Città della Salute, non c’è nessun blocco sul personale. In un anno già assunti 266 fra medici, infermieri e Oss

Tema
Sanità
Data comunicato

E’ totalmente priva di fondamento l’affermazione secondo cui la Giunta regionale avrebbe bloccato o avrebbe intenzione di bloccare le assunzioni di personale alla Città della Salute di Torino. Lo precisa l’assessore regionale alla Sanità in merito ad alcune gravi e strumentali accuse diffuse oggi su questo tema. Non c’è dunque alcun rischio di collasso dei reparti né ci sarà alcun effetto sui servizi erogati ai pazienti.

Al contrario, la Regione Piemonte ha da tempo autorizzato per il periodo dal 2018 al 2020 tutte le aziende sanitarie regionali, e quindi anche l’azienda ospedaliera universitaria Città della Salute, ad assumere personale sanitario senza alcun vincolo e in base ai fabbisogni delle aziende stesse, prevedendo un recupero del turnover anche per il personale amministrativo.

Per la Città della Salute, dal 2018 ad oggi, sono quindi già state autorizzate dalla Giunta regionale 266 assunzioni di personale sanitario di cui 78 medici, 144 infermieri e 44 Oss, a cui se ne sommano altre 12 fra tecnici, amministrativi e dirigenti sanitari.

Questo piano straordinario porterà ad avere entro la fine del 2020 nella sanità piemontese la garanzia di 1.400 assunzioni aggiuntive, che andranno a sommarsi alle normali assunzioni per la copertura del turnover, circa 1.800 all’anno. L’aumento dei tetti di spesa per il personale è corrispondente a uno stanziamento di 59 milioni di euro in un biennio, a cui si aggiungono i 14 milioni di euro già investiti per il 2018.

Per quanto riguarda inoltre i pensionamenti dovuti alla quota 100, l’incidenza prevista alla Città della Salute di Torino è davvero minima: nel corso del 2019 saranno in tutto 44, di cui appena 13 riguardano gli infermieri e soltanto 4 i medici.

Spiace dunque constatare, conclude l’assessore regionale alla Sanità, come si preferisca utilizzare un tema delicato quale la carenza di personale sanitario esclusivamente a fini elettorali e senza tenere conto della situazione reale.

 

The website encountered an unexpected error. Please try again later.