Aperti i bandi per ripristinare i danni alle foreste causati da calamità naturali

Tema
Ambiente e Territorio

Autore

Data notizia

I proprietari e i gestori di foreste private e/o pubbliche, singoli o associati, hanno tempo fino al 4 febbraio 2020 per partecipare ai bandi delle misure selvicolturali del Piano di sviluppo rurale con i quali la Regione finanzia con 8 milioni di euro gli interventi di prevenzione e di ripristino dei danni causati da incendi, calamità naturali ed eventi catastrofici e gli investimenti per accrescere la resilienza e il pregio ambientale degli ecosistemi forestali.

“Sono misure - commenta il vicepresidente e assessore alle Foreste, Fabio Carosso - molto attese dal nostro territorio, visti soprattutto gli eventi calamitosi degli ultimi anni. Gli oltre 8 milioni a disposizione rappresentano infatti la principale fonte di finanziamento per intervenire nei boschi che sono stati percorsi dagli estesi incendi dell’autunno 2017 e della primavera scorsa, o che sono stati danneggiati da altre calamità naturali. Inoltre, i finanziamenti possono anche essere utilizzati per interventi nelle aree golenali e riparali dei corsi d’acqua, a condizione che riguardino superfici forestali e che siano interventi selvicolturali e di ingegneria naturalistica finalizzati alla stabilità dei boschi e dei versanti, estremamente importanti quando si verificano eventi alluvionali come quelli a cui abbiamo assistito in queste settimane”.

I bandi finanziano anche gli interventi di prevenzione e quelli che hanno lo scopo di riqualificare e migliorare gli ecosistemi forestali e valorizzare i boschi in termini di pubblica utilità a fini ricreativi, turistici, didattici e culturali.

Bandi 2019 per lo sviluppo delle aree forestali

 

Tag
#foreste
#calamità-naturali
#bandi
#vicepresidente-fabio-carosso