Regione Piemonte - Ambiente

In questa pagina:



ALPES


Landscape and Open Space Development in Alpine Metropolitan Areas

La Regione Piemonte, attraverso la Direzione Ambiente, governo e tutela del territorio, Settore Progettazione Strategica e Green Economy,  partecipa in qualità di partner, al progetto AlpES (Alpine Ecosystem Services – mapping, maintenance and management). Il progetto AlpES ha una durata di tre anni (16 dicembre 2015 – 15 dicembre 2018) ed è finanziato nell’ambito del Programma Europeo di cooperazione territoriale Alpine Space 2014-2010  per un ammontare di 1.829.886,45 €. Il budget destinato alla Regione Piemonte è di 148.430,00 €.

Sito web del progetto: http://www.alpine-space.eu/projects/alpes/en/home

News ed Eventi

LABORATORIO DI FORMAZIONE PARTECIPATA

Un percorso culturale volto al cambiamento dei paradigmi.
Un ciclo di 3 appuntamenti rivolto ad una decina di comuni di Corona Verde già individuati per apprendere e condividere concetti e nozioni legati al tema dei servizi ecosistemici “chiave” per il territorio dell’area pilota, del loro “valore” e della valutazione con i partecipanti delle ricadute in termini di cambiamento degli strumenti di pianificazione, delle politiche e dei comportamenti.

28 settembre 2017- Lab 1: Coinvolgimento del territorio e condivisione del concetto
Una giornata di formazione e confronto in aula sul concetto di servizi ecosistemici spiegato in alcuni interventi da esperti riconosciuti a livello nazionale, rappresentanti di regioni partner del progetto AlpES e presentato, nei suoi aspetti più specifici, da attori del territorio con esperienze in materia.
Si proseguirà una sessione costruita come un laboratorio durante il quale i partecipanti al tavolo di lavoro saranno coinvolti in una serie di esercizi pratici e discussioni volte a dar vita a una mappatura e prima analisi dei servizi ecosistemici individuati per l’area pilota, mettendo a confronto caratteri e peculiarità dei servizi ma anche differenze di approccio amministrativo fra le diverse realtà dell’area pilota coinvolte nel laboratorio.

19 ottobre 2017 - Lab 2: Riconoscere valore economico ai servizi ecosistemici
Al secondo appuntamento di formazione, esperti, tecnici e attori del territorio con esperienze significative, coinvolgeranno i partecipanti in una lezione approfondita sul tema del “valore economi-co” dei servizi ecosistemici. In questa giornata si avvierà la fase di laboratorio che vedrà il tavolo di lavoro impegnato in una discussione guidata su quali siano le azioni concrete da mettere in campo per trasferire in modo efficiente quanto appreso.

23 novembre 2017 - Lab 3: Pianificare con i servizi ecosistemici
Una volta mappati, analizzati e “valutati”, i servizi ecosistemici possono entrare negli strumenti di pianificazione territoriale sovralocale. Su questo tema verrà costruito il panel di interventi di formazione per l’ultima giornata di lavoro. Durante il laboratorio, i partecipanti saranno coinvolti in una discussione per predisporre una mappa di azioni e strumenti necessari per introdurre negli strumenti di pianificazione sovralocale il concetto dei servizi ecosistemici.

 

Obiettivi generali

Lo spazio alpino è un importante fornitore di Servizi Ecosistemici, che costituiscono uno degli elementi essenziali per lo sviluppo di una green economy nelle Alpi e sono uno dei principali motori dello sviluppo sostenibile.
Sia la società sia diversi settori economici, come turismo, agricoltura e selvicoltura, energia e trasporti traggono vantaggi dai Servizi Ecosistemici. Gli ecosistemi e i loro servizi hanno una dimensione che va oltre i confini nazionali. Per questo vi è bisogno di un approccio transnazionale per la loro salvaguardia, il loro utilizzo sostenibile e la loro gestione.
L'obiettivo generale del progetto consiste nell’introdurre i Servizi Ecosistemici in un quadro di governance ambientale/territoriale a livello transnazionale, nel formare e supportare gli amministratori pubblici, i decisori politici, gli attori economici, le ONG e i ricercatori per la comprensione, valutazione e gestione degli ecosistemi e dei loro servizi.

