitana di Torino.

La decisione è stata assunta dopo che il 13 novembre nella sede di tale ente si sono incontrati 23 sindaci per pianificare le misure di contenimento delle sostanze inquinanti assieme con la consigliera con delega all’Ambiente, Barbara Azzarà, mentre Marnati era impegnato all’Enviroment Park di Torino per l’avvio del confronto con istituzioni e categorie socio-economiche riguardante la programmazione dei fondi europei 2021-27.

“D’ora in avanti questa grave sgrammaticatura istituzionale avrà come conseguenza il fatto che, in assenza di scuse formali, la Regione agirà autonomamente. Convocherò personalmente in Assessorato il tavolo sulla qualità dell’aria per concordare con i sindaci le politiche per la riduzione delle emissioni inquinanti nell’aria”, annuncia l’assessore, rimarcando che “non è accettabile che per tre volte consecutive si sia cercato l’incidente pianificando incontri senza verificare la presenza della Regione, che tra l’altro è il principale erogatore di sostegni economici. I sindaci sono i nostri primi interlocutori, e sono qui in assessorato regionale sono a casa loro”.

Tag
#aria
#assessore-matteo-marnati
#città-metropolitana
The website encountered an unexpected error. Please try again later.