Potenziati gli strumenti di liquidità

Data notizia

Con la sezione speciale piemontese del Fondo centrale di Garanzia, la Regione interviene con 64 milioni di euro in aiuto delle imprese

E' attiva la sezione speciale Regione Piemonte del Fondo Centrale di Garanzia per ampliare la possibilità di accesso al credito da parte delle imprese.

A seguito dell'emergenza pandemica, l'Unione Europea e lo Stato italiano hanno messo a punto diversi strumenti finalizzati a sostenere l'afflusso di liquidità.  La Regione Piemonte è intervenuta ulteriormente in aiuto delle aziende attraverso il Por Fesr 2014/2020, riprogrammando una misura già avviata e finanziando con 64 milioni di euro di risorse europee la sezione Regione Piemonte (da poco istituita) presso il Fondo Centrale di Garanzia, per dare così condizioni economiche ancora  più vantaggiose al sistema piemontese. Tale sezione regionale favorisce infatti le imprese che necessitano di credito ed opera mediante l'incremento della percentuale massima di garanzia normalmente fornita dal fondo, a fronte dei finanziamenti concessi da banche e intermediari finanziari. In sostanza, l'intervento consente alla banche di erogare alle imprese volumi maggiori di finanziamenti e a costi mitigati grazie alla garanzia statale e regionale.