COVID-19, FAQ sui musei e sulle biblioteche

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici

A seguito del Decreto Legislativo 23 luglio 2021, n. 105 (Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche), a partire da venerdì 6 agosto 2021, su tutto il territorio nazionale, i visitatori dovranno esibire la certificazione verde COVID-19 (Green pass) per accedere ai musei e agli altri luoghi della cultura.

La Certificazione attesta una delle seguenti condizioni:

  • aver fatto la vaccinazione anti COVID-19 (in Italia viene emessa sia alla prima dose, sia al completamento del ciclo vaccinale);

  • essere negativi al test molecolare o antigenico rapido nelle ultime 48 ore;

  • essere guariti dal COVID-19 negli ultimi sei mesi.

Tale disposizione non si applica ai soggetti esclusi per età dalla campagna vaccinale e ai soggetti esenti sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della salute.
All’ingresso sarà verificata l’identità e la validità del certificato verde tramite l’applicazione ufficiale Verifica C19 rilasciata dal Ministero della Salute.
Il Certificato verde COVID 19 potrà essere presentato in forma cartacea o attraverso applicazione su dispositivi (cellulari e tablet).
Rimangono inoltre in vigore le prescrizioni di sicurezza anti-Covid già stabilite precedentemente per le visite museali. Per programmare al meglio le visite, si consiglia di consultare il sito web o di telefonare preventivamente ai musei.
Per ulteriori approfondimenti sulla certificazione verde, consultare la pagina istituzionale: https://www.dgc.gov.it/web/

Il decreto legge 22 aprile 2021, n. 52 approvato dal Consiglio dei Ministri stabilisce le regole per le riaperture dei luoghi della cultura.

A seguito del DPCM del 18 maggio 2021, come comunicato dal Ministero della Cultura, i musei potranno rimanere aperti anche nel fine settimana senza prenotazione obbligatoria. Info: https://cultura.gov.it/comunicato/20621

La riapertura dei musei, dei siti monumentali, delle biblioteche e degli archivi è autorizzata con Decreto del presidente della Giunta n. 51 del 24 aprile 2021 con le relative linee guida in allegato al decreto (in particolare pagine 30 e 31).

Dal 14 giugno il Piemonte è in zona bianca. Nelle regioni in zona bianca riaprono musei e mostre anche sabato e domenica.
Prima di programmare una visita, si raccomanda di telefonare o consultare i siti web istituzionali dei singoli musei, dove saranno pubblicate le modalità di accesso che possono essere diverse per ogni museo.

I visitatori possono reperire le informazioni sulle riaperture tramite i consueti canali informativi dei singoli musei. Inoltre esistono dei siti Internet specializzati che pubblicano periodicamente delle notizie sui musei che sono già aperti o che si apprestano a riaprire. Tra questi ve ne segnaliamo alcuni:

Dal 14 giugno il Piemonte è in zona bianca. Nelle regioni in zona bianca le biblioteche hanno la possibilità di riaprire. Per le biblioteche piemontesi si tratta di un’apertura graduale, nel rispetto di tutte le norme di sicurezza previste per il personale, i visitatori, gli ambienti e le opere conservate ed esposte. Pertanto non tutte le biblioteche apriranno contemporaneamente. Anche i consueti orari di apertura potranno subire variazioni, così come le modalità di accesso.