6 milioni di euro dalla Regione per l'innovazione nell'agroalimentare

Tema
Sviluppo
Autore
Pasquale De Vita
Creato il
30 Luglio 2019

Una giornata dedicata all'innovazione e al trasferimento tecnologico nell'agroalimentare, fra poli e fondazioni che hanno l’obiettivo di sviluppare la competitività del comparto, promuovendo il made in Piemonte. L’ha trascorsa lunedì 29 luglio l’assessore all'Innovazione della Regione Piemonte, Matteo Marnati, in visita prima a Dronero (CN) al polo dell’agrifood gestito da Miac Scpa, e successivamente alla fondazione Agrion di Manta (CN), accompagnato dai consiglieri regionali della provincia di Cuneo, Matteo Gagliasso e Paolo De Marchi.

«Il Piemonte – ha detto l’assessore Marnati – ha una grande vocazione enogastronomica ed esprime numerose eccellenze conosciute in tutto il mondo. I progetti finanziati da Regione Piemonte aiutano le aziende, associate al Polo, a trovare soluzioni innovative e a massimizzare la qualità dei prodotti piemontesi come ad esempio la nocciola, il vino, il riso, il latte. Il bando PASS recentemente pubblicato e del valore di 6 milioni è uno degli esempi a sostegno di queste iniziative per le nostre aziende, che possono trarre un forte vantaggio dall'accesso a servizi qualificati a sostegno dell’innovazione e alla realizzazione di studi di fattibilità preliminari ad attività di ricerca industriale»

Il polo dell’agrifood piemontese di Dronero (CN) è supportato dalla Regione Piemonte nell'ambito dei fondi comunitari FESR 2014-2020, al fine di stimolare la domanda di innovazione da parte delle aziende piemontesi del comparto agroalimentare. Un aggregato di imprese, enti di ricerca, laboratori, associazioni grazie a cui le aziende dell’eccellenza agro-alimentare accedono a servizi avanzati per migliorare la competitività del comparto e riescono a competere sui mercati internazionali esportando il made in Piemonte.

Fra i progetti di vanto per il Piemonte, l'azienda La Gentile ha presentato un metodo innovativo per la trasformazione delle nocciole, Zoppi e Criotec dei sistemi sviluppati per la surgelazione rapida degli alimenti, Agrindustria Tecco un sistema eco-compatibile per la produzione di alimenti provenienti dalle filiere risicole e viti-vinicole e infine la Centrale del Latte d'Italia un metodo per lo sviluppo di un latte a migliorato profilo proteico.

L’assessore Marnati ha poi proseguito la giornata con la visita alla fondazione Agrion di Manta (CN), voluta per promuovere e realizzare la ricerca, l’innovazione e lo sviluppo tecnologico dell’agricoltura piemontese. La Regione Piemonte è uno dei soci fondatori della fondazione, voluta per promuovere e realizzare la ricerca, l’innovazione e lo sviluppo tecnologico dell’agricoltura piemontese.Il cuore della sua attività è la creazione di percorsi di innovazione nei seguenti ambiti di ricerca:

– vitivinicoltura: tecniche colturali ed enologiche, difesa della vite e dell’ambiente, biotecnologie, diffusione dei risultati;

– frutticoltura: innovazione varietale, architettura e gestione del frutteto, protezione eco-sostenibile e biologica dalle avversità, qualità e post raccolta;

– orticoltura: innovazione, messa a punto di strategie di produzione integrata e biologica;

– corilicoltura: gestione agronomica del noccioleto, innovazione e protezione.

Tag
##innovazione
#agroalimentare
#assessore-matteo-marnati