Dal 1° febbraio altri disagi sulla Cuneo-Ventimiglia

Tema
Mobilità e trasporti
Autore
Gianni Gennaro
Creato il
30 Gennaio 2019
La linea ferroviaria Cuneo - Ventimiglia

Altri disagi dal 1° febbraio sulla linea ferroviaria Cuneo-Ventimiglia: i treni dovranno procedere a 10 km/h nel tratto della galleria Paganini, tra Fontan e San Dalmas, in territorio francese. Il provvedimento, adottati da Sncf Reseau, resterà in vigore fino al termine dei lavori di consolidamento, il cui inizio è previsto il 18 marzo.

Una decisione che ha visto l'Agenzia della mobilità piemontese incolpare la società di “scarso preavviso” e sostenere che, oltre ai ritardi, la conseguenza dei lavori sarebbe la necessità di due treni diversi per consentire l'arrivo a Ventimiglia alle 10.27 e la partenza dalla città ligure alle 10.37.

Sulla vicenda è intervenuto anche l’assessore ai Trasporti della Regione Piemonte, Francesco Balocco: “Se non vi sarà la disponibilità di Sncf di ritardare l'entrata in vigore del provvedimento per consentire di individuare possibili correttivi e anticipare i lavori di sistemazione, l'unica soluzione praticabile sarà sopprimere le fermate in territorio francese con l'esclusione di Tenda e Breil”.

Balocco ha anche annunciato che verrà chiesta la convocazione del tavolo tecnico per analizzare la situazione e lamentato che “questo episodio dimostra una volta di più come sia necessario l'intervento risoluto del Governo, finora completamente assente, per chiudere il rinnovo della convenzione per la gestione della linea, ormai fermo da mesi”.

Tag
#cuneo-ventimiglia
#assessore-francesco-balocco