Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Coronavirus: aggiornamenti per il settore agricolo e agroalimentare

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Terzo settore

31 marzo 2020

A seguito delle disposizioni nazionali contenute nei recenti DPCM, si comunica che con D.D. n.149 del 31/03/2020 relativamente all'Operazione 3.1.1. "Partecipazione a regimi di qualita'" del PSR 2014-2020 si:

  • proroga il termine di presentazione delle domande di saldo annualita' 2019 al 30
    giugno 2020 ore 23.59.59;
  • proroga il termine di presentazione delle domande di sostegno annualita' 2020 al 30
    giugno 2020 ore 23.59.59.

 

26 marzo 2020

Tenuto conto di quanto disposto dall'art. 103 del Decreto Legge 17/3/2020, n. 18, la graduatoria delle domande potenzialmente ammissibili a finanziamento a valere sul quarto bando dell'Operazione 4.1.3 del PSR 2014-2020, chiusosi il 14 febbraio, la cui pubblicazione era prevista il 26 marzo, sarà inserita nel primo BUR disponibile dopo il 15 aprile 2020.

 

18 marzo 2020

Si rende disponibile il Decreto-legge 17 marzo 2020 n. 18 CuraItalia "Misure di potenziamento del servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19" (Pubblicato in G.U. 17 marzo 2020) nel quale sono contenute norme di interesse anche per il settore agricolo e agroalimentare e l'attività della Pubblica Amministrazione. 
 
Tutta la normativa Coronavirus è disponibile sull'apposita pagina predisposta dal Governo italiano
 
 
16 Marzo 2020
 
A seguito delle disposizioni nazionali contenute nei recenti DPCM, si comunica che la presentazione delle domande di aiuto per il bando B 2019 dell'Operazione 4.2.1 del PSR 2014-2020, la cui scadenza era stata fissata al 20 marzo 2020, è prorogata al 5 giugno 2020.

La proroga sarà formalizzata con una DGR, che sarà approvata nella prima seduta utile della Giunta regionale.

 

12 marzo 2020

Il DPCM 11 marzo 2020 contenente misure urgenti per il contenimento della diffusione del virus agente del COVID-19 chiarisce, all’art.1, punto 4), che “resta garantita, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie - l’attività agricola, zootecnica e di trasformazione agro-alimentare comprese le filiere che ne forniscono beni e servizi”.

Pertanto, in questo periodo, non sono previste particolari limitazioni al normale svolgimento delle attività agricole stagionali (preparazione dei terreni, semina, potatura e gestione degli impianti arborei) e di quelle relative agli allevamenti (conduzione superfici foraggere, pascolamento, distribuzione reflui, governo e cura dei capi zootecnici).

Il Decreto non prevede altresì limitazioni allo svolgimento delle attività inerenti alle filiere agro-alimentari, assicurando quindi una continuità dei conferimenti e delle forniture, da parte delle aziende agricole alle imprese di trasformazione agro-alimentare, e il mantenimento dei flussi produttivi di alimenti.

Le disposizioni del Decreto assicurano inoltre la conservazione delle relazioni commerciali con le imprese fornitrici di beni e servizi alle aziende agricole e agro-alimentari.