Cittadini resilienti: iniziamo dalle scuole

Tema
Protezione civile
Autore
Valentina Pippo
Creato il
08 Novembre 2019

Nell'ambito delle celebrazioni della Giornata della Protezione civile, la Regione Piemonte ha organizzato tre giorni di formazione con i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado.

Il 6, 7 e 8 novembre oltre 600 studenti sono transitati nella sede regionale della Protezione civile di corso Marche 79 a Torino compiendo un percosso formativo conoscitivo che li ha portati ad avere una maggiore consapevolezza dei rischi del territorio in cui vivono, e di come farvi fronte in maniera corretta con comportamenti adeguati.

L’iniziativa, attuata con Arpa Piemonte, Città metropolitana e Politecnico di Torino, è stata pensata per proporre ai ragazzi diverse esperienze per renderli più consapevoli del ruolo attivo che possono svolgere all'interno delle comunità a partire dai piccoli gesti di ogni giorno, diffondere la cultura della Protezione civile, accrescere le loro conoscenze per la tutela dell’ambiente e del territorio.

Gli studenti hanno visto una simulazione di un sisma mediante il video Magnitudo5.5, che testimonia l’esercitazione del 2016 nel Pinerolese, e con il gioco di ruolo VainPaniCOC, proposto dalla Citta metropolitana di Torino nell’ambito del progetto europeo Resba che opera nella resilienza degli sbarramenti, si sono calati nei panni di sindaci, tecnici comunali, polizia locale per indicare una strategia ai loro concittadini e fronteggiare un’alluvione.

Un altro momento formativo è stato proposto da un team studentesco del Politecnico di Torino con “Mi Lego al Territorio”: un modello Lego costruito con circa 12.000 pezzi che riproduce un bacino idrogeologico e fenomeni alluvionali. I ragazzi sono stati invitati ad interagire aggiungendo elementi di prevenzione prima, durante e dopo una alluvione.

Arpa Piemonte ha invece presentato la stazione meteo portatile, le conseguenti valutazioni climatiche e la formazione di un bollettino di allerta. Infine, in Sala operativa sono stati coinvolti nei processi che il sistema mette in moto per avviare i soccorsi durante un’emergenza.

La formazione si è conclusa con la visita ad alcuni mezzi, apparecchiature e moduli di una tendopoli appositamente montati dai volontari della Colonna mobile di Druento, uno dei presidi di pronto intervento del Piemonte.

Tag
#giornata-protezione-civile
#studenti