Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Antisofisticazioni vinicole

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti

Attività e risultati del Servizio Antisofisticazioni Vinicole regionale

Nel 1980 con la L.R. n.39 "Repressione delle frodi: sistema di rilevazione e controllo della produzione e del commercio dei prodotti vinicoli" sono stati istituiti sul territorio regionale i Servizi Antisofisticazioni Vinicole.

L'attività del Servizio Antisofisticazioni Vinicole si realizza tramite personale adibito in via esclusiva:

  • a) alla verifica della rispondenza dei dati forniti dalle ditte vitivinicole nelle denunce di raccolta uve, di produzione vino e di giacenza vini e mosti,nonché della denuncia dell'Anagrafe Vitivinicola
  • b) al controllo della documentazione contabile e di quella speciale prevista per l'attività di produzione e commercio dei prodotti vitivinicoli, ivi compreso il controllo dei documenti di viaggio necessari durante il trasferimento dei prodotti di cui all'art.1 della legge;alla verifica del rispetto della normativa comunitaria e Nazionale del settore viticolo ed enologico
  • c) al prelievo dei campioni di prodotti vitivinicoli, ivi compresi quelli di cui al Capo IV del Decreto Legislativo 61 del 8 Aprile 2010, e di sostanze chimiche ad uso dell’industria enologica
  • d) alle analisi di laboratorio
  • e) all'assistenza alle Commissioni comunali per l'agricoltura nell'espletamento dei compiti loro assegnati
  • f) ai controlli quantitativi e qualitativi delle produzioni viticole provenienti dai vigneti iscritti allo “Schedario viticolo” di cui all’art. 12 del Decreto Legislativo 61 del 18 Aprile 2010
  • g) alle verifiche per l'accertamento del rispetto delle norme relative all'estirpazione, reimpianto e nuovo impianto dei vigneti.

I Servizi Antisofisticazioni Vitivinicole, d’intesa con Enti e organismi interessati, collaborano per l’attuazione della legge sulle denominazioni di origine (Decreto Legislativo 61 del 8 Aprile 2010”).

L'attività dei funzionari incaricati può essere riassunta nell'azione di controllo e vigilanza sulla preparazione e sul commercio dei prodotti viticoli, non trascurando il ruolo di prevenzione che viene esercitato con la presenza costante sul territorio.

Il Coordinamento dei Servizi è di competenza regionale e l’Ufficio preposto è l’Ufficio di Coordinamento dei Servizi Antisofisticazione Vitivinicole che ha la sede in C.so Stati Uniti 21 a Torino.

Competenze territoriali

Attualmente sono 4 i servizi antisofisticazioni operanti sul territorio regionale con sede in Torino, Asti, Alessandria e Alba per la provincia di Cuneo.

La copertura per le altre province è assicurata da convenzioni stipulate fra le province in cui i servizi sono presenti e quelle in cui i servizi sono mancanti, pertanto i funzionari della Provincia di Torino effettuano controlli anche sul territorio di Biella,i funzionari di Asti sul territorio di Vercelli, i funzionari di Alessandria sul territorio di Novara e quelli di Cuneo sul Verbano Cusio Ossola.

Asti – P.zza San Martino 11, 14100
sav@provincia.asti.it  | tel. 0141-433472/556, fax 0141-433556
Alessandria – Via Fiume 23, 15121
sav@provincia.alessandria.it | tel. 0131-304056/7,303264, fax 0131-304055
Cuneo– Via Morando, 7/A - 12060 - RODDI - E-mail:sav.cn@provincia.cuneo.it |
tel. 0173-615685, fax 0173-620081
Torino – Via Coazze 18, 10138
antisofisticazionivinicole@cittametropolitana.torino.it |  tel. 011/8613805/04, fax 011-8614262

Contatti

Riferimento
Maria Valsania
Telefono
011.4324367
Email
osservatorio.viticolo@regione.piemonte.it
Riferimento
Paola Favatà
Telefono
011.4324711
Email
osservatorio.viticolo@regione.piemonte.it