Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Tamponi Covid-19 a pagamento

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Terzo settore

Le modalità a disposizione dei cittadini per effettuare il tampone a proprie spese e le procedure di autorizzazione e validazione previste per i laboratori privati

Tutti i cittadini hanno diritto alla diagnosi di infezione da SARS-COV-2 mediante tampone oro-faringeo in tutti i casi in cui sia necessario a fini di diagnosi, cura e tutela della salute pubblica. In alcune situazioni particolari è possibile accedere alla prestazione a pagamento.

per cittadini

quando si può chiedere il tampone a pagamento

  • nell’ambito di programmi di prevenzione e sorveglianza attivati da soggetti diversi da quelli del Sistema Sanitario Regionale (SSR), in base ai protocolli definiti e comunicati alle ASL
    ad esempio programmi di prevenzione attuati dai datori di lavoro privati

  • per motivi di espatrio, previa esibizione del titolo di viaggio o autodichiarazione

  • per accesso a prestazioni e/o servizi e per l’esercizio di attività altrimenti preclusi in assenza di esito negativo al test, sulla base di autocertificazione* resa dall’erogatore della prestazione / gestore del servizio / titolare dell’attività;

  • per il rientro in Italia da paesi esteri a rischio Covid-19
    in questi casi l'utente, pur avendo a disposizione la prestazione fornita gratuitamente dal SSR, per sua libera scelta può avvalersi del servizio privato: in questo caso è necessario presentare copia del titolo di viaggio o autocertificazione che attesti il paese di provenienza e la data e l'ora di arrivo in Italia.

dove rivolgersi

La prestazione è fruibile presso:

  • laboratori pubblici e privati validati presenti nell'allegato A
  • punti prelievo dei laboratori privati temporaneamente abilitati (per tutta la durata dello stato di emergenza), nell'allegato B
per titolari di laboratori autorizzati e dotati di strumentazione per biologia molecolare

I titolari di laboratori autorizzati ai sensi della L.R. 55/1987, che hanno acquisito la strumentazione di laboratorio per la biologia molecolare e che intendono effettuare analisi su tampone oro/rino-faringeo per la ricerca del virus COVID-19 devono:

  • ricevere la validazione di un laboratorio pubblico regionale
  • dare comunicazione dell’avvenuta validazione alla Regione

La procedura è la seguente

  • Il laboratorio privato, in possesso della tecnologia necessaria, formula istanza di validazione all’esecuzione dell’analisi per la diagnosi di Covid-19 su tampone oro-rino-faringeo ad uno dei laboratori validanti
  • il laboratorio validante invia al laboratorio richiedente 15 campioni biologici (5 positivi e 10 negativi)
  • il laboratorio richiedente effettua le analisi e invia i relativi referti al laboratorio validante
  • il laboratorio validante, seguendo il percorso analitico di riscontro dei risultati di diagnosi previsti dal Ministero della Salute di concerto con l'Istituto Superiore di Sanità, verifica che ci sia coincidenza di esito e rilascia il certificato di validazione
  • il laboratorio richiedente, una volta conseguita la validazione, invia alla Regione copia del certificato rilasciato dal laboratorio validante
  • il Settore "Regole del SSR nei rapporti con i soggetti erogatori" redige l’elenco dei laboratori validati per l’esecuzione del test molecolare, ne dispone la pubblicazione sul sito regionale e dà comunicazione al Ministero della Salute
per titolari di laboratori autorizzati ma privi di strumentazione per biologia molecolare

I laboratori privati possono essere autorizzati a raccogliere il tampone delle alte vie aeree per lo svolgimento, in altri laboratori validati, dell'indagine molecolare per la ricerca di Covid-19 su tampone oro-rino-faringeo attraverso le seguenti procedure:

  • il laboratorio privato formula istanza alla Regione Piemonte di autorizzazione a raccogliere presso i propri punti prelievo il tampone delle alte vie aeree (nasofaringeo/orofaringeo) per lo svolgimento, in altri laboratori validati (anche extra regionali), dell’indagine molecolare per la ricerca di Covid-19 su tampone oro-rino-faringeo
  • la richiesta deve essere formulata attraverso l'allegato D
  • la Regione Piemonte valuta la la completezza della documentazione prodotta e, in via transitoria ed eccezionale, limitatamente al periodo emergenziale, rilascia l’autorizzazione a procedere
  • il Settore "Regole del SSR nei rapporti con i soggetti erogatori" redige l’elenco dei punti prelievo autorizzati all’effettuazione del tampone (con indicazione del laboratorio che effettua l’indagine diagnostica) e ne dispone la pubblicazione sul sito regionale.
     

ATTENZIONE!

L’autorizzazione è valida solo per il periodo dell’emergenza sanitaria, ovvero fino al 15 ottobre 2020, salvo ulteriori proroghe.
I punti prelievo devono indicare sul referto il laboratorio che ha eseguito l’analisi