Contributi regionali per lotta al tarlo asiatico del fusto e nematode galligeno del riso

Creato il
19 Aprile 2019

Sono aperte fino al 3 maggio 2019 le domande per i contributi regionali a favore di aziende risicole per le perdite di produzione e dei costi aggiuntivi a seguito di interventi di controllo di infestazioni parassitarie da nematode galligeno del riso (Meloidogyne graminicola).

Il sostegno è rivolto alle aziende risicole sottoposte alla lotta obbligatoria ingiunta dal Settore fitosanitario regionale per il controllo di infestazioni parassitarie da nematode galligeno del riso (Meloidogyne graminicola). Alle suddette aziende sono destinati contributi regionali per le perdite di produzione e per i costi aggiuntivi sostenuti per gli interventi previsti dalla lotta obbligatoria contro il nematode galligeno del riso.

Sono contemporaneamente aperte fino al 17 maggio 2019 le domande per i contributi regionali a favore di PMI in possesso di autorizzazione all'attività vivaistica, per i danni derivanti dall’applicazione di misure fitosanitarie per la lotta al tarlo asiatico del fusto (Anoplophora glabripennis)

Il sostegno è rivolto a piccole e medie imprese (PMI) operanti nella produzione agricola primaria, in possesso di autorizzazione all'attività vivaistica e ricadenti all'interno delle zone demarcate per la presenza di focolai di infestazioni da tarlo asiatico del fusto (Anoplophora glabripennis). Alle suddette aziende sono destinati contributi regionali per i danni derivanti dalla distruzione delle piante specificate sottoposte a misure fitosanitarie obbligatorie.