I 100 anni di Fausto Coppi, la storia di un campione

Tema
Cultura
Autore
Donatella Actis
Creato il
27 Febbraio 2019

“Fausto Coppi è stata una figura positiva attorno alla quale la cultura italiana è cresciuta e si e' evoluta. Uno dei primi dibattiti sui diritti civili e' partito proprio dalle sue vicende personali. Per questo e' stato un' icona del suo tempo. Ambasciatore di una Italia che aveva voglia di sfide”. Con queste parole il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino ha introdotto la presentazione, al Teatro Carignano, di un anno di eventi dedicati al campione che lo ricorderanno tra Piemonte e Liguria.

A Fausto Coppi, icona della storia sportiva italiana e piemontese eccezionale, è dedicato infatti un calendario ricchissimo di incontri nei luoghi della sua vita, tra Castellania, Novi Ligure e Tortona, a Torino e dintorni, e a Cuneo, scenario della sua impresa più celebre, i 192 chilometri di fuga nella tappa Cuneo-Pinerolo del Giro d’Italia nel 1949.

È Storia di un campione. 100 anni di Fausto Coppi il progetto della Regione Piemonte, realizzato dalla Fondazione Circolo dei lettori e Teatro Stabile di Torino,Teatro Nazionale, in collaborazione con DMO Piemonte Marketing e Piemonte Dal Vivo. Media Partner La Stampa e Il Secolo XIX.

L’anno dedicato a Coppi è nato dal dialogo tra diverse realtà piemontesi che hanno messo insieme competenze, idee, visioni e storie, per realizzare un coinvolgente programma, capace di celebrare, con la sua varietà, il mito e raccontarlo alle nuove generazioni.

Storia di un campione vede infatti la partecipazione di Alexala, Agenzia Turistica Locale della provincia di Alessandria, Comune di Castellania, Comune di Novi Ligure, Comune di Tortona, Camera di Commercio di Alessandria, Casa Coppi, Comitato Colli di Coppi, Comitato Sestriere Bike, Comune di Cuneo, Consorzio Turistico Terre di Fausto Coppi, Museo Alessandria Città delle Biciclette, Museo dei Campionissimi, Veloce Club Tortonese.

Abbiamo messo in piedi un grande reading teatrale, incontri, talk, escursioni in bicicletta, eventi per famiglie e bambini, spettacoli su due ruote, mostre, libri.- ha raccontato l’assessora alla Cultura, Antonella Parigi - Un intreccio di esperienze per tutti, pensate per ricordare il protagonista del panorama ciclistico nazionale e internazionale, nella sua terra, quella piemontese, in cui questo sport è storia e tradizione. Questa è storia nazionale, internazionale ma soprattutto radicata nel nostro Piemonte e avendo realizzato una produzione con il Teatro Stabile riusciremo a portare la storia di Coppi e della sua terra in giro per il mondo”.

La storia di un uomo dentro quella di un campione, di una persona riservata diventata già in vita, al di là delle intenzioni, una leggenda. Questo racconta il recital di parole e musica Fausto Coppi, il progetto di Gian Luca Favetto, con Michele Maccagno, Gian Luca Favetto e Fabio Barovero, prodotto dalla Fondazione Circolo dei lettori e dal Teatro Stabile Torino, Teatro Nazionale.

Il reading va in scena il 13 maggio a Castellania, la prima rappresentazione, il 14 maggio a Novi Ligure presso il Museo dei Campionissimi con una lezione aperta alle scuole, il 26 e 27 luglio a Torino, al Teatro Carignano, in occasione degli European Master Games, dal 26 novembre al primo dicembre al Teatro Gobetti e, in collaborazione con Piemonte Dal Vivo, una tournée in via di definizione in Piemonte.( teatrostabiletorino.it, piemontedalvivo.it)

“Coppi rimane immortale- ha ricordato l’assessore allo Sport Giovanni Maria Ferraris - e rievocando le sue imprese vengono rinnovate anche le sue sfide. Il ciclismo è uno sport speciale, democratico, che mette insie l’operaio e il datore di lavoro, uno sport di fatica ma che fa apprezzare la fatica come un valore.”

Anche l’arte e la fotografia raccontano Coppi, attraverso mostre nei musei che del mito racchiudono la storia. Come AcdB Museo Alessandria Città delle Biciclette, luogo della memoria e dell’identità, casa delle storie dei campioni del passato. In particolare, 100 anni di Fausto Coppi, una rassegna gigantofotografica sul Campionissimo, ospitata a Palazzo Monferrato.

A Novi Ligure, il Museo dei Campionissimi sorge in un capannone industriale degli inizi del Novecento e racconta l’evoluzione della bicicletta con esemplari di ogni epoca. Lì avranno luogo le mostre La volata del XX Secolo: la bicicletta nella storia. Fotografie dal mondo (23 marzo- 28 aprile), Coppi il più grande, Merckx il più forte. Immagini inedite dagli archivi fotografici su due grandi campioni del ciclismo, le corse, i record, le salite, le volate (dal 18 maggio) .

Allegati

Il programma giorno per giorno
File pdf - 114.88 KB
Tag
#presentazione-#100-anni-fausto-coppi
#regione-piemonte
#presidente-sergio-chiamparino
#assessora-antonella-parigi
#assessore-ferraris