Piemonte Parchi
natura2000

La regione WEB 2.0

Aggiornamenti bibliografici

A cura dell’Ufficio regionale che si occupa di biodiversità, qui di seguito si segnala una selezione di alcuni testi tecnico-scientifici di recente pubblicazione che si ritiene possano supportare le attività di analisi e valutazione della componente naturalistica riferita al territorio piemontese.

Molte delle pubblicazioni citate sono consultabili presso la Biblioteca delle Aree protette

La Rete Natura 2000 in Piemonte - I Siti di Importanza Comunitaria

Regione Piemonte

Edizione 2009

A sei anni di distanza dalla pubblicazione della “Guida al riconoscimento di Ambienti e Specie della Direttiva Habitat in Piemonte”, la Regione Piemonte ribadisce il proprio impegno in materia di conservazione della biodiversità affidando all’IPLA la progettazione e la realizzazione di un manuale destinato completare ed approfondire la precedente pubblicazione, con particolare riferimento ai 123 SIC individuati sul territorio regionale nell’ambito della Rete Natura 2000. Suddivisi sulla base della provincia di appartenenza, i SIC vengono presentati grazie ad una scheda articolata in cinque sezioni (caratteristiche generali del sito, ambienti e specie di maggiore interesse, stato di conservazione, aspetti legati all’eventuale fruizione, bibliografia di riferimento) e completata da un ricco corredo iconografico, che fa del volume uno strumento di conoscenza interessante ed accessibile anche per i non addetti ai lavori.

Il volume è in distribuzione gratuita (fino ad esaurimento scorte) presso Settore Pianificazione Aree Protette. Via Nizza 18 - 10125 - Torino. Oppure può essere scaricato gratuitamente, e consultabile via internet:

Parte introduttiva (388 Kb)
Schede provincia di Torino - parte 1 (10.388 Kb)
Schede provincia di Torino - parte 2 (10.388 Kb)
Schede provincia di Vercelli (5.260 Kb)
Schede provincia di Biella (2.237 Kb)
Schede provincia di Verbania (3.070 Kb)
Schede provincia di Novara (3.401 Kb)
Schede provincia di Cuneo (7.226 Kb)
Schede provincia di Asti (2.063 Kb)
Schede provincia di Alessandria (4.155 Kb)
Parte finale (788 Kb)

La nostra fauna - Grandi e piccoli predatori

Osservatorio faunistico - Regione Piemonte

Collana La Nostra Fauna

Edizione 2009

I predatori, in particolare quelli di grandi dimensioni, comprendono alcune tra le specie animali piu' popolari ed affascinanti, in virtu' dell'ammirazione, mista ad un certo timore, che l'uomo ha da sempre nei loro confronti. Si rimane percio' stupiti sia scoprendo quanto poco si sappia in realtà, da un punto di vista zoologico, sui predatori “di casa nostra”, quelli che abitano il territorio piemontese, sia constatando quanto siano scarse oggi le tracce legate nel passato a presenze da sempre considerate “ingombranti” e “dannose”, in quanto in diretta o indiretta competizione con l'uomo. Nel redigere il presente volume si e' cercato di recuperare, con l'aiuto di diverse persone, il maggior numero di informazioni disponibili allo scopo di fare il punto della situazione, ancorche' parziale, su presenza e distribuzione dei predatori sul territorio regionale. Il lavoro ha infatti raccolto, come tessere di un puzzle, tutti i dati disponibili sulle singole specie, con l'obiettivo di giungere, in futuro, ad un insieme sistematico e quanto più completo di tali informazioni. Il monitoraggio permanente di questi magnifici animali ha un notevole valore dal momento che i predatori, essendo all'apice della catena alimentare, sono preziosi indicatori dello stato dell'ambiente nella nostra Regione. Le belle immagini fotografiche e i disegni di Marcus Parisini ci aiutano a riconoscerli e ad apprezzarne ancora di piu' il fascino.

