Incontro con il primo ministro di Capo Verde

Tema
Regione Utile
Autore
Renato Dutto
Creato il
06 Novembre 2019

La Regione Piemonte intensificherà i rapporti di collaborazione con Capo Verde, nei settori dell'energia rinnovabile, dell'agricoltura e della pesca. Il Governo di Capo Verde organizzerà il suo quarto Forum internazionale degli investitori, nel maggio prossimo, per la prima volta in Piemonte.

Con una stretta di mano, al termine di un incontro svoltosi nella mattinata di martedì 5 novembre nella sala Giunta del Palazzo della Regione Piemonte, il presidente Alberto Cirio ed il primo ministro capoverdiano, José Ulisses de Pina Correia e Silva, hanno suggellato un nuovo corso nei rapporti tra la Repubblica di Capo Verde e la Regione Piemonte.

La delegazione proveniente dall'arcipelago capoverdiano è stata ricevuta anche dal presidente del Consiglio regionale, Stefano Allasia. Ad accompagnare il capo del Governo José Ulisses, il ministro capoverdiano dell'Agricoltura e dell'Ambiente, Gilberto Silva, l'ambasciatore in Italia, Jorge Gonçalves, ed i sindaci di tre delle città capoverdiane coinvolte in progetti di cooperazione con realtà piemontesi: São Filipe, Santa Catarina e Mosteiros.

Capo Verde, che conta 539 mila abitanti, nel 1975 ha ottenuto l'indipendenza nazionale e dal 1991 ha istituito un regime pluripartitico, con tutte le istituzioni della democrazia rappresentativa. Nella classifica del Pil pro capite, Capo Verde è al 130° posto nel mondo.

«Con grande piacere la Regione Piemonte ospiterà nel 2020 il Forum interazionale degli investitori organizzato dal Governo di Capo Verde - ha detto il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio - Intendiamo continuare ad sostenere le nostre iniziative di cooperazione allo sviluppo a favore degli amici di Capo Verde». Il primo ministro della Repubblica di Capo Verde ha ringraziato la «Regione Piemonte per l'accoglienza riservata. Come ho detto al recente incontro con il presidente del Consiglio italiano, sono convinto che i rapporti tra i nostri due Paesi si intensificheranno nei prossimi anni, non solo perché puntiamo allo sviluppo del turismo, passando entro il 2021 al milione di turisti all'anno, rispetto agli 800 mila attuali, ma per gli ampi margini di collaborazione nel settore dell'economia marittima, della tecnologia per l'estrazione dell'acqua e dell'agricoltura. In questo contesto, il Piemonte riveste un ruolo di primo piano».

Dal 2004 ad oggi, la Regione Piemonte ha sostenuto 32 progetti di cooperazione allo sviluppo a Capo Verde, per uno stanziamento complessivo di un milione e 285 mila euro, in collaborazione con enti locali piemontesi, associazioni di volontariato ed altri partner. Ben quattro progetti sono stati realizzati da Amses, l'Associazione Missionaria Solidarietà e Sviluppo, ed il Centro Missioni estere dei frati Cappuccini, rappresentati all'incontro da padre Ottavio Fasano, tessitore delle relazioni tra Piemonte e Capo Verde.
All'incontro in Regione hanno partecipato anche Valerio Oderda, sindaco di Racconigi, città d'origine di padre Fasano ed ente capofila dell’associazione “Insieme per la Solidarietà”, che dal 1998 riunisce Comuni del Cuneese impegnati a favore dei Paesi del sud del mondo, oltre a Maria Graça de Resurreiçao Do Rosario Almeida, direttrice dei progetti  dell'Asde, Associazione Solidarietà e Sviluppo di Capo Verde.

Il 21 gennaio 2020, in occasione dell'inaugurazione di un corso a Capo Verde della Scuola enologica Umberto I di Alba, una delegazione della Regione Piemonte discuterà della collaborazione con la Repubblica dell'arcipelago africano, sui temi dell'energia rinnovabile, dell'agricoltura e della pesca.

Tag
#capo-verde
#presidente-alberto-cirio