Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Notiziario per le Amministrazioni locali n. 8 del 7 marzo 2019

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti

Questa settimana in copertina*: Salussola (BI). Castello. Fotografia di Claudio Circolari.

Il Notiziario per le Amministrazioni locali pubblica settimanalmente notizie dell'attività amministrativa e istituzionale della Giunta regionale che hanno una particolare ricaduta sul sistema delle Autonomie locali.  La pubblicazione offre una panoramica su atti normativi e amministrativi statali e regionali e iniziative di interesse per gli Enti locali del Piemonte proponendo una selezione di comunicati stampa, scadenze utili e approfondimenti su temi specifici.

* Le immagini pubblicate settimanalmente sono fornite dai Comuni del Piemonte.

IN PRIMO PIANO

Le decisioni della Giunta regionale

Tutela dei minori, sostegno ai piani forestali e all’agricoltura montana, salvaguardia delle falde acquifere sono stati i principali argomenti esaminati venerdì 1° marzo dalla Giunta regionale nel corso di una riunione coordinata dal presidente Sergio Chiamparino.

Tutela dei minori

Alla luce del significativo mutamento negli ultimi anni dello scenario riferito alla tematica dell’abuso e del maltrattamento sui minori, si è resa necessaria, come proposto dagli assessori Augusto Ferrari e Antonio Saitta. la modifica e l’aggiornamento delle linee guida per la segnalazione e la presa in carico dei casi di abuso da parte dei servizi socio-assistenziali e sanitari.

In particolare, viene stabilito che nei confronti dei minori diventati orfani a causa di crimini domestici venga assicurata gratuitamente dal servizio sanitario nazionale l’assistenza medica necessaria per il pieno recupero del loro equilibrio psicologico. I soggetti gestori delle funzioni socio-assistenziali e le Asl capofila dovranno recepire queste disposizioni entro un anno.

Montagna e foreste

Su proposta dell’assessore Alberto Valmaggia sono stati deliberati:

- l’integrazione con 1.500.000 euro della disponibilità finanziaria della misura del Programma di sviluppo rurale destinata a sostenere la stesura e l’attuazione di piani forestali aziendali all’interno di una forma di gestione associata che operi in modo stabile su una superficie minima di 100 ettari;

- l’apertura del bando per la concessione dell’indennità compensativa 2019 agli agricoltori che svolgono la propria attività nelle zone montane, che avrà una dotazione di 7.280.000 euro.

Acque sotterranee

Sono state stabilite, su iniziativa degli assessori Alberto Valmaggia e Giorgio Ferrero, le misure da adottare obbligatoriamente nelle aree di ricarica degli acquiferi profondi per i prodotti fitosanitari contenenti bentazone, terbutilazina e S-Metolaclorle, che devono rientrare in un programma di gestione che contempli la pianificazione della difesa, l’adozione di tecniche integrate, la prevenzione delle resistenze, la distribuzione delle miscele limitando il rischio di lisciviazione, il corretto uso delle irroratrici, l’adeguato smaltimento delle rimanenze.

La Giunta ha inoltre approvato:

  • su proposta del presidente Sergio Chiamparino, l’assegnazione a Paolo Foietta di un incarico di collaborazione per svolgere attività di presidio stategico e aggiornamento sugli sviluppi dell’adeguamento dell’asse ferroviario Torino-Lione;
  • su proposta del vicepresidente Aldo Reschigna, l’autorizzazione alla costituzione della Regione Piemonte nel giudizio dinanzi alla Corte Costituzionale promosso dalla Presidenza del Consiglio dei ministri per la declaratoria di incostituzionalità della procedura di stabilizzazione dei medici precari del 118 prevista dall’art.135 della l.r.19/2018;
  • su proposta dell’assessore Giorgio Ferrero, la declaratoria dell’eccezionalità dell’epidemia di influenza aviaria che ha interessato il Piemonte tra il 1° aprile 2016 e il 30 giugno 2018 e il suo invio al Ministero delle Politiche agricole per il riconoscimento del danno subito, nonché il riconoscimento anche alle Province e alla Città metropolitana di Torino delle spese sostenute per la prevenzione dei danni da fauna selvatica;
  • su proposta dell’assessora Antonella Parigi, lo schema di accordo di programma tra Regione Piemonte e Comune di Entracque (Cn) per il potenziamento dell’impianto di innevamento e il nuovo “tapis roulant”, che comporta un investimento di complessivo di 534.800 euro (480.000 a carico della Regione, 54.800 del Comune);
  • su proposta degli assessori Antonella Parigi e Alberto Valmaggia, lo schema di protocollo d’intesa per l’individuazione di azioni volte a valorizzare il comprensorio montano del Mondolè, che verrà stipulato da Regione Piemonte, Unione Montana Mondolè, Comuni di Frabosa Sottana, Frabosa Soprana, Roccaforte Mondovì, Magliano Alpi, Mondovì e Villanova Mondovì e le società Prato Nevoso S.p.A., Artesina S.p.A. e Frabosa Ski 2000 S.p.A;
  • su proposta dell’assessora Gianna Pentenero, lo schema di protocollo d’intesa triennale tra Regione Piemonte, Club alpino italiano e Ufficio scolastico regionale per la formazione alla cultura dello sviluppo sostenibile e la promozione della conoscenza del territorio montano nelle scuole;
  • su proposta degli assessori Gianna Pentenero e Antonio Saitta, gli standard formativi e la disciplina dei corsi di formazione per il profilo professionale di assistente di studio odontoiatrico;
  • su proposta dell’assessore Alberto Valmaggia, l’adesione al protocollo d’intesa tra Ministero dell’Ambiente, Regione Piemonte, Città di Torino, Città metropolitana di Torino e Comitato per il Verde pubblico per lo sviluppo di infrastrutture verdi mediante strumenti pianificatori e meccanismi per la gestione dei contributi e delle compensazioni ambientali.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Montagna: indennità compensativa. Stanziati 22 milioni di euro in più di fondi Psr rispetto alla passata programmazione

La Giunta Regionale ha approvato i criteri di apertura del bando del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020, Campagna 2019, riguardante la concessione dell’indennità compensativa agli agricoltori delle zone montane, assegnando un primo stanziamento di 7.275.000 euro. L’Obiettivo della misura è quello di compensare, in tutto o in parte, i costi aggiuntivi sostenuti e i mancati guadagni dovuti ai vincoli e ai problemi legati alle produzioni nelle Terre Alte in cui le attività sono insediate. Ulteriori risorse saranno rese disponibili sia utilizzando le economie dei bandi precedenti, sia attraverso un aumento della dotazione finanziaria, destinando risorse derivanti da altre Misure dello stesso Psr.

Rispetto alla programmazione 2007-2013, che ha visto pervenire una media di 4.500 domande annue (per circa 6,6 milioni di euro annui), con la programmazione 2014-2020 si è a ricevere, in media, 6.122 richieste l’anno (per circa 11,4 milioni di euro annui).

Le modifiche delle regole stabilite dall’Unione Europea ha esteso, quasi raddoppiandola, la platea dei beneficiari, includendo ad esempio anche gli agricoltori in pensione, precedentemente esclusi. Inoltre, i premi per ogni beneficiario sono passati da un massimo di 5.200 euro a 13.700 euro, così come è variata la superficie massima a premio, aumentata da 40 a 100 ettari.

Il nuovo quadro europeo ha portato quindi maggiori risorse per gli agricoltori. Il totale dei 7 anni della passata programmazione, 2007-2013, ha visto impegni per 46,7 milioni di euro; mentre ad oggi, le campagne relative agli anni 2014-2019 ammontano a 68,5 milioni di euro. Si tratta di un importo non ancora sufficiente a coprire tutte le domande, ma al momento già superiore di quasi 22 milioni di euro rispetto alla tornata precedente. Tutto ciò a dimostrazione della sensibilità e delle politiche per la montagna della Giunta Chiamparino.