La nostra fauna - I galliformi alpini

Osservatorio faunistico - Regione Piemonte

Collana La Nostra Fauna

Edizione 2009

La coturnice, il fagiano di monte, la pernice bianca, il francolino di monte, il gallo cedrone: questi uccelli, insieme alla lepre variabile (o lepre bianca), costituiscono la cosiddetta “tipica fauna alpina”. Il raggruppamento dei galliformi, sistematicamente eterogeneo, individua specie dall'alto valore ecologico e naturalistico, che convivono in ambiente alpino ed hanno caratteristiche tali da risultare estremamente sensibili alle variazioni ambientali. In particolare, come rilevato dagli studi più recenti, i galliformi tendono a risentire in modo negativo di alcune attivita' antropiche e della modificazione degli habitat che ne deriva, in Piemonte come nelle altre zone delle Alpi. La scoperta (o la ri-scoperta) di questi magnifici animali ha percio' un significato molto importante, perche' la loro tutela deve passare attraverso la conoscenza delle loro caratteristiche eco-etologiche e quindi attraverso una migliore gestione del delicato ambiente alpino. Le illustrazioni di Marcus Parisini e una selezione di splendide fotografie completano il volume mostrando i galliformi in tutta la loro bellezza.

Realizzazione e ripristino di aree umide

Regione Piemonte

Edizione 2009

Le aree umide sono ecosistemi caratterizzati da un'altissima valenza biologica e naturalistica, in cui e' spesso presente una grande diversita' di specie animali e vegetali. La conservazione, il ripristino e, in ultimo, la costituzione ex novo di queste aree assume quindi una grande rilevanza per migliorare gli agro-ecosistemi attuali, caratterizzati troppo spesso da successioni di monocolture e da scarsa biodiversita'. Una particolare funzione delle zone umide e' quella di fornire luoghi di sosta, di alimentazione e di rifugio per moltissime specie di uccelli migratori che transitano ogni anno sulla nostra Regione in primavera ed in autunno. La presenza di tali ambienti lungo le rotte di migrazione e' quindi di fondamentale importanza. Bisogna ricordare, infine, l'importante funzione didattica e turistico-ricreativa che questi ambienti naturali o artificiali possono assumere, offrendo la possibilita' di creare anche un indotto. Questo manuale vuole fornire utili informazioni e spunti per la costituzione ex novo ed il ripristino delle aree umide e per la loro successiva gestione.

Il Volume può essere scaricato gratuitamente dal Sito Web dell'Osservatorio.

Zone umide in Piemonte - Indicatori Ambientali

Arpa Piemonte

Edizione 2008

Le zone umide rappresentano aree di inestimabile valore rivestendo un ruolo rilevante per l'equilibrio di ecosistemi locali, nonchè per l'ecosistema globale. Nonostante in Europa non sussista più il rischio posto dalle grande opere di bonofica, sono tuttavia numerose le azioni che tendono a compromettere le ultime aree naturali rimaste. In particolare molte opere infrastrutturali hanno coinvolto o interessano le zone umide, la cementificazione e la canalizzazione dei fiumi hanno comportato la scomparsa di molte paludi perifluviali, l'inquinamento delle acque ha compromesso interi habitat. In generale il deteriorarsi o la scomparsa delle zone umide è un grave danno anche per la conservazione della biodiversità. Questa pubblicazione serve per far conoscere le zone umide e la loro importanza ed inoltre è un valido strumento per la valutazione di tali ecositemi mediante la definizione di indicatori tematici organizzati secondo il modello DPSIR (EEA, 1995).

Il volume può essere scaricato dal sito web dell'Arpa Piemonte a questo indirizzo, oppure scaricato direttamente con questo link.

Incidenti stradali con coinvolgimento di fauna selvatica in Piemonte

Airaudo D., Bosser-Peverelli V., Fila-Mauro E., Frasca C. V., Rivella E., Vietti D.

