Festa del cross nel Parco della Mandria

Tema
Sport
Autore
Gianni Gennaro
Creato il
11 Marzo 2019

Sono stati oltre 2700 gli atleti che hanno gareggiato al Campionato italiano di corsa campestre, tenutosi sabato 9 e domenica 10 marzo nel Parco della Mandria di Venaria Reale.

Una competizione più partecipata delle scorse edizioni (700 iscritti in più rispetto allo scorso anno in Umbria) con 8 titoli nazionali in palio: 4 maschili e 4 femminili nelle diverse categorie (assoluti, promesse, juniores e allievi) e altrettanti per club (combinata, assoluti, juniores, allievi), a cui si sono aggiunte le competizioni riservate ai cadetti, suddivisi nelle 21 rappresentative regionali.

Uno scenario unico, invaso da atleti e giovani promesse dell’atletica italiana - ha commentato l’assessore regionale allo Sport, Giovanni Maria Ferraris - dimostrando di essere capaci di affrontare e vincere le sfide! Un risultato che premia gli anni di duro lavoro a fianco di grandi donne e uomini della Fidal piemontese, che condotti da Maurizio Damilano, Rosy Boaglio, Paolo Germanetto e Clelia Zola hanno saputo osare insieme a me per progettare e costruire un futuro per i nostri ragazzi”.

Archiviato questo grande successo, Ferraris anticipa che “il nostro sguardo punta già sui Campionati europei di corsa campestre del 2021, che abbiamo praticamente già in tasca, e nel credere che il Parco possa davvero diventare un centro federale di addestramento, come casa ideale e naturale per l’atletica outdoor”.

Tag
#corsa-campestre
#cross
#campionati-italiani
#la-mandria
#assessore-ferraris