Proroga della distribuzione in campo di matrici organiche (Op. 10.1.3/3)

Data notizia

Alcune Organizzazioni professionali segnalano difficoltà di approvvigionamento delle matrici organiche da distribuire in campo in ottemperanza agli impegni dell’azione 10.1.3/3 e chiedono che le imprese agricole possano apportare nella prossima primavera le quantità in precedenza non distribuite per l’anno di impegno 2022. Di conseguenza:

  • considerato che di solito viene effettuata un’unica distribuzione annuale e che, qualora questa sia prevista nel periodo autunnale, l’intervallo di tempo disponibile per l’acquisizione e lo spandimento dopo la raccolta della coltura estiva può risultare troppo ristretto, specialmente in caso di applicazione dell’impegno aggiuntivo che richiede di seminare entro il 15 ottobre un erbaio autunno-vernino da sovescio;
  • considerato che nelle zone vulnerabili da nitrati le distribuzioni delle matrici organiche sono soggette a divieti dal 15 novembre al 15 febbraio;
  • considerato che l’apporto della quantità annua richiesta dall’azione può essere differito di qualche mese senza che i suoi benefici ambientali si riducano;

si ritiene ammissibile che le quantità di matrici organiche necessarie all’assolvimento dell’impegno e non distribuite entro il 2022 possano essere apportate entro il 31 marzo 2023.

Si precisa che le relative comunicazioni di avvio delle operazioni in campo dovranno riportare l’indicazione del 2022 come anno di impegno di riferimento e che per l’anno di impegno 2023 dovrà essere effettuata almeno un’altra distribuzione di matrici organiche, rispettando sia le quantità minime richieste dall’azione sia i massimali stabiliti per le zone vulnerabili da nitrati, ove applicabili.

Allegati

CIRCOLARE PROROGA
File pdf - 97.91 KB