Osservatorio Regionale sulla Fauna Selvatica - Arpa Piemonte

Edizione 2008

Il presente volume, realizzato da Arpa Piemonte e l'Osservatorio regionale sulla fauna selvatica, fa seguito a quello realizzato sempre dagli stessi soggetti dal titolo "Fauna selvatica ed infrastrutture lineari". Il coinvolgimento di animali selvatici negli incidenti stradali è un fenomeno complesso che ha molteplici ripercussioni sulla viabilità, sulla sicurezzza dei cittadini e sulla tutela e gestione del patrimonio faunistico. Il presente volume fa seguito alle attività di studio condotte a partire dal 2004 ed amplia l'analisi relativa alla rete ecologica del territorio dell'Alta Val Susa con particolare attenzione al comune di Oulx, dove si concentra il maggior numero di incidenti a livello regionale che coinvolgono gli Ungulati selvatici. E' stato preso in esame ogni singolo tratto stradale e si sono individuate specifiche soluzioni tecniche volte a limitare il fenomeno. Il modello è applicabile ad altri tratti stradali che presentano analoghi problemi di forte incidentalità con la fauna selvatica.

Il volume può essere scaricato gratuitamente dal sito web dell'Osservatorio

I tipi pastorali delle Alpi piemontesi

Cavallero A.,Aceto P., Gorlier A., Lombardi G., Lonati M., Martinasso B., Tagliatori C.

Alberto Perdisa Editore. Divisione Università

Edizione 2007

Sulle Alpi del Piemonte la pratica del pascolo, attiva da diversi secoli, ha differenziato una ampia serie di vegetazioni pascolive, che hanno assunto un gran valore dal punto di vista ecosistemico, del paesaggio e della fruibilità turistico-ricreativa. Sono un importante fattore economicoperchè sostengono produzioni casearie particolari che devono la loro tipicità alla qualità del foraggio naturale. La conservazione di questa diversità ecologica e paesaggistica è legata in modo indissolubile alla continuazione delle pratiche agro-pastorali e alle iniziative che consentono alle comunità alpine di presidiare il territorio. Negli ultimi notevoli trasformazioni hanno coinvolto pesantemente il mondo rurale ed alpino, ma seppur ridotte rispetto al passato le formazioni pastorali sono ancora presenti sul territorio. Il libro intende descrivere la ricca e diversificata vegetazione pastorale delle Alpi piemontesi, in modo da orientarne la gestione e dotare gli organismi tecnici di uno strumento affidabile.

Il libro può essere acquistato presso l'editore al prezzo di € 37,00. Per informazioni: visitare il sito

Catalogo ragionato dei ragni (Arachnida, Araneae) del Piemonte e della Lombardia

Isaia M., Pantini P., Beikes S., Badino G.

Memorie dell'Associazione Naturalistica Piemontese - Volume IX

Edizione 2007

Dopo il catalogo di Canestrini e Pavesi, completato nel 1870, nessun lavoro d'insieme, né a livello nazionale né regionale, è più comparso sulla geonemia dei ragni italiani. In epoche più recenti diversi contributi sono stati forniti da diversi autori, sempre però limitatamente ad aree più o meno ristrette. Fanno eccezzione i lavori di Brignoli (1972) e di Arnò con Lana del 2005, che però riguardano solo le specie cavernicole. Nel presente lavoro gli autori hanno sintetizzato le conoscenze sulla fauna araneologica piemontese e lombarda, riunendo i dati della letteratura e completando il quadro con dati inediti. Il volume è accompagnato da alcune belle immagini ed è adatto ad un pubblico di appassionati e specialisti.

Il volume è reperibile presso il Museo Civico di Storia Naturale di Carmagnola Il volume è in vendita al prezzo di € 20.

Flora e Vegetazione del Piemonte

Gian Paolo Mondino

L'Artistica Editrice

Edizione 2007

La flora e la vegetazione del Piemonte sono state oggetto di studi sistematici sin dal 1700 quando, ad opera di numerosi autori vennero svolti i primi censimenti e descritte nuove numerose specie. In seguito altri illustri botanici hanno operato in questo ambito apportando sempre nuove e preziosissime informazioni. Grazie alle attività di studio e ricerca svolte per lo sviluppo del sistema delle Aree Protette regionali e del programma connesso con la definizione e gestione della Rete Natura 2000, si è creata una grossa banca dati in cui sono stati inseriti nuovi e vecchi dati. In questo contesto di ricerca e conoscenza si inserisce il presente volume, che fornisce per la prima volta un quadro completo e sistematico del patrimonio floristico e vegetazionale piemontese e delle sue tendenze evolutive. Di agevole lettura, esso rappresenta un ottimo strumento didattico e scientifico per tutti coloro che intendono approfondire o appassionarsi agli aspetti floristico-vegetazionali del territorio piemontese.

