Intesa fra Regione, Cassa Depositi e Prestiti e Finpiemonte per la crescita delle pmi

Tema
Sviluppo
Autore
Gianni Gennaro
Creato il
02 Ottobre 2019

Supportare lo sviluppo delle piccole e medie imprese del territorio è l’obiettivo del protocollo d’intesa sottoscritto il 2 ottobre a Torino da Alberto Cirio, presidente della Regione Piemonte, Fabrizio Palermo, amministratore delegato di Cassa Depositi e Prestiti, e Stefano Ambrosini, presidente di Finpiemonte.

Presenti anche gli assessori regionali alle Attività produttive, Andrea Tronzano, e alle Società partecipate, Fabrizio Ricca. Le immagini

L’accordo permetterà di avviare un rapporto di collaborazione con CDP, in qualità di Istituto Nazionale di Promozione, per la valutazione e possibile definizione di interventi di promozione di canali alternativi di finanziamento. Regione Piemonte e Finpiemonte, assieme a CDP, valuteranno e definiranno possibili interventi per soddisfare le necessità di finanziamento a medio-lungo termine delle PMI a supporto di progetti di crescita, innovazione e export, anche mediante strumenti di finanza alternativa e di accesso al mercato dei capitali (i cosiddetti Basket Bond). Le parti si impegnano inoltre ad attivare eventuali ulteriori strumenti di garanzia e cofinanziamento utili a completare l’offerta in supporto delle PMI locali.

“Si tratta di un’intesa fondamentale - ha commentato il presidente Cirio - che assume grande valenza per dare risorse a sostegno alle PMI esistenti e a chi vuole crearne di nuove ed investire in Piemonte. È inoltre il primo passo affinché il Piano per la competitività che sarà pronto a fine anno possa disporre non solo dei nostri fondi, ma anche delle linee di credito rivolte alle imprese necessarie per la sua efficace realizzazione”.

In particolare, la Regione svolgerà un’attività di indirizzo, impulso e coordinamento per la definizione delle modalità di realizzazione delle iniziative, Cassa Depositi e Prestiti valuterà la possibilità d’intervenire nelle iniziative singolarmente o insieme ad altri investitori istituzionali e istituzioni finanziarie, Finpiemonte agirà quale strumento operativo della Regione per lo svolgimento delle attività.

Cassa Depositi e Prestiti si impegna inoltre ad ampliare il proprio supporto alle PMI attraverso l’allargamento del perimetro di operatività di alcuni ulteriori strumenti quali, ad esempio:

- il fondo di garanzia per le PMI (CDP potrebbe costituire una sotto-sezione speciale a carattere multi-regionale per incrementare la dotazione dello strumento e permettere la concessione di nuove e maggiori garanzie a favore di quelle piemontesi);

- FRI regionale (Fondo rotativo per il sostegno alle imprese e gli investimenti in ricerca), con il quale CDP potrebbe finanziare a medio-lungo termine, insieme al sistema bancario e a tasso agevolato, le imprese beneficiarie di agevolazioni concesse dalla Regione su iniziative avviate a sostegno del tessuto imprenditoriale locale nell’ambito del Fondo;

- controgaranzie a imprese del settore creativo e culturale: CDP, mediante l’utilizzo di fondi pubblici regionali, Fondi strutturali e di investimento europei e risorse proprie, potrebbe concedere nuove linee di garanzia su interventi promossi da Confidi e banche.

    L’intesa contribuisce a rafforzare l’impegno di Cassa Depositi e Prestiti a supporto del tessuto produttivo regionale, che negli ultimi tre anni ha mobilitato circa 4 miliardi di euro a supporto diretto della crescita e dell’internazionalizzazione delle imprese piemontesi. Uno sforzo confermato anche dall’apertura nei prossimi mesi di una nuova sede a Torino, che finalizzata a promuovere una relazione più fluida e diretta con le comunità locali.

    La firma dell’intesa ha portato ad individuare un’ulteriore attività di collaborazione quale il potenziale ruolo di CDP a supporto tecnico e finanziario della Regione per lo sviluppo delle infrastrutture.

    Tag
    #pmi
    #presidente-alberto-cirio
    #finpiemonte
    #cassa-depositi-e-prestiti