I risultati attesi del progetto AlpES comprendono:

  • l'elaborazione di un concetto comune condiviso di Servizi Ecosistemici per il territorio dello spazio alpino;
  • la realizzazione di una mappatura e di una valutazione dei Servizi Ecosistemici per lo spazio alpino – compresi una serie di approfondimenti in alcune zone pilota (test region);
  • la pubblicazione di dati e risultati sul portale web-gis WIKIAlps per una condivisione con gli stakeholders rilevanti;

Il trasferimento dei risultati a diversi livelli e settori mediante strumenti di e-learning, elaborati su misura e trasferibili, nonché attività mirate.

Il progetto pilota

La Regione Piemonte definirà, in coerenza con le attività previste dal progetto AlpES, una metodologia finalizzata a integrare i Servizi Ecosistemici all’interno della pianificazione territoriale e urbanistica. L’area individuata per dare attuazione al progetto AlpES è quella su cui insiste il Progetto strategico Corona Verde a due differenti livelli,  il territorio di progetto (che interessa tutti i 93 Comuni di Corona Verde) e l’area pilota (che riguarda una decina di Comuni), su cui sperimentare l’integrazione dei Servizi Ecosistemici nella pianificazione sovra-locale.

Risultati attesi della Regione Piemonte

In particolare, attraverso lo sviluppo del progetto, la Regione Piemonte intende:

  1. dare attuazione al Piano territoriale e al Piano paesaggistico regionale;
  2. promuovere sul territorio regionale la cooperazione tra gli amministratori pubblici e gli attori del territorio di Corona Verde, nonché la condivisione del concetto comune di Servizi Ecosistemici, elaborata nell'ambito del progetto AlpES;
  3. sensibilizzare e formare degli attori locali sui concetti di Servizi Ecosistemici e Green e Circular Economy;
  4. identificare, mappare e valutare i Servizi Ecosistemici in termini ecologico-funzionali ed economici, anche ipotizzando il Pagamento dei Servizi Ecosistemici (PES) previsti dalla L. n. 221/2015;
  5. implementare il tema dei Servizi Ecosistemici nella pianificazione territoriale e urbanistica testando, attraverso la predisposizione di uno Schema di pianificazione strutturale intercomunale, il modello di pianificazione previsto nel DDL sul Governo sostenibile del territorio;
  6. sottoscrivere insieme ai Comuni del territorio di progetto un Protocollo d'Intesa che impegni gli amministratori locali a integrare i Servizi Ecosistemici nella pianificazione comunale secondo le indicazioni derivanti dallo Schema di pianificazione strutturale intercomunale, anche facendo ricorso alla perequazione territoriale e urbanistica e alla compensazione ecologica/paesaggistica;
  7. elaborare le Linee Guida per un approccio ecosistemico della pianificazione, quale riferimento per le amministrazioni locali.

I Partners e gli Observer

- EURAC - Accademia Europea di Bolzano (IT) - Capofila
- Università di Innsbruck (AT)
- Accademia delle Scienze Austriaca (AT)
- Centro di Studi sui Rischi, Ambiente, Mobilità e   Pianificazione Urbana (FR)
- Fondazione Montagna Sicura (IT)
- Regione Veneto (IT)
- Regione Piemonte (IT)
- Istituto della Repubblica Slovena per la tutela della natura (SI)
- Principato del Liechtenstein, Dipartimento dell’Ambiente (LI)
- Istituto per la Pianificazione Ambientale e Sviluppo Territoriale (DE)

Collaborano al Progetto AlpES 21 Observers.
Per conto della Regione Piemonte collaborano gli Observers:

Riferimenti e contatti

Direzione Ambiente, governo e tutela del territorio
Direttore: Roberto Ronco

Settore Progettazione Strategica e Green Economy
Dirigente: Jacopo Chiara

Staff di progetto:
Maria Quarta (Project Manager) maria.quarta@regione.piemonte.it
Francesca La Greca   francesca.lagreca@regione.piemonte.it