Progetto “Novara in rete – Studio di fattibilità per la definizione della Rete Ecologica in Provincia di Novara”

Fonte finanziamento

Finanziato da Fondazione Cariplo “Area: Ambiente; Piano d’azione: Promuovere la sostenibilità ambientale a livello locale”. Approvazione della scheda relativa al progetto “Novara in rete - Studio di fattibilità per la definizione della Rete Ecologica in Provincia di Novara” e relativo piano finanziario”.

Partner di progetto

Lega Italiana Protezione Uccelli Bird Life International  (in qualità di capofila), Provincia di Novara, Università di Pavia e Arpa Piemonte.

Obiettivi del progetto

Obiettivi generali:

Consolidare e approfondire le conoscenze di una rete ecologica che colleghi le aree sorgenti di biodiversità presenti in Provincia di Novara garantendo una connettività tra l’area pedemontana a nord e l’area di pianura a sud, completando la connessione ecologica naturale di area vasta tra le Alpi e la Pianura, mediante la realizzazione di uno Studio di Fattibilità.

Obiettivi specifici:

  1. Contrastare la perdita di biodiversità causata dalla frammentazione del territorio, così come dal degrado e dalla distruzione degli habitat, attraverso il miglioramento della funzionalità delle connessioni ecologiche e della matrice permeabile in Provincia di Novara per connettere l’area prealpina alla Pianura.
  2. Valorizzare le aree sorgenti di biodiversità presenti nel territorio della Provincia di Novara, come punti fondamentali per la conservazione della flora e della fauna.
  3. Ripristinare la connettività Nord-Sud tra bioregione alpina e continentale per specie target a diversa mobilità (più propriamente, vagilità) e di diversi taxa, completando la connessione ecologica naturale tra le Alpi e la Pianura e integrare le connessioni sulla direttrice Est-Ovest tra la pianura vercellese e il Parco Agricolo a sud di Milano.
  4. Integrare le esigenze della pianificazione territoriale generica con le esigenze di salvaguardia  della biodiversità e di coerenza della Rete Natura 2000, rafforzando gli obiettivi ecologici nella pianificazione territoriale di livello comunale, provinciale e regionale.
  5. Aumentare la consapevolezza delle istituzioni e della cittadinanza attraverso la disseminazione dei risultati e la partecipazione attiva degli stakeholder attraverso un Tavolo di confronto.

Metodologie di riferimento

  1. Identificazione delle aree sorgenti di biodiversità applicando il metodo “espert based” già utilizzato in Regione Lombardia (Bogliani et al, 2007)
  2. Applicazione a scala provinciale della metodologia regionale di riferimento per l'individuazione degli elementi della rete ecologica regionale (metodologia elaborata da Regione Piemonte e Arpa Piemonte e approvata dalla Giunta Regionale con la DGR n. 52 – 1979 del 31 luglio 2015 “Legge regionale del 29 giugno 2009, n. 19 "Testo unico sulla tutela delle aree naturali e della biodiversita'". Approvazione della metodologia tecnico-scientifica di riferimento per l'individuazione degli elementi della rete ecologica regionale e la sua implementazione.”).
  3. Conseguente individuazione delle situazioni di maggiore criticità (es. restringimenti, previsioni in contrasto, infrastrutture impattanti) e delle maggiori criticità della matrice diffusa e delle aree sorgenti.
  4. Analisi della rete ecologica attualmente identificata dal PTP a partire dalle componenti faunistiche e vegetazionali in base a quanto emerso dai precedenti approfondimenti
  5. Monitoraggio delle componenti faunistiche e vegetazionali di maggior rilievo
  6. Studio di fattibilità per gli interventi di deframmentazione del territorio in presenza di infrastrutture viarie o insediative su varchi critici

Periodo realizzazione

Marzo 2014 – dicembre 2016
 

Scarica:

  • D.G.R. 27 Febbraio 2017, n. 8-4704
  • Allegato 1 - Aree Prioritarie per la biodiversità
  • Allegato 2 - Descrizione degli elementi della Rete Ecologica Provinciale
  • Allegato 3 - Schede descrittive dei varchi ecologici ed esiti del monitoraggio faunistico – Ottobre 2015
  • Allegato 4 - Monitoraggi faunistici nel Novarese – Mammiferi e Uccelli – Anni 2015 e 2016
  • Allegato 5 - Studio di fattibilità per la definizione della rete ecologica della Provincia di Novara
  • Allegato 6 – Carta della Rete

Gli allegati sono in bassa risoluzione per permetterne un agevole download. Per avere gli allegati in risoluzione originale è possibile contattare il Settore Biodiversità e Aree Naturali all'indirizzo biodiversità@regione.piemonte.it.
Per approfondimenti, scarica l'articolo "Provincia di Novara, la biodiversità è in rete" del n. 619 del 15 marzo 2017 di Piemonte Parchi.