Il Volume può essere reperito telefonando allo 0117792543 oppure ordinato on-line prezzo € 18,00

La Nostra Fauna - Gli Ungulati Selvatici

Osservatorio Faunistico - Regione Piemonte

Collana "La Nostra Fauna"

Edizione 2007

La fauna selvatica e' un patrimonio importante da tramandare alle generazioni future. La conoscenza della nostra fauna, degli agro-ecosistemi che la ospitano e delle attivita' umane che interagiscono con essa, e' fondamentale per tutelare la biodiversita' e gestirla adeguatamente.
Alcune specie risiedono qui da millenni, altre sono state introdotte dall'uomo, anche in tempi recenti. Il cervo, il daino ed il capriolo, accompagnati dallo stambecco, dal camoscio, dal muflone e dal cinghiale popolano i nostri boschi e le nostre montagne.
Oltre un anno per la preparazione di questo testo che rappresenta un contributo alla conoscenza degli ungulati selvatici..
Marcus Parisini ci aiuta a scoprirli per intero, portandoli ad uno ad uno davanti ai nostri occhi.

Il Volume può essere scaricato gratuitamente dal Sito Web dell'Osservatorio

La Nostra Fauna - Rapaci Diurni e Notturni

Osservatorio Faunistico - Regione Piemonte

Collana "La Nostra Fauna"

Edizione 2007

Questo è il secondo volume della collana 'La nostra fauna'.
Il mondo dei rapaci e' un mondo che ha affascinato l'immaginario dell'uomo fin dagli albori della sua esistenza. Approfondire la conoscenza delle differenze e delle peculiarita' delle singole specie non puo' che accrescere il senso di mistero e di fascino che li lega a noi. 'Ma dai silenzi de l'effuso azzurro esce nel sole l'aquila, e distende in tarde ruote digradanti il nero volo solenne. Salve, Piemonte!' scriveva Giovanni Pascoli...
L'aquila e il gipeto, la poiana e lo sparviere ci incantano con il loro volo, mentre civette, gufi e barbagianni popolano i nostri paesaggi notturni.
I disegni di Marcus Parisini e una selezione di fotografie dei migliori fotografi naturalisti piemontesi e non solo ci aiutano a vederli in tutta la loro bellezza.

Il Volume può essere scaricato gratuitamente dal Sito Web dell'Osservatorio

Uccelli nidificanti in Piemonte e Valle d'Aosta

Aggiornamento della distribuzione di 120 specie

Giorgio Aimassi, Daniele Reteuna

Memorie dell'Associazione Naturalistica Piemontese. Volume VII

Edizione 2007

A partire dal 1994 è stato intrapreso un progetto ornitologico per verificare lo status delle popolazioni nidificanti in Piemonte e Valle d'Aosta. Le ricerche, rivolte in primo luogo alle specie più rare, hanno coinvolto un gran numero di rilevatori. Sono stati raccolti 9530 record, che uniti ai dati bibliografii di numerose avifaune locali e con i resoconti ornitologici annuali hanno permesso di redigere schede monografiche per 120 specie. Rispetto all'Atalnte Regionale realizzato per il periodo 1980-1984, 9 specie risultano nuove, 27 sono in apparente incremento, mentre 21 appaiono in calo e 8 non risultano più nidificanti.. L'atlante, per i casi più significativi, è corredato da carte di distribuzione, che comparano i nuovi dati con quelli dell'edizione precedente.

Il volume è reperibile presso il Museo Civico di Storia Naturale di Carmagnola e il Museo Civico Craveri di Bra. Il volume è in distribuzione gratuita per i soci del Gruppo Piemontese di studi ornitologici, per i non soci il prezzo è di € 20.

