Maggiore attenzione alla prevenzione degli incendi boschivi

Tema
Protezione civile
Autore
Gianni Gennaro
Creato il
14 Ottobre 2019

La nuova strategia di lotta agli incendi boschivi elaborata dalla Giunta regionale intende lavorare in anticipo sulle cause scatenanti, e non più solo con interventi di spegnimento.

I volontari del Corpo Antincendi boschivi e quelli di Protezione civile si dedicheranno quindi anche all’organizzazione di esercitazioni costanti, soprattutto nelle aree maggiormente a rischio, dedicando particolare attenzione alla prevenzione selvicolturale (ripristino e manutenzione della sentieristica e della viabilità forestale, manutenzione delle vasche di prelievo idrico, messa in sicurezza di borgate e nuclei abitati), all’informazione alla popolazione, alla loro formazione specialistica.

Si va così delineando un sistema - osserva l’assessore regionale alla Protezione civile, Marco Gabusi - in cui i volontari ricoprono un ruolo ancora più attivo nella lotta agli incendi boschivi, in considerazione del progressivo aumento del rischio a causa delle condizioni climatiche in evoluzione. Le 250 squadre e gli oltre 5000 volontari, diffusi capillarmente sul territorio montano e pedemontano, saranno i protagonisti di un vero e proprio progetto pilota, una linea guida nella nuova frontiera per l’impiego del volontariato Aib in quella grande sfida per i prossimi decenni che si chiama prevenzione”.

Tag
#incendi-boschivi
#giunta-regionale
#assessore-marco-gabusi
#aib
#linee-guida