Per replicare alle affermazioni di Coldiretti, che ci ha criticato di “tradire l’agricoltura di montagna” - afferma l’Assessore allo Sviluppo della Montagna, Alberto Valmaggia - in questi anni, numeri alla mano, c’è stata una particolare attenzione agli operatori rurali delle Terre Alte, che hanno ricevuto contributi più elevati rispetto al passato. Al primo stanziamento necessario per l’apertura urgente dell’iter della Campagna 2019, nei prossimi mesi, seguiranno altri atti utili per reperire le risorse mancanti”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

 ATTI DELLO STATO 

Comunicato del Ministero della Giustizia

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 50 del 28.2.2019 il Comunicato del Ministero della Giustizia:

Mancata conversione del decreto-legge 29 dicembre 2018, n. 143, recante: "Disposizioni urgenti in materia di autoservizi pubblici non di linea".

Delibera dell'Autorità nazionale anticorruzione 19 dicembre 2018

E' stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 55 del 6.3.2019 la Delibera dell'Autorità nazionale anticorruzione 19 dicembre 2018:

Attuazione dell'articolo 1, commi 65 e 67, della legge 23 dicembre 2005, n. 266, per l'anno 2019. (Delibera n. 1174).

LEGGI REGIONALI PUBBLICATE SUL BOLLETTINO UFFICIALE

Legge regionale 1° marzo 2019, n. 6

E’ stato pubblicato sul Supplemento ordinario n. 2 al Bollettino Ufficiale n. 10 del 7.3.2019 la Legge regionale 1° marzo 2019, n. 6:

Nuove norme in materia di politiche giovanili. 

Legge regionale 1° marzo 2019, n. 7

E’ stato pubblicato sul Supplemento ordinario n. 2 al Bollettino Ufficiale n. 10 del 7.3.2019 la Legge regionale 1° marzo 2019, n. 7:

Modifiche alla legge regionale 7 agosto 2006, n. 30 (Istituzione del Consiglio delle Autonomie locali (CAL) e modifiche alla legge regionale 20 novembre 1998, n. 34 "Riordino delle funzioni e dei compiti amministrativi della Regione e degli Enti locali).

Legge regionale 1° marzo 2019, n. 8

E’ stato pubblicato sul Supplemento ordinario n. 2 al Bollettino Ufficiale n. 10 del 7.3.2019 la Legge regionale 1° marzo 2019, n. 8:

Modifica dell’articolo 3 della legge regionale 3 agosto 2011, n. 15 (Disciplina delle attività e dei servizi necroscopici, funebri e cimiteriali. Modifiche della legge regionale 31 ottobre 2007, n. 20).

PROVVEDIMENTI DELL’AMMINISTRAZIONE REGIONALE

I testi dei provvedimenti qui pubblicati costituiscono un puro strumento di consultazione documentale privo di qualsiasi valore giuridico. Salvo diversa indicazione tutti i file sono pubblicati in formato Pdf oppure compressi in formato Zip.  

Piano di Gestione del Distretto idrografico del Fiume Po (PdGPo 2015 Codifica - KTM03-P2-b014) e Piano di Azione Nazionale per l’uso sostenibile nelle Aree di ricarica degli acquiferi profondi (DM 22.01.2014). Approvazione delle misure regionali per la riduzione dei prodotti fitosanitari nelle Aree di ricarica degli acquiferi profondi.

La Giunta regionale con D.G.R. n. 30-8495 del 1°.3.2019, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 10 del 7.3.2019, ha approvato, in attuazione del Piano di Gestione del Distretto idrografico del Fiume Po (PdG - Po 2015 Codifica - KTM03-P2-b014) e del Piano d’azione nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari (PAN), adottato con D.M. 22 gennaio 2014, l’Allegato A denominato “Misure da adottare nelle Aree di ricarica degli acquiferi profondi, di cui alla DD 268 del 21.07.2016 ed alla DGR 12-6441 del 02.02.2018”, costituente parte integrante e sostanziale della presente deliberazione.

