La mobilità elettrica nello Spazio Alpino

Tema
Mobilità e trasporti
Autore
Gianni Gennaro
Creato il
26 Marzo 2019

”Partecipare al progetto e-MOTICON ha costituito per Regione Piemonte un'opportunità per riflettere, insieme agli enti locali del territorio, sull'interoperabilità delle infrastrutture pubbliche di ricarica dei veicoli elettrici e sulla pianificazione della loro distribuzione ottimale sul territorio, per garantire che gli investimenti pubblici e privati in materia possano avere la massima efficacia in termini di maggiore utilizzo da parte degli utenti di veicoli elettrici”: lo ha dichiarato l’assessore regionale ai Trasporti e alle Infrastrutture, Francesco Balocco, intervenendo il 26 marzo a Milano, nella sede della Regione Lombardia, all’evento finale di questa iniziativa co-finanziata dal Fondo europeo di sviluppo regionale tramite il programma Interreg dello Spazio Alpino, al quale hanno aderito 15 partner provenienti da 5 Paesi europei, avviato nel 2016 con l’obiettivo di identificare strumenti e possibili soluzioni per le Pubbliche amministrazioni disposte a investire nella mobilità elettrica.

“Grazie al progetto - ha proseguito Balocco - è stata definita una proposta di programma di azioni sulle infrastrutture di ricarica che potrà essere recepita nella programmazione regionale, insieme ad un documento di linee guida, approvato dalla Giunta, per l'applicazione locale dei principi della Strategia e-MOTICON”.

Cosa ha fatto la Regione Piemonte

L'Accordo di Parigi sul clima, la Direttiva sui combustibili alternativi, l'Accordo del Bacino padano per la qualità dell'aria hanno fissato importanti obbiettivi sui temi dell'inquinamento da traffico e della riduzione dei gas-serra che la Regione Piemonte ha recepito nei suoi documenti di pianificazione: il Piano della Mobilità e dei Trasporti, il Piano della qualità dell'aria ed energetico.

Sul tema della mobilità elettrica sono stati realizzati progetti pilota su sistemi di ricarica collegati alla smart-grid e acquistato bus elettrici tuttora circolanti a Torino e Novara.

Non appena saranno effettivamente disponibili le risorse messe a disposizione dal Piano nazionale delle Infrastrutture di ricarica verrà emanato un bando per il cofinanziamento delle colonnine, insieme ad un bando per il cofinanziamento per l’acquisto di veicoli commerciali a basso impatto.

Le linee guida regionali sulle colonnine di ricarica pubbliche prevedono l'integrazione della ricarica elettrica con il sistema di bigliettazione elettronica regionale, in un ottica di Mobility-As-A-Service (MaaS), al fine di aggregare intorno al sistema BIP tutti gli utenti che utilizzano modalità di trasporto sostenibili.

 

Tag
#mobilità-elettrica.-spazio-alpino
#e-moticon
#interreg
#assessore-francesco-balocco