Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Rete Infarto Piemonte - STEMI

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti

Nel trattamento dell’infarto miocardico acuto la qualità della risposta assistenziale nelle prime ore ricopre un ruolo determinante per la sopravvivenza del paziente. In questo contesto la realizzazione di una rete integrata territorio - ospedale permette di ridurre i tempi di trattamento e avviare il paziente al centro ospedaliero in grado di offrire rapidamente il trattamento più appropriato, incidendo significativamente sulla "mortalità evitabile".

In Piemonte nel 2011 è stata istituita su tutto il territorio regionale la rete inter-ospedaliera per l’emergenza coronarica (Rete STEMI) che, grazie al lavoro interdisciplinare di cardiologi ospedalieri, operatori del 118 e Pronto Soccorso, consente di anticipare i tempi della diagnosi di infarto miocardico acuto e fornire al paziente il trattamento più appropriato.

Modalità operative della Rete
 
  • viene effettuata una diagnosi precoce (al domicilio del paziente) quando un paziente colpito da Infarto del Miocardio chiama il 118
  • viene attuata la teletrasmissione dell’elettrocardiogramma (ECG) e della situazione clinica del paziente all’Unità Coronarica di riferimento territoriale
  • viene attuata una precoce attivazione del Servizio di Emodinamica H 24 per l’esecuzione di un’angioplastica coronarica d’emergenza
  • viene attuata da parte del personale del 118 una terapia di base per l’Infarto e di preparazione specifica per l’esecuzione dell’Angioplastica durante il trasporto verso l’Emodinamica H 24 di riferimento territoriale.
Gli obiettivi
  • ottimizzare il trattamento del paziente con Infarto del Miocardio facilitando e velocizzando l’accesso alle Unità di Terapia Intensiva (UTIC) dotate di emodinamica attiva 24 ore su 24 e sette giorni su sette, festivi compresi (Emodinamica H 24)
  • rendere il servizio disponibile su tutto il territorio regionale, affinchè anche località geograficamente lontane dalle strutture ospedaliere possano, tramite una diagnosi ed un trasporto veloce, accedere in tempo utile alla terapia proposta in caso di Infarto del Miocardio
  • ridurre di conseguenza la mortalità pre-ospedaliera dell’Infarto e permettere a un numero maggiore di pazienti di accedere all’Angioplastica Primaria, ritenuta il trattamento di scelta dell’Infarto