Pubblicate le linee guida per la tariffazione puntuale della gestione dei rifiuti

Tema
Ambiente e Territorio
Autore
Gianni Gennaro
Creato il
10 Gennaio 2019

La Regione ha pubblicato le linee guida per la tariffazione puntuale della gestione dei rifiuti urbani. Il pagamento del servizio sulla base della quantità effettivamente prodotta, e non solo per superficie occupata e componenti del nucleo familiare, è considerata un’azione cardine per il raggiungimento degli obiettivi previsti dalle politiche regionali di settore.

Considerato che il passaggio a tariffa puntuale comporta una nuova visione dei ruoli di Comuni, Consorzi, soggetti gestori e utenze finali, la Regione vuole valorizzare e descrivere le migliori esperienze finora attuate in Piemonte, in modo da indirizzare Consorzi e Comuni nelle decisioni da assumere e garantire un’uniformità di applicazione su tutto il territorio di un potente strumento con cui orientare una politica più efficace e maggiormente virtuosa nella gestione dei rifiuti.

La tariffazione puntuale comporta infatti indubbi vantaggi ambientali e sociali, ma deve essere sempre associata ad una specifica strategia di comunicazione ed una attenta politica di gestione dei rifiuti che preveda e introduca tutti quegli strumenti che possono indirizzare ed accompagnare al meglio il cambiamento di abitudini che essa genera sulle famiglie e sulle attività commerciali.

“L’obiettivo ultimo - annuncia l’assessore all’Ambiente, Alberto Valmaggia - è quello di agevolare l’introduzio­ne dei sistemi di tariffazione puntuale entro il 2020, assicurando un’azione sistematica sul territorio in merito alle azioni volte alla riduzione dei rifiuti e all’aumento percentuale della raccolta differenziata, così come previsti dalla pianificazione regionale”.

Le linee guida sono consultabili sul Bollettino ufficiale.