La salamandra di Lanza

"Salamandra lanzai"

Biologia, ecologia, conservazione di un Anfibio esclusivo delle Alpi

Franco Andreone, Paolo Eusebio Bergò, Vincenzo Mercurio9

Fusta Editore. Edizione 2007. Prezzo € 16,00

Questo volume è dedicato alla salamandra di Lanza, una interessante specie di Anfibio endemico delle Alpi Cozie. Il volume presenta un gran numero di informazioni sulla biologia della salamandra di Lanza, ma anche di altri Anfibi e Rettili montani. Scientificamente aggiornato e presentatato con un linguaggio semplice, è rivolto anche ai non addetti ai lavori. Nel libro sono anche riportati i dati ottenuti a seguito degli studi compiuti sulle popolazioni di salamandra di Lanza che vivono in Valle Po e Val germanasca. Tali studi hanno fornito indicazioni sulla dinamica di popolazione e sulla capacità di spostamento di questa specie, tutte informazioni utili alla salvaguardia di questo affiscinante Anfibio.

Il volume è reperibile presso la sede del Parco del Po Cuneese a Saluzzo (CN) in via Griselda 8, e presso il Museo Naturalistico del fiume Po a Revello ed è in vendita al prezzo di € 16

Atlante degli Odonati del Piemonte e della Valle d'Aosta

G. Boano, R. Sindaco, E. Riservato, S. Fasano, R. Barbero

Biologia, ecologia, conservazione di un Anfibio esclusivo delle Alpi

Memorie dell'Associazione Naturalistica Piemontese. Volume VI

Fusta Editore. Edizione 2007. Prezzo € 16,00

Questo volume nasce dalle ricerche faunistiche condotte dagli autori, nel corso degli ultimi venti anni che hanno portato a raccogliere con criteri scientifici una notevole quantità di dati, gran parte dei quali testimoniati da esemplari nel Museo Civico di Storia Naturale di Carmagnola (TO) o in collezioni private. L'idea di realizzare una monografia sulle libellule piemontesi è venuta a due degli autori (G. Boano e R. Sindaco) a cui se n'è subito aggiunto un terzo (S. Fasano). Il lavoro è poi stato portato a termine con l'aiuto di un quarto elemento (E. Riservato). Il presente volume non è una guida al riconoscimento, anche se la descrizione dei caratteri diagnostici e le immagini permettono di identificare molte delle specie piemontesi.

Il volume è reperibile presso il Museo Civico di Storia Naturale di Carmagnola e il Museo Civico Craveri di Bra. Il volume è in distribuzione gratuita per i soci del Gruppo Piemontese di studi ornitologici, per i non soci il prezzo è di € 20.

Atlante degli uccelli nidificanti del Verbano Cusio Ossola

G. Boano, R. Sindaco, E. Riservato, S. Fasano, R. Barbero

Radames Bionda, Lucio Bordignon

Quaderni di Natura e Paesaggio del Verbano Cusio Ossola, N° 6

Edizione 2006

L'Amministrazione provinciale del Verbano Cusio Ossola, pubblica il suo sesto quaderno della Natura. In questo volume tratta la ricca varietà di avifauna censita nel territorio provinciale. Gli uccelli rappresentano una componente importante della biodiversità e sono ottimi indicatori dello stato di salute dell'ambiente in cui vivono e viviamo. Questo atlante si pone come obiettivo quello di:

  • incrementare le basi delle conoscenze scientifiche dell'avifauna nidificante
  • creare uno strumento utile a misurare lo stato di salute del territorio
  • offrire spunti di ordine didattico.

Le specie descritte nel volume sono 142.

