A1511B - Politiche dell'istruzione, programmazione e monitoraggio strutture scolastiche

Settore
Struttura di appartenenza
A15000 - Coesione sociale
Responsabile
Arturo Faggio
Email
istruzione@regione.piemonte.it
edilizia.scolastica@regione.piemonte.it
contributi-ediliziascolastica@regione.piemonte.it
PEC
istruzione@cert.regione.piemonte.it
edilizia.scolastica@cert.regione.piemonte.it
Specifica PEC
La casella PEC accetta solo comunicazioni provenienti da indirizzi PEC
Recapiti
Indirizzo

Via Magenta 12
10128 Torino

Telefono
011 4321511 Istruzione
011 4321479 Edilizia scolastica
Fax
-
Materie di competenza

Compete al settore nel rispetto dell'indirizzo della Direzione Regionale ed in conformità con gli obiettivi fissati dagli organi di governo lo svolgimento delle attività in materia di:

  • programmazione e gestione degli interventi a favore delle famiglie in materia di diritto allo studio e per l’inclusione scolastica;
  • programmazione delle azioni di interesse regionale volte all’arricchimento dell’offerta formativa per tutti gli ordini di scuola, anche in collaborazione con le strutture regionali competenti per materia;
  • progettualità in ordine a tematiche di interesse educativo;
  • attività di studio, progettazione e formazione in materia di educazione ambientale e alla sostenibilità;
  • programmazione e dimensionamento della rete scolastica statale, anche in relazione all’istituzione di sezioni di scuole dell’infanzia e nuove scuole dell’infanzia;
  • competenze in materia di servizi educativi per l’infanzia (L.R. 1/2004, L.R 18/2017) e sistema integrato dalla nascita fino a sei anni (D.Lgs 65/2017);
  • programmazione dell’offerta formativa della scuola secondaria di secondo grado statale, con riferimento ad indirizzi di studio, articolazioni ed opzioni, ed all’offerta sussidiaria di IeFP;
  • gestione attività relative all’anagrafe degli studenti, alla rilevazione scolastica e all’anagrafe delle scuole;
  • elaborazione ed analisi dei dati sugli alunni e sulle scuole ai fini della programmazione delle azioni di competenza;
  • programmazione del calendario scolastico;
  • realizzazione di azioni per la prevenzione e il contrasto dei fenomeni di bullismo e cyberbullismo, anche in attuazione della l.r. 2/2018;
  • definizione di azioni orientate alla prevenzione e al contrasto della dispersione scolastica, attraverso azioni congiunte con l’ufficio scolastico regionale;
  • programmazione e gestione degli interventi in materia di diritto allo studio previsti dell’Atto di indirizzo relativo alla l.r. 28/2007;
  • collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale per la definizione degli organici delle scuole piemontesi;
  • attuazione della normativa per la realizzazione di percorsi di istruzione e formazione professionale, in regime di sussidiarietà, da parte delle istituzioni scolastiche che offrono percorsi di istruzione professionale, in collaborazionecon gli altri Settori competenti per materia della Direzione Coesione Sociale e con l’USR;
  • promozione e sviluppo delle strutture ospitanti i servizi educativi per l’infanzia (asili nido e servizi integrativi);
  • gestione degli interventi previsti dalla l.r. 28/2007 a favore delle scuole dell’infanzia
  • paritaria non dipendenti da enti locali territoriali e delle sezioni primavera;
  • supporto e collaborazione all’attività di coordinamento esercitata dall’Ufficio scolastico regionale in materia di alternanza scuola-lavoro;
  • elaborazione di norme tecniche regionali attuative di norme statali;
  • confronto e raccordo con la programmazione nazionale in materia di interventi contributivi sulle strutture scolastiche;
  • attività di raccordo con soggetti interni ed esterni all’Amministrazione in merito all’elaborazione di linee di programmazione tecnica degli interventi;
  • programmazione tecnica degli interventi relativi alle strutture scolastiche;
  • gestione dei procedimenti riferiti alla concessione di contributi agli Enti;
  • gestione Accordi di Programma e Protocolli d’Intesa con gli Enti Locali per interventi sugli edifici scolastici;
  • azioni rivolte al sostegno delle aree territorialmente disagiate (in particolare aree di montagna e piccoli comuni) in ordine al mantenimento del servizio scolastico;
  • gestione attività connesse all’Anagrafe regionale dell’edilizia scolastica e al Sistema di analisi territoriale ed ambientale georiferito;
  • elaborazione dei dati sugli edifici scolastici;
  • gestione delle attività di monitoraggio di competenza regionale sulle strutture scolastiche.