Artissima 2019 presenta Art Mapping Piemonte

Tema
Cultura
Autore
Donatella Actis
Creato il
31 Ottobre 2019

Artissima, inaugurata nella giornata di giovedì 31 ottobre e visitabile sino a domenica 3 novembre, ha aperto le porte della sua ventiseiesima edizione negli spazi dell’Oval di Torino, L’unica fiera italiana dedicata esclusivamente al contemporaneo accoglie i suoi 55.000 visitatori con un palinsesto che, mantenendone intatta l’identità di ricerca e d’avanguardia, propone idee e proposte inedite per rispondere agli stimoli del nostro tempo.

La kermesse quest’anno propone la dialettica desiderio/censura come tema trasversale attorno al quale far convergere l’attenzione. L’obiettivo è stimolare una riflessione eterogenea sulle ambizioni e sulle utopie contemporanee, sul complesso rapporto che esiste nella società contemporanea tra le immagini e il loro controllo.

Riconosciuta a livello internazionale per l’attenzione alle pratiche sperimentali e come trampolino di lancio per artisti emergenti e gallerie di ricerca, Artissima è un appuntamento unico che attrae ogni anno un pubblico di collezionisti, professionisti del settore e appassionati. La fiera, diretta per il terzo anno da Ilaria Bonacossa, si riconferma come la preferita da curatori, direttori di istituzioni, fondazioni d’arte e patron di musei provenienti da tutto il mondo, coinvolti a vario titolo nel suo programma.

“Il sistema artistico piemontese, soprattutto grazie a esperienze di successo di cui Artissima è una delle espressioni maggiori,- ha detto visitandola l’assessore regionale alla Cultura, Vittoria Poggio - si è affermato sulla scena italiana e all’estero attraverso un’offerta sempre più ampia, con un crescendo di proposte espositive, diretta conseguenza del ricco panorama di musei, mostre e manifestazioni nate, cresciute e affermatesi nel tempo. Con l’attenzione offerta anche a questa edizione, la Regione Piemonte assolve al ruolo istituzionale di sostegno e di promozione della cultura”.

Art Mapping Piemonte, presentato in fiera, è il nuovo progetto nato dalla volontà della Regione Piemonte e realizzato con il sostegno di Compagnia di San Paolo, che invita alla scoperta dell’arte contemporanea al di fuori dei percorsi artistici tradizionali. Il progetto, che rafforza il ruolo dell’arte contemporanea in Piemonte quale strumento di sviluppo culturale turistico ed economico, consiste nella realizzazione di tre installazioni concepite appositamente da artisti contemporanei internazionali e, parallelamente, una guida delle più significative opere di arte pubblica contemporanea presenti sul territorio piemontese.

Anche in questa edizione è evidente il fermento sia creativo sia organizzativo, in continua e costante crescita, che va ricondotto anche all’attività svolta da parte di numerosi operatori, nonché alla presenza di professionalità specifiche e riconosciute a livello internazionale.

Tag
#artissima-2019
#assessore-vittoria-poggio