Le azioni per contrastare gli incendi boschivi

Tema
Protezione civile
Autore
Mara Anastasia
Creato il
12 Marzo 2019

L’assessore regionale alla Protezione civile, Alberto Valmaggia, ha effettuato nella mattinata del 12 marzo un sopralluogo a Val della Torre e Givoletto, potendo così constatare i danni provocati dagli incendi boschivi dei giorni scorsi.

Dopo le prime segnalazioni e verifiche, il Sistema antincendi boschivi della Regione Piemonte (volontari Aib e Vigili del fuoco) si è attivato con interventi a San Carlo Canavese, Val della Torre, Bollengo, Bairo e Givoletto (Torino), a Viarigi (Asti), a Paesana e Bagnolo Piemonte (Cuneo), a Cremolino (Alessandria) e Mottalciata (Biella).

“La mancanza di pioggia e il vento sono condizioni ideali per lo sprigionarsi di roghi - ha sostenuto Valmaggia - Per questo motivo la Regione Piemonte ha ritenuto opportuno dichiarare lo stato di massima pericolosità per il rischio incendi, che sarà in vigore dal 13 marzo su tutto il territorio. Fondamentale anche l’attività di prevenzione da parte dei cittadini, sia evitando comportamenti pericolosi, sia segnalando i principi di incendio al numero unico 112”.

Nei giorni seguenti dalla Sala operativa unificata permanente istituita presso la sede dei Vigili del fuoco, in accordo con la Regione Piemonte e i responsabili del Corpo Volontari degli antincendi boschivi, vengono pianificate le azioni per contrastare i roghi.

Informazioni in tempo reale su https://twitter.com/ProCivPiemonte

Tag
#incendi
#assessore-alberto-valmaggia
#sopralluogo
#aib