Un bando per rimuovere l’amianto dagli edifici pubblici

Creato il
11 Marzo 2019

Il bando è aperto fino al 15 maggio 2019, ed è rivolto ai Comuni, prevede una disponibilità di oltre 2 milioni di euro, che saranno assegnati per sostenere la rimozione di manufatti contenenti amianto da edifici e strutture di loro proprietà.

Gli interventi dovranno essere realizzati entro il 30 novembre 2020.

Il finanziamento regionale coprirà il 100% dell’importo netto dei costi di bonifica e dei costi per il ripristino, strettamente conseguenti alla rimozione dei manufatti contenenti amianto, oltre all’importo netto degli oneri per la sicurezza.

L’importo massimo assegnabile per singola istanza è di 250.000 euro.

Costituisce requisito per l’ammissione al contributo regionale l’adempimento, al momento della presentazione delle istanze, alle comunicazioni previste dall’art. 9 della L.R. 30/2008 e dalla D.G.R. n. 58-4532 del 29 dicembre 2016, da parte dei Comuni, per gli edifici e le strutture oggetto di richiesta di finanziamento.

Per la comunicazione utilizzare la seguente scheda pdf editabile: Scheda art 9 LR 30_2008.pdf

N.B. per visualizzare correttamente la scheda è necessario salvare il file pdf sul proprio computer e successivamente aprirlo

Link al testo del bando