A1512B - Programmazione socio-assistenziale e socio-sanitaria, standard di servizio e qualità

Settore
Struttura di appartenenza
A15000 - Coesione sociale
Responsabile
Livio Tesio
PEC
programmazionesocioassistenziale@cert.regione.piemonte.it
Specifica PEC
La casella PEC accetta solo comunicazioni provenienti da indirizzi PEC
Recapiti
Indirizzo

Via Bertola 34
Torino

Telefono
011 4321545
Fax
-
Materie di competenza

Compete al settore, nel rispetto dell’indirizzo della Direzione Regionale e in conformità con gli obiettivi fissati dagli Organi di Governo lo svolgimento delle attività in materia di:
- elaborazione dei documenti di programmazione regionale;
- supporto alla programmazione locale;monitoraggio e verifica della congruità della programmazione locale con gli obiettivi della programmazione regionale;
- riparto e verifica della spesa del fondo regionale per la gestione del sistema integrato dei servizi e degli interventi sociali e socio-sanitari;
- promozione e supporto agli Enti locali per la definizione dell’assetto istituzionale territoriale e relativa verifica;
- promozione di forme di coordinamento fra enti gestori istituzionali e soggetti del terzo settore;
- programmazione interventi nell’area socio-sanitaria in raccordo con la Direzione Sanità;
- concorso nella valutazione sul raggiungimento degli obiettivi assegnati alle Direzioni delle ASR per le attività socio-sanitarie;
- coordinamento, elaborazione e monitoraggio del sistema tariffario delle prestazioni socio-sanitarie in raccordo con la Direzione Sanità;
- definizione di costi e fabbisogni standard dei servizi e delle prestazioni sociali e socio- sanitarie;
- gestione sistema regionale di accreditamento dei servizi assistenziali e dei soggetti erogatori;
- gestione del sistema di accreditamento regionale delle strutture attraverso la definizione degli standard di competenza regionale;
- interventi per le persone disabili e anziane;
- elaborazione standard strutturali e gestionali dei presidi socioassistenziali e socio- sanitari per disabili e anziani ed il supporto tecnico alle realizzazioni progettuali;
- programmazione della formazione di base, riqualificazione e formazione permanente degli operatori dei servizi sociali, sulla base dei bisogni rilevati tramite gli enti gestori istituzionali, anche in raccordo con l’università in accordo con il Settore Formazione Professionale;
- standard di servizio e di qualità - indirizzi per l’esercizio delle funzioni di vigilanza sulle strutture socio-assistenziali, socio-sanitarie e socio-educative; attività diretta di vigilanza ove previsto dalla normativa;
- standard di servizio e di qualità - promozione e supporto alle attività delle IPAB, delle I PAB privatizzate e delle aziende pubbliche di servizio alla persona;
- controllo pubblico, ai sensi degli articoli 23 e 25 del codice civile, sull’amministrazione delle persone giuridiche di diritto privato che hanno ottenuto il riconoscimento in seguito alla trasformazione delle IPAB o delle aziende pubbliche di servizi alla persona, compresi lo scioglimento del consiglio di amministrazione e la nomina del commissario straordinario;
- vigilanza sugli organi e sull’attività amministrativa delle IPAB, compresi la sospensione e lo scioglimento del consiglio di amministrazione e la nomina del commissario straordinario nonché la dichiarazione di decadenza dei membri del consiglio di amministrazione delle IPAB nei casi previsti dalla legge;
- indirizzo, vigilanza e controllo dell’Agenzia regionale adozioni internazionali;
coordinamento, supporto, promozione di attività innovative in campo sociale anche attraverso progetti con fondi europei.