Il volume è in distribuzione gratuita (fino ad eaurimento scorte) presso Provincia del Verbano Cusio Ossola. Settore Ambiente e Georisorse. Via dell'Industria 25 - 28924 Verbania Fondotoce. E-Mail: natura@provincia.verbania.it

Fauna selvatica della Provincia di Vercelli

Realizzato a cura della Provincia di Vercelli, A.T.C. VC1 Pianura vercellese nord, A.T.C. VC2 pianura vercellese sud, C.A. VC1 "Valle Sesia"

Antonio Valterza Editore. Edizione 2005

Il volume, a detta degli autori, vuole essere un semplice e schematico contributo alla conoscenza della fauna omeoterma della provincia di Vercelli, lo scopo è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica ed in particolare più giovani ad apprezzare e conoscere il territorio e i suoi abitanti. Con la consapevolezza che solo attraverso la conoscenza si può arrivare a comprendere la necessità di tutelare ecosistemi particolarmente delicati. Il numero delle specie trattate, 74 uccelli e 21 mammiferi, è volutamente limitato per rispondere all’intendimento di promuovere dal punto di vista faunistico il territorio vercellese e valsesiano. Sono quindi presente le specie più comuni e caratteristiche. Per ciascuna specie è stata realizzata una scheda di dettaglio correlata di mappe di distribuzione e immagini.

Il volume è in distribuzione gratuita (fino ad eaurimento scorte) presso Provincia di Vercelli. Settore Tutela Ambientale. Via XX settembre 45 - 13100 Vercelli.
Tel. 0161-590431

Fauna Selvatica ed Infrastrutture Lineari

"Indicazioni per la progettazione di misure di mitigazione degli impatti delle infrastrutture lineari di trasporto sulla fauna selvatica"

Elena Fila Mauro, Albero Maffiotti, Lucia Pompilio, Enrico Rivella, Davide Vietti

Edizione 2005

La pubblicazione si compone essenzialmente di 3 parti. La prima, introduttiva, fornisce dati statistici sul rapporto rete viaria e fauna selvatica, ed evidenzia l'importanza di una corretta progettazione che tenga conto della conservazione della biodiversita' attraverso la conoscenza dei 'corridoi ecologici' presenti sul territorio e la loro preservazione. La parte centrale esamina i diversi tipi di fauna presenti e le diverse interazioni con la rete stradale, i sistemi e le tipologie costruttive adatte a minimizzare l'impatto delle opere sulla fauna (e viceversa). I sistemi descritti sono stati selezionati attraverso una ricerca bibliografica internazionale, verificandoli sul campo attraverso visite ad infrastrutture realizzate con tali accorgimenti. Sono riportati due casi concreti per evidenziare come procedere nella fase di studio preliminare, nella successiva progettazione e nella realizzazione dell'opera, nonche' nelle manutenzioni successive.

Il Volume può essere reperito all'Osservatorio Regionale sulla Fauna Selvatica
Oppure scaricato gratuitamente dal Sito Web dell'Osservatorio

Gli Uccelli della Provincia di Cuneo

"Check list commentata delle specie"

Bruno Caula, Pier Luigi Beraudo, Roberto Toffoli

Edizione 2005

Questo volumetto è dedicato ai ragazzi della scuola e a quanti curiosano nella natura. E' un prezioso aiuto a conoscerla e proteggerla, con la consapevolezza di aggiungere fecondità intellettiva agli autori, ai ricercatori e a tutti gli abitanti della Provincia Granda, ricca di montagne, vallate, colline, pianure e fiumi. Sarà una conoscenza "a volo d'uccello" del territorio faunistico cuneese e una comprensione biologica mirata di questi nostri amici alati.

Il volume è reperibile presso il Museo Civico di Storia Naturale di Carmagnola e il Museo Civico Craveri di Bra. Il volume è in distribuzione gratuita per i soci del Gruppo Piemontese di studi ornitologici, per i non soci il prezzo è di € 20.

La conservazione della biodiversità nelle Alpi Occidentali

Fabio Casale, Valentina Toninelli

Quaderni di Natura e Paesaggio del Verbano Cusio Ossola, N° 5

Edizione 2005

L'Amministrazione provinciale del Verbano Cusio Ossola, pubblica il suo quinto quaderno della natura. Il volume riprende i temi del convegno svoltosi nel novembre 2003 sulla conservazione della biodiversità nelle Alpi Occidentali. Il Progetto biodiversita' ha rappresentato un importante strumento di conoscenza del territorio, in quanto ha fornito un quadro aggiornato sullo stato dell'ambiente naturale, evidenziandone i volori e le problematiche. Grazie a ciò si sono potute delineare le linee fondamentali di assetto del territorio e supportare analisi di pianificazione e analisi di impatti ambientali, finalizzati alla definizione delle misure di tutela. Non è un testo di facile lettura; è adatto per tutti coloro che si occupano della conservazione della natura da un punto di vista tecnico, amministrativo e gestionale.

