Nomina manutentori aree verdi: proroga dei termini

Data notizia

Slitta al 22 febbraio 2021 il termine per la nomina del responsabile tecnico in possesso dei requisiti professionali

Con la delibera della Giunta regionale n.8-1027 del 21/02/2020 è stato prorogato al 22 febbraio 2021 il termine entro il quale le imprese che svolgono attività di manutenzione aree verdi sono tenute a comunicare al registro imprese il nominativo del responsabile tecnico in possesso dei requisiti professionali.

Il nuovo termine del 22/02/2021 si applica alle imprese: 

a)  che sono state iscritte dopo il 25/08/2016 (data di entrata in vigore della legge 28 luglio 2016 n.154) al Registro delle Imprese della CCIAA (cod. ATECO 81.30.00, anche come codice secondario) per effetto della delibera della Commissione regionale per l’Artigianato del Piemonte n. 22 del 12/10/2017 (imprese che sono state iscritte con assunzione di impegno alla nomina di responsabile tecnico entro il termine inizialmente fissato del 22/02/2020)

b) o che sono state iscritte dopo il 12/04/2019 (data di approvazione della delibera n. 39-8764 del 12/04/2019 di avvio dei corsi)   e che avrebbero dovuto nominare il responsabile tecnico entro il termine inizialmente fissato del 22/02/2020)

c).o già iscritte al 25/08/2016 (data di entrata in vigore della legge 28 luglio 2016 n.154), ma prive di titoli ed esperienza almeno biennale maturata alla data del 22/02/2018  (cioè imprese che non rientrano nei casi di esenzione di cui al punto 7 lettera H) dell'Accordo Conferenza Stato regioni, in quanto non hanno maturato il requisito del biennio entro la data del 22/02/2018).

Le imprese che si trovano in una delle ipotesi sopra elencate hanno tempo fino al 22/02/2021 per frequentare e completare il corso per l'acquisizione del titolo. 

Fino alla data del 22/02/2021 è  consentita l'iscrizione di nuove attività anche in assenza dei requisiti professionali, con impegno dell'impresa alla nomina del responsabile tecnico in possesso dei requisiti professionali entro il suddetto termine.

Infine: 

d) Imprese che avrebbero potuto usufruire delle ipotesi di esenzione di cui al punto 7 lett. h) dell'Accordo Conferenza Stato Regioni ma che non hanno provveduto alla nomina del responsabile tecnico entro il termine del 22/02/2020 (termine previsto dall'Accordo Conferenza stato regioni): per tali imprese si è in attesa di avere indicazioni uniformi al livello nazionale da parte dei Ministeri competenti.