Autorizzazione ai sensi art. 12 DPR 357/97 e s.m.i. di ripopolamento di Acipenser naccarii o storione cobice, nel fiume Po. Consultazione pubblico.

Data notizia

Come previsto dall’art 12 c.2 del DPR 357/97 e s.m.i., le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, dopo un'adeguata consultazione del pubblico interessato, autorizzano la reintroduzione o il ripopolamento delle specie autoctone sulla base dei criteri adottati con il Decreto 2 aprile 2020 “Criteri per la Reintroduzione e il ripopolamento delle specie autoctone di cui all'allegato D del decreto del Presidente della Repubblica 8 settembre 1997, n. 357, e per l'immissione di specie e di popolazioni non autoctone.” e di uno studio che evidenzia che tale reintroduzione o ripopolamento garantisce il mantenimento o il ripristino, in uno stato di conservazione soddisfacente, degli habitat naturali e delle specie di fauna e flora selvatiche di interesse comunitario (art. 1, c 2 DPR 357/97).

Il 6 ottobre 2022 è pervenuto dall’Autorità di Bacino del Po lo studio di fattibilità del progetto “Adotta lo storione” che prevede, tra le attività, azioni di ripopolamento della specie Acipenser naccarii o storione cobice (specie in allegato D del DPR 357/97), nel fiume Po tratto lombardo, ma che potrebbe ovviamente coinvolgere anche il tratto piemontese.

Pertanto, la Regione Piemonte deve rilasciare l’autorizzazione di cui sopra.

Entro il 21 novembre p.v. è possibile inviare osservazioni, inerenti al progetto, alla pec biodiversita@cert.regione.piemonte.it