Il volume è in distribuzione gratuita (fino ad eaurimento scorte) presso Provincia del Verbano Cusio Ossola. Settore Ambiente e Georisorse. Via dell'Industria 25 - 28924 Verbania Fondotoce. E-Mail: natura@provincia.verbania.it

Flora del Verbano Cusio Ossola

Aldo Antonietti

Quaderni di Natura e Paesaggio del Verbano Cusio Ossola, N°4

Edizione 2005

L'Amministrazione provinciale del Verbano Cusio Ossola, pubblica il suo quarto quaderno della natura. Questo volume si avvale della collaborazione di Aldo Antonietti, botanico svizzero, profondo conoscitore del territorio che, da oltre 20 anni percorre le montagne e le vallate schedando e fotografando le varie specie vegetali. Il volume si avvale anche della collaborazione di Rosario Mosello, ricercatore CNR di Pallanza, che ha scritto la parte relativa alla climatologia del VCO che, costituisce la necessaria premessa per la successiva analisi e descrizione botanica.

Il volume è in distribuzione gratuita (fino ad eaurimento scorte) presso Provincia del Verbano Cusio Ossola. Settore Ambiente e Georisorse. Via dell'Industria 25 - 28924 Verbania Fondotoce. E-Mail: natura@provincia.verbania.it

Ambienti e Specie della Direttiva Habitat in Piemonte

R. Sindaco, G.P. Mondino, A. Selvaggi, A. Ebone, G. Della Beffa

Manuale Pubblicato dalla Regione Piemonte

Edizione 2003

La Regione Piemonte è impegnata nella tutela del suo patrimonio naturale. Oltre alla costituzione del sistema delle Aree Protette, ha commissionato all' IPLA lo studio per l'individuazione di siti di interesse naturalistico presenti sul territorio regionale. L' indagine ha portato al riconoscimento di numerosi siti ,ospitanti almeno una specie o un habitat tra quelli considerati meritevoli di tutela secondo le indicazioni della Direttiva. Il manuale ha lo scopo di far conoscere, anche ai non addetti ai lavori, le specie e gli ambienti della nostra Regione, e fornire uno strumento utile agli enti di gestione per poter individuare, pianificare e gestire le emergenze naturalistiche presenti nei territori di loro competenza. Il manuale si rivolge anche a studenti delle facoltà scientifiche con la speranza di stimolare un loro futuro impegno per la tutela dell'ambiente naturale.

Il volume è in distribuzione gratuita (fino ad eaurimento scorte) presso Settore Pianificazione Aree Protette. Via Nizza 18 - 10125 - Torino. Oppure scaricato gratuitamente.

Relazione sullo stato dell'ambiente nelle Aree Naturali Protette del VCO

Marco Tessaro

Quaderni di Natura e Paesaggio del Verbano Cusio Ossola, N°3

Edizione 2003

L'Amministrazione provinciale del Verbano Cusio Ossola, pubblica il suo terzo quaderno della natura. I risultati presentati sono frutto di un lungo lavoro di definizione di problematiche e contenuti svolti da tavoli di lavoro tecnici costituiti dai Direttori e dai referenti scientifici degli Enti Parco coinvolti. Si tratta di uno strumento di informazione e sensibilizzazione utile all'amministratore del territorio, ma anche all'operatore economico e al cittadino. L'analisi sullo stato dell'ambiente condotta sulle Aree Protette della Provincia e relazionata nel libro, fa riferimento a tre componenti caratterizzanti un territorio: componenti sociali (relazioni tra gruppi). Economiche ( attività produttive e di servizio, nonchè manufatti e infrastrutture). Ambientali (ricchezza e diversità degli ambienti e delle specie che caratterizzano l'area protetta).