L’aggiornamento dell’Anagrafe Agricola Unica deve essere effettuato entro la data del 1° novembre 2019.

Le limitazioni d’uso di cui al suddetto Allegato A si applicano a partire dal 1° novembre 2019 o comunque, ad avvenuto aggiornamento dell'Anagrafe Agricola Unica.

Le raccomandazioni di cui al suddetto Allegato A si applicano a partire dalla data di pubblicazione della presente deliberazione.

E’ demandato alla competente Direzione Agricoltura l’aggiornamento dell’Anagrafe Agricola Unica, nel rispetto delle suddette tempistiche.

E’ demandato al competente Settore della Direzione Ambiente, Governo e Tutela del territorio, sentita la Direzione Agricoltura, di provvedere agli eventuali futuri aggiornamenti di natura esclusivamente tecnico-operativa del suddetto Allegato A, mediante adozione di determinazione dirigenziale.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Ambiente, Urbanistica, Programmazione territoriale e paesaggistica, Sviluppo della montagna, Foreste, Parchi, Protezione Civile – Direzione Ambiente, Governo e tutela del territorio della Regione Piemonte.

POR FESR 2014-2020, Asse V (OT6), Azione V.6c.6.1 -"Valorizzazione delle risorse ambientali nell'ambito della Regione Piemonte". Approvazione Disciplinare e relativi allegati

La Direzione Sviluppo sostenibile e qualificazione del sistema produttivo del territorio con D.D. n. 77 del 1°.3.2019, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 10 del 7.3.2019, ha approvato, nell’ambito dell’Asse V – OT 6 – “Preservare e tutelare l’ambiente e promuovere l’uso efficiente delle risorse” Azione V.6c.6.1 “Interventi per la tutela e la valorizzazione di aree di attrazione naturale di rilevanza strategica”, il Disciplinare con relativi allegati per l’attuazione della scheda di Misura approvata con D.G.R. n. 20-7685 del 12.10.2018, concernente gli interventi di valorizzazione dei poli naturali della Regione Piemonte.

Il Beneficiario provvederà a trasmettere alla Direzione Competitività del sistema regionale, Settore Sviluppo sostenibile e qualificazione del sistema produttivo la domanda di contributo, redatta secondo il modello allegato al disciplinare, a partire dalla data di pubblicazione sul BUR Piemonte del presente provvedimento.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Competitività del sistema regionale – Direzione della Regione Piemonte.

Schema di Accordo tra Regione Piemonte e il Ministero dei Beni e delle Attività' Culturali per la realizzazione di un programma di investimenti finalizzato alla conservazione e valorizzazione del sistema delle Residenze reali e degli altri siti UNESCO presenti sul territorio regionale . Modifiche e integrazioni

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 8-8473 del 1°.3.2019, ha apportato le modifiche ed integrazioni allo schema di Accordo oggetto della precedente D.G.R. 20 dicembre 2018, n.74-8226 così da estenderne l’oggetto ad ulteriori progetti volti a garantire la valorizzazione delle Residenze Reali sul territorio regionale e ricompresi nell’ambito del Piano stralcio «Cultura e turismo» (di cui alla Delibera CIPE n. 3/2016) e del Piano operativo «Cultura e turismo» (di cui alla Delibera CIPE n. 10/2018) in un’ottica di promozione di sinergie e complementarietà nella programmazione delle risorse comunitarie, nazionali e regionali volta a massimizzare l’efficacia e l’impatto delle politiche.

E’ stato approvato lo schema di Accordo di cui all’Allegato del presente atto che sostituisce integralmente il precedente Allegato alla D.G.R. 20 dicembre 2018, n.74-8226.

E’ demandata la sottoscrizione del presente Accordo, autorizzando al contempo ad apportare, ove necessario, modifiche tecniche non sostanziali, al Direttore regionale “Promozione della cultura, del turismo e dello sport”.

