Preoccupazione sui conti economici delle Aziende sanitarie locali

Tema
Sanità
Autore
Redazione
Creato il
29 Luglio 2019

L’informativa sull’andamento economico del Servizio sanitario regionale svolta il 29 luglio nel corso della riunione della Quarta Commissione del Consiglio regionale ha consentito all’assessore alla Sanità, Luigi Icardi, di ribadire la sua preoccupazione sull’andamento dei conti economici delle Aziende sanitarie locali, che chiudono i bilanci consuntivi 2018 con 161 milioni di euro di perdita.

“Un disavanzo per cui la copertura - ha osservato Icardi - è stato necessario utilizzare anche i residui della gestione sanitaria accentrata degli anni precedenti. Ora l’attenzione si sposta sulla proiezione dei bilanci preventivi del 2019, che segnano una perdita di 454 milioni di euro, una cifra molto elevata che rischia di costringere la Regione a un nuovo piano di rientro. La Regione vi farà fronte con risorse straordinarie, ma le risorse straordinarie finiscono e potremmo avere dei problemi nel 2020 e nel 2021. Siamo comunque ancora in tempo per dare una sterzata potente e dobbiamo farlo. Chiediamo su questo fronte il massimo impegno dei manager delle Asl a rendere efficiente il sistema, in modo da garantirne la sostenibilità”.

L’assessore ha inoltre dichiarato che la Regione intende adottare un nuovo Piano socio-sanitario: “Il nostro obiettivo è offrire ai piemontesi una sanità efficiente e senza riduzione dei servizi ma, per fare questo, è indispensabile avere un occhio attento alle risorse. Scorporare la sanità dall’assistenza ha portato la Regione a spendere di più e non di meno, come era nelle previsioni. È mia intenzione riunire tali ambiti, perché senza una rete di assistenza post acuzie in strutture o a domicilio è impensabile pensare a eventuali tagli di posti letto”.

Tag
#assessore-luigi-icardi
#azienda-sanitarie
#conti-economici