Il volume è in distribuzione gratuita (fino ad eaurimento scorte) presso Provincia del Verbano Cusio Ossola. Settore Ambiente e Georisorse. Via dell'Industria 25 - 28924 Verbania Fondotoce. E-Mail: natura@provincia.verbania.it

Le farfalle diurne del Verbano Cusio Ossola

Annalisa Ramella

Quaderni di Natura e Paesaggio del Verbano Cusio Ossola, N° 2

Edizione 2003

L'Amministrazione provinciale del Verbano Cusio Ossola, pubblica il suo secondo quaderno della natura. Le montagne del Verbano Cusio Ossola sono entrate solo di recente a far parte del complesso di località più note agli entomologi italiani. Fino a tempi recentissimi erano registrate per la regione in studio solo 15 specie di farfalle diurne. Lo studio condotto dalla Dott.ssa Ramella ha portato al censimento di ben 148 specie, di cui alcune anche molto rare e minacciate o di particolare interesse faunistico e biogeografico. Questo volume, quindi, riunisce ed analizza i dati relativi alla distribuzione ed alla presenza dei Lepidotteri Papilionoidei o Ropaloceri (farfalle diurne), nonchè di stilare una "check-list" delle specie presenti nel territorio della Provincia.

Il volume è in distribuzione gratuita (fino ad eaurimento scorte) presso Provincia del Verbano Cusio Ossola. Settore Ambiente e Georisorse. Via dell'Industria 25 - 28924 Verbania Fondotoce. E-Mail: natura@provincia.verbania.it

Check - list dei vertebrati del Verbano Cusio Ossola

Radames Bionda, Fabio Casale, Lucia Pompilio

Quaderni di Natura e Paesaggio del Verbano Cusio Ossola, N° 1

Edizione 2002

L'Amministrazione provinciale del Verbano Cusio Ossola, pubblica il suo primo quaderno della natura. Il lavoro presentato in questo volume, ha lo scopo di riunire le conoscenze distribuite nella bibliografia scientifica relative alla fauna vertebrata del territorio della provincia del Verbano Cusio Ossola ed integrarle con le acquisizioni più recenti, in modo da creare una "check-list" per il territorio provinciale. Per ogni specie vengono indicati il nome scientifico e quello italiano, vengono fornite indicazioni sullo stato di conservazione o presenza. Il presente lavoro costituisce una base di partenza per approfondire la conoscenza della fauna ed avviare progetti di ricerca e monitoraggio faunistici. Ulteriori utilizzatori sono i soggetti interessati alla gestione faunistica, alla pianificazione del territorio e tutti coloro nutrono interesse per la natura.

Il volume è in distribuzione gratuita (fino ad eaurimento scorte) presso Provincia del Verbano Cusio Ossola. Settore Ambiente e Georisorse. Via dell'Industria 25 - 28924 Verbania Fondotoce. E-Mail: natura@provincia.verbania.it

Erpetologia del Piemonte e della Valle d'Aosta

"Atlante degli Anfibi e dei Rettili"

Franco Andreone, Roberto Sindaco

Monografie XXVI - 1998 -
Museo Regionale di Scienze Naturali Torino

Il volume riassume vari aspetti dell'erpetologia in Piemonte e in Valle d'Aosta e presenta la situazione cartografica desunta da osservazioni effettuate dal 1985 al 1996. Grazie alla collaborazione di oltre 200 segnalatori, è stata delineata la distribuzione dei 21 taxa di Anfibi e dei 17 taxa di Rettili presenti nella regione piemontese. Vi è una prima parte con capitoli dedicati alla storia dell'erpetologia in Piemonte e Valle d'Aosta, alla conservazione e alla biogeografia. C'è una chiave dicotomica aggiornata per la determinazione delle specie presenti, delle forme larvali e per le uova degli Anfibi, segue la presentazione dei dati cartografici con relativo testo di commento. molto ricco anche il corredo iconografico dove oltre a fotografie e disegni, compaiono anche le riproduzione delle tavole a colori tratte dai classici e importanti lavori di Lessona, Camerano e Peracca.

Il volume è in vendita al Book-Shop del Museo di Scienze Naturali di Torino al prezzo di € 52. Acquistabile anche on-line sul sito del Museo stesso .