E’ demandata la predisposizione di tutti gli atti necessari per l’attuazione della presente deliberazioni alle Direzioni regionali “Promozione della cultura, del turismo e dello sport” e “Competitività del Sistema regionale per la parte di rispettiva competenza.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Attività produttive, Energia, Innovazione, Ricerca e connessi rapporti con Atenei e Centri di ricerca pubblici e privati, Rapporti con Società a partecipazione regionale – Direzione Competitività del Sistema regionale della Regione Piemonte.

Segnalazione e la presa in carico dei casi di abuso e maltrattamento ai danni di minori, da parte dei servizi socio-assistenziali e sanitari del territorio regionale. Approvazione nuove linee guida

La Giunta regionale con D.G.R. n. 10-8475 del 1°.3.2019, ha approvato le nuove linee guida per la segnalazione e la presa in carico dei casi di abuso e maltrattamento ai danni di minori, da parte dei servizi socio-assistenziali e sanitari del territorio regionale di cui all’Allegato 1.

E’ stata revocata, dall’approvazione della presente deliberazione, la D.G.R. n. 42-29997 del 2 maggio 2000, avente ad oggetto “Approvazione linee guida per la segnalazione e la presa in carico dei casi di abuso e maltrattamento ai danni di minori da parte dei servizi socio-assistenziali e sanitari”.

E’ demandata alla Direzione Coesione, di concerto mediante parere della Direzione Sanità, per quanto di competenza, l’adozione di tutti i provvedimenti necessari all’attuazione di quanto previsto dalle nuove linee guida di cui all’allegato 1, e in modo specifico la definizione e le modalità di realizzazione del sistema di monitoraggio, ivi comprese le modalità di collaborazione e di integrazione tra le equipes multiprofessionali.

Sul territorio della Regione Piemonte, l’esenzione del ticket prevista dall’art. 9 comma 3 della L. 11 gennaio 2018, n. 4 trova copertura nell’ambito delle risorse assegnate annualmente alle aziende sanitarie con gli atti di riparto del fondo sanitario.

Entro un anno dall’avvenuta approvazione della presente, i soggetti gestori delle funzioni socio-assistenziali e le Asl capofila recepiscano quanto contenuto e previsto nella medesima, attraverso l’adozione degli atti ritenuti opportuni al fine di assicurare la piena applicazione del presente provvedimento, trasmettendone copia all’Amministrazione Regionale.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Politiche sociali, della famiglia e della casa – Direzione Coesione sociale della Regione Piemonte.

Schema di Protocollo d'intesa per l'individuazione di azioni comuni volte a valorizzare l'area del Comprensorio del Mondolè. Approvazione

La Giunta regionale con D.G.R. n. 23-8488 del 1°.3.2019, ha approvato lo schema di Protocollo d’Intesa per l’individuazione di azioni comuni volte a valorizzare l’area del Comprensorio del Mondolè tra la Regione Piemonte, l’Unione Montana Mondolè, il Comune di Frabosa Sottana, il Comune di Frabosa Soprana, il Comune di Roccaforte Mondovì, il Comune di Magliano Alpi, il Comune di Mondovì, il Comune di Villanova Mondovì e le società Prato Nevoso S.p.A., Artesina S.p.A. e Frabosa Ski 2000 S.p.A., oggetto della presente deliberazione e composto da due allegati che fanno parte integrante e sostanziale dello schema di Protocollo stesso.

E’ demandata all’Assessore alla Cultura e Turismo e all’Assessore all’Ambiente e Urbanistica o loro delegati la sottoscrizione del Protocollo di Intesa, autorizzandone eventuali modifiche di carattere tecnico non sostanziale.

E’ demandata alla Direzione l’adozione degli atti necessari per l’attuazione del presente provvedimento.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Cultura, Turismo – Direzione Promozione della cultura, del turismo e dello sport della Regione Piemonte.

Contatti

Riferimento
Redazione: Chiara Bellucco e Marco Puxeddu
Telefono
0114326058 - 0114325000
Email
notiziario@regione.piemonte.it