Dal 12 aprile 2022 avvio del programma formativo “Scuole” per Mobility Management e mobilità elettrica

Data notizia

Nell'ambito del programma LIFE - PrepAIR la Regione Piemonte organizza un percorso formativo offerto gratuitamente alle Scuole secondarie di secondo grado e agli Istituti formativi professionali del Piemonte che dovranno adeguarsi alla normativa nazionale espressa dal Decreto n.34 del 19 maggio 2020 (Decreto Rilancio) o che intendono volontariamente attivare politiche di mobilità sostenibile.

Il percorso formativo è organizzato sotto forma di seminario interattivo su piattaforma internet, è offerto suddiviso per bacini geografici di appartenenza delle Scuole/Istituti formativi, si compone di 5 moduli formativi della durata di 4 ore ed avrà inizio alla data:

del 12 aprile p.v. per le

- Scuole/Istituti formativi della Città Metropolitana TO Prov. AL – Prov. AT – Prov. CN

https://www.eventbrite.it/e/306484131287

del 13 aprile p.v. per le

- Scuole/Istituti formativi delle Prov. BI – Prov. NO – Prov. VC – Prov. VCO

https://www.eventbrite.it/e/306491703937

La recente emergenza sanitaria ha reso evidente l’aspetto cruciale e strategico della mobilità delle persone, peraltro già da tempo al centro delle politiche di mobilità sostenibile regionali, ed è quindi importante e fondamentale avviare un dialogo strutturato con tutti gli attori pubblici e privati nella veste di “attrattori/generatori di traffico”, per tutta l’attuale fase di ricostruzione del tessuto economico e sociale, come indicato dalla recente normativa post emergenziale (art.229 del Decreto Rilancia Italia). La normativa prevede che, al fine di favorire il decongestionamento del traffico nelle aree urbane mediante la riduzione dell'uso del mezzo di trasporto privato individuale, le imprese e le pubbliche amministrazioni (di cui all'art. 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165), con singole unità locali con più di 100 dipendenti ubicate in un capoluogo di regione, in una città metropolitana, in un capoluogo di provincia ovvero in un comune con popolazione superiore a 50.000 abitanti, sono tenute ad adottare, entro il 31 dicembre di ogni anno, un Piano degli spostamenti casa - lavoro (PSCL) del proprio personale dipendente finalizzato alla riduzione dell'uso del mezzo di trasporto privato individuale nominando, a tal fine, un mobility manager con funzioni di supporto professionale continuativo alle attività di decisione, pianificazione, programmazione, gestione e promozione di soluzioni ottimali di mobilità sostenibile.

Con il Decreto Legge 25 maggio 2021 recante “Misure urgenti connesse all’emergenza da COVID-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali” (il cosiddetto Decreto “Sostegni bis”), è stato istituito presso il Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibile un fondo con una dotazione di 50 milioni di euro per anno a partire dal 2021, destinato all’erogazione di contributi in favore delle imprese, delle pubbliche amministrazioni e degli istituti scolastici di ogni ordine e grado, che provvedano, previa nomina del mobility manager o mobility manager scolastico (Legge n. 221 del 28 dicembre 2015  conosciuta come “Collegato ambientale” alla Legge di Stabilità 2014), a predisporre, un piano degli spostamenti casa-lavoro del proprio personale e degli spostamenti casa-scuola-casa del personale scolastico e degli alunni.

Il Ministro della Transizione Ecologica, di concerto con il Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, ha inoltre definito le modalità attuative delle disposizioni relative alla figura del Mobility Manager e stabilito che le linee guida per la redazione e implementazione dei Piani di spostamento casa-lavoro (PSCL).