I progetti per gli ospedali di Fossano, Saluzzo e Savigliano

Tema
Sanità
Autore
Gianni Gennaro
Creato il
19 Luglio 2019

L’assessore regionale alla Sanità, Luigi Icardi, ha illustrato il 19 luglio ai sindaci del territorio interessato i progetti dell'assessorato per gli ospedali di Fossano, Saluzzo e Savigliano.

"Fossano - ha detto Icardi - deve configurarsi come presidio di riabilitazione di II e III livello con lungodegenza, procreazione assistita, radiologia e ambulatori specialistici integrati con la rete ospedaliera. Saluzzo dovrà essere riferimento di area vasta per il servizio specialistico di assistenza agli ammalati respiratori in stadio avanzato e attività ambulatoriali sperimentali, affiancate a quelle tradizionali, quali l'odontoiatria sociale e con progressivo allargamento dell'attività chirurgica di elezione in regime di day-week surgery e ambulatoriale. Savigliano, in qualità di ospedale cardine, dovrà essere potenziato".

Problemi per il programma di investimenti approvato nel maggio 2018 dal Consiglio regionale, che prevedeva per il triennio 2018-2020 interventi per 7,5 milioni di euro su Saluzzo, 6,2 milioni su Fossano e 18 milioni su Savigliano, più 22 milioni di euro nel triennio successivo su Savigliano: “Nel complesso - ha affermato Icardi - si tratta di 53,7 milioni che ad oggi non hanno una copertura nelle risorse regionali, né in quelle statali, né in quelle dei privati".

Infine, l’assessore si è soffermato sul fatto che la Regione il 29 marzo scorso ha assegnato 9 milioni all'Asl Cn1 per avviare le attività di riqualificazione dei presidi ospedalieri dell'Area nord, con particolare riferimento all'adeguamento sismico e antincendio: "I lavori di analisi per la messa a norma stanno proseguendo e l'Asl prevede di concludere questa fase di entro 30 mesi. Dall'esito di tale attività otterrà l'adeguamento antincendio dei presidi ospedalieri e i risultati relativi agli adeguamenti necessari per l'antisismica. Esiste il rischio, oggi non ancora determinato, che i 9 milioni non siano sufficienti per mettere in sicurezza i tre presidi".

"La volontà dell'assessorato di offrire una risposta sanitaria adeguata è fuori discussione - ha concluso Icardi - aggiunge - ma le risorse potranno essere individuate solo dopo l'esito delle analisi tecniche sulla tenuta statica delle strutture. L'Assessorato continuerà a misurare la risposta sanitaria offerta alla popolazione del territorio con particolare attenzione sia per la produzione ospedaliera, sia per la rete territoriale".

Tag
#assessore-luigi-icardi
#saluzzo
#fossano
#savigliano
#ospedali