Bonus Cultura: da 700 a 1.000 euro a fondo perduto per fotografi, guide turistiche, traduttori e operatori culturali

Data notizia

Da venerdì 7 agosto a sabato 31 ottobre 2020 è attivo il bando per richiedere la corresponsione del Bonus Cultura della Regione Piemonte.

Il sostegno è dedicato al comparto culturale tramite la concessione di un contributo una tantum a fondo perduto per le organizzazione culturali piemontesi che non hanno accesso - o che non intendono accedere - ai contributi ordinari in materia di cultura, e alle imprese e agli operatori aventi partita IVA e sede legale e operativa in Piemonte, che operano in ambito culturale e dell'indotto a supporto delle attività del comparto.

Le risorse complessive ammontano a 3 milioni di euro e il bonus verrà erogato nella forma di 700 euro per i lavoratori autonomi e per le imprese individuali, e di 1.000 euro per i soggetti costituiti in forma di associazione o di altra tipologia di ente non lucrativo di diritto privato o di società.

Per le imprese e i liberi professionisti, i codici ATECO e i relativi sottocodici ammessi al Bonus sono:

- 59.11 (attività di produzione cinematografica);

- 59.12 (attività di post-produzione cinematografica);

- 59.13 (attività di distribuzione cinematografica);

- 59.20 (attività di registrazione sonora);

- 74.10.2 (attività di design);

- 74.10.29 (altre attività di disegnatori grafici);

- 74.20 (attività fotografiche);

- 74.30 (attività di interpreti e traduttori) per i quali occorre caricare sulla piattaforma anche copia della qualifica di attestazione professionale;

- 79.90.20 (attività delle guide turistiche) per le quali occorre caricare sulla piattaforma anche copia del tesserino identificativo regionale;

- 82.30 (organizzazione di convegni e fiere);

- 85.52 (formazione culturale);

- 90.01 (rappresentazioni artistiche);

- 90.02 (attività di supporto alle rappresentazioni artistiche);

- 90.03 (creazioni artistiche e letterarie);

- 90.04 (gestione di strutture artistiche);

- 91.01 (attività di biblioteche e archivi);

- 91.02 (attività di musei);

- 91.03 (gestione di luoghi e monumenti storici);

- 93.19.92 (attività delle guide alpine) per le quali occorre caricare sulla piattaforma anche copia del tesserino identificativo regionale;

- 94.99.2 (attività di organizzazioni che perseguono fini culturali) per le quali occorre caricare sulla piattaforma anche copia dello Statuto in corso di validità.

La procedura di presentazione delle domande è «a sportello» e, pertanto, le stesse possono essere presentate continuativamente, fatte salve eventuali comunicazioni di termine/sospensione per esaurimento della dotazione finanziaria disponibili da parte di Finpiemonte.

La concessione del Bonus una tantum è subordinata al controllo della documentazione ammissibile, la cui mancanza o non correttezza determinerà la non ricevibilità e archiviazione della domanda, e seguirà l’ordine temporale di arrivo delle istanze sulla piattaforma indicata.

Per accedere alla piattaforma clicca il seguente link https://secure.sistemapiemonte.it/findomrouter/home.do

Per accedere al sistema e comunicare l’Iban su cui si desidera venga accreditato il Bonus è necessario essere muniti di una delle seguenti credenziali di autenticazione digitale :

  • SPID - Sistema Pubblico di Identità Digitale: nel caso non lo avessi puoi attivarlo consultando il sito: https://www.spid.gov.it/richiedi-spid (SCELTA CONSIGLIATA se non si hanno altre credenziali di autenticazione digitale)

  • Carta di Identità Elettronica (CIE)

  • Certificato digitale in formato Carta Nazionale Servizi -CNS con lettore di smart-card collegato al proprio personale computer

Nel caso di difficoltà a ottenere una delle credenziali di autenticazione digitale sopracitate, è possibile chiedere un supporto ai servizi di assistenza fiscale (es. associazioni di categoria) o professionisti (commercialisti, consulenti del lavoro…).

Una volta entrati nel sistema è necessario indicare i seguenti dati:

  • nome, cognome, luogo e data di nascita, luogo di residenza, codice fiscale, estremi di un documento identificativo

  • dati identificativi dell’impresa: denominazione o ragione sociale, forma giuridica, codice fiscale, partita IVA)

  • dati relativi alla sede legale dell’impresa: comune, indirizzo, recapiti telefonici e posta elettronica

  • estremi bancari: IBAN e intestatario

  • allegare la documentazione richiesta


È disponibile un Tutorial realizzato da Csi Piemonte: Tutorial Bonus Cultura

È scaricabile il bando completo per richiedere il Bonus: Bando Bonus Cultura

Per informazioni tecniche potete contattare il numero telefonico 011 0824407 o scrivere a gestione.finanziamenti@csi.it

Per informazioni è possibile contattare anche gli uffici regionali all’indirizzo bonuscultura@regione.piemonte.it

Allegati

Tutorial Bonus Cultura
File pdf - 1.55 MB
Bando Bonus Cultura
File pdf - 97.36 KB