Alternative alle sanzioni disciplinari: nuovi progetti

Creato il
13 Dicembre 2018

Nelle scuole piemontesi aderenti al progetto, si propongono attività alternative alle sanzioni disciplinari per gli studenti.

Prosegue anche nell’anno scolastico 2018-19 il progetto “Percorsi formativi alternativi alle sanzioni disciplinari”, promosso da Regione Piemonte e Ufficio scolastico regionale per il Piemonte e realizzato dal Forum Interregionale Permanente del Volontariato Piemonte e Valle d'Aosta. Il progetto si rivolge agli studenti degli istituti di istruzione secondaria superiore e delle agenzie formative, la cui condotta sarebbe stata sanzionata attraverso la sospensione dalle lezioni, e a cui viene invece offerta la possibilità di partecipare ad attività di volontariato.

L’iniziativa prevede la stipula di un protocollo d’intesa tra il Forum del volontariato e l’istituto scolastico o l’agenzia formativa: sono garantiti così la copertura assicurativa degli studenti, l'assegnazione di un tutor e lo studio di un percorso personalizzato, costruito sul profilo di ciascun ragazzo, in accordo con docenti e famiglie. Il progetto, che viene condiviso con il consiglio di classe e ha una durata minima di tre mezze giornate, può essere realizzato al mattino, in sostituzione della frequenza delle lezioni, o nel pomeriggio, dopo l'orario scolastico, nel caso in cui la sospensione preveda anche la frequenza obbligatoria delle lezioni. Gli allievi possono essere impegnati in azioni come sostegno ad anziani, disabili o adolescenti in difficoltà, attività di dopo scuola, consegna di cibo a domicilio alle famiglie